Roma: ma voi ad agosto, che fate?

Roma: ma voi ad agosto, che fate?

ROMA – La Città Eterna offre un sacco di cose da fare e da vedere per le ultime 2 settimane di agosto. Se non siete andati in vacanza o se vi trovate in visita a Roma, ecco qualche consiglio utile.

Passiamo tutto l’anno a sognare le ferie, quelle tanto agognate due settimane di agosto che dovrebbero rilassarci e ricaricarci. Spesso però i sogni diventano incubi: saliamo su aerei superaffollati che non ci portano di certo a meravigliosi atolli vuoti ma a spiagge cariche di bambini urlanti e ombrelloni variopinti. Così quei quattordici giorni diventano per noi fonte di ulteriore stress. C’è però una soluzione: imparare a fare i turisti a casa nostra, Roma, e scoprire tutto ciò che la Capitale svuotata dal caos può offrirci. Ma anche in questo caso, gli inconvenienti non mancano affatto: caldo inclemente, città praticamente vuota, mezzi pubblici rallentati. A tutto questo aggiungiamo la non esaltante programmazione cinematografica, che in questo specifico periodo dell’anno va un po’ in letargo e siamo a posto. Qualcuno direbbe ce vo’ coraggio! Qualcun altro chiederebbe: ma che ce rimanete a fa a Roma? Ma la verità è che, nonostante le terribili temperature che il clima della Capitale ci propone da qualche decennio nell’ultimo mese dell’estate, di cose da fare a Roma ce ne sono eccome.

Cominciamo dal cuore pulsante di Roma, il Colosseo. Quest’estate é possibile osservare l’interno del mitico Anfiteatro Flavio al chiaro di luna, il tutto per la modica cifra di 20 euro (prezzo di una dubbissima paella in qualche bettola di Valencia). Per continuare con la riscoperta di luoghi familiari, Quest’estate l’iniziativa Castello Segreto ci permette di addentrarci nei meandri di Castel Sant’Angelo e di fare una visita guidata nei posti solitamente chiusi al pubblico, al prezzo di 5 euro (una birra calda e sgasata sulle spiagge della Croazia).

Per gli amanti del palcoscenico invece, quest’anno (come ogni anno d’altronde) la programmazione del Globe Theatre soddisfa gli appassionati di Shakespeare, si parte dall’Enrico V per arrivare al Macbeth, passando ovviamente per Sogno di una notte di mezz’estate. Si gusta il bardo immersi nel suggestivo verde di Villa borghese, i prezzi si aggirano attorno ai 15 euro (un’entrata in qualche satura discoteca di Malta). Per il post-serata invece un must sono i locali di Trastevere, meglio se seguiti da una serata danzante all’Ex Dogana che ospita grandi artisti musicali internazionali. Non dimentichiamoci poi delle  passeggiate sulle sponde del biondo tevere, dove la manifestazione Lungo il Tevere compie 15 anni e ci delizia con bancarelle, spettacoli dal vivo e ristoranti romani ed esotici (consigliatissimo la taqueria messicana “el paso”).

Per gli amanti della natura impossibile non fare un salto nelle meravigliose ville romane, per una partita a pallavolo, a calcetto o semplicente un bel picnic in compagnia. Ce n’è per tutti i gusti, dalle passeggiate a cavallo a Villa Pamphili, al turtle watching a Villa Ada. Per chi invece proprio non potesse rinunciare a qualche bracciata in mare, c’è sempre il litorale romano, l’acqua non sarà cristallina ma al Singita di Fregene fanno un moscow mule da non perdere.

Be Sociable, Share!

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.