Addio ai set di cortesia negli alberghi? L’esempio di Marriott

Addio ai set di cortesia negli alberghi? L’esempio di Marriott

MONDO – Sono prodotti utili per la permanenza in hotel ma che, nella stragrande maggioranza dei casi, finiscono anche nelle valigie dei viaggiatori come souvenir dell’esperienza: parliamo delle linee di cortesia, ovvero dell’insieme di flaconcini di shampoo, doccia schiuma, creme e mini saponette che si trovano nelle stanze degli alberghi di tutto il mondo.

La qualità dell’hotel si vede anche dai kit di accoglienza

Un’abitudine, una cortesia appunto, che fa parte della natura stessa dell’accoglienza e che, in molti casi, serve anche a identificare immediatamente il livello di qualità del luogo scelto per la propria vacanza, motivo per il quale le strutture alberghiere si riforniscono presso rivenditori affidabili e certificati, come shophotelservice, per non aver sorprese negative per le proprie linea di cortesia e fornire prodotti di alta qualità.

La Marriott punta all’ambiente

Eppure, c’è chi va in controtendenza: le catene di Marriott e InterContinental, diffuse in tutto il mondo, stanno infatti procedendo a eliminare il set da bagno dalle camere in nome della ecosostenibilità. Come spiegato al noto quotidiano britannico Daily Mail, dietro questo processo ci sono due motivazioni di fondo, una pratica e l’altra appunto “green”: per il primo fattore, è stato verificato che lo smaltimento di flaconcini, buste e incarti produce un elevato costo di manutenzione, anche perché i tappi dei flaconcini finiscono accidentalmente negli scarichi intasando i tubi dell’impianto idraulico.

Risparmio di oltre 50 materiali di plastica

Inoltre, ed è facile intuirlo, sono alte anche le spese per smaltire questi prodotti, sia in termini finanziari che sotto il profilo ambientale. In questo senso, passare da mini bagnoschiuma, shampoo e creme per il corpo a dispenser da parete specifici significa dare un concreto aiuto per l’ambiente, limitando la sovraproduzione di plastica. Basta una cifra per capire la portata del fenomeno: in un solo hotel di fascia media della catena Marriott vengono impiegate all’incirca 23 mila bottigliette di prodotti da bagno l’anno, che producono in totale oltre 250 chili di plastica da smaltire.

Addio ai flaconcini da bagno?

Al contrario, le stime effettuate dai responsabili della compagnia hanno rivelato che con i nuovi contenitori fissi si elimineranno dagli hotel circa 10,3 milioni di bottiglie l’anno, che significa in termini “ambientali” un risparmio equivalente a 113 mila libbre di plastica (ovvero, più di 50 tonnellate di materiale da cestinare). Ancora, sempre stando alle dichiarazioni ufficiali della Marriott, non sempre i clienti restano soddisfatti delle scelte a disposizione.

Scelta ecosostenibile

I portavoce aziendali hanno raccontato che non sono infrequenti i casi in cui i clienti degli hotel si lamentino della scarsa quantità di prodotto all’interno dei flaconcini, o ancor più spesso della quantità: in genere, quelli forniti sono sufficienti ai bisogni di due persone, ed è necessario un cambio periodico delle bottigliette per garantire la fornitura per tutta la durata del soggiorno. Il dispenser, invece, appare una soluzione più pratica anche per le famiglie di viaggiatori, e ogni cliente può disporre della quantità di prodotto che desidera, senza esser costretto a portarsi shampoo e gel doccia da casa.

Be Sociable, Share!

Gianluca Bottiglieri

Gianluca Bottiglieri

Napoletano, classe ’91. Tre passioni nella vita: calcio, musica e scrittura. Dopo aver conseguito il Tesserino da Giornalista pubblicista ho collaborato per diverse testate online e cartacee parlando di tutto un pò. Amo scrivere per documentarmi, per avere “la scusa buona” per approfondire le mie conoscenze. Che sia con una tastiera, un display o con una penna poco cambia. Di recente ho acquistato una Olivetti Lettera 35 del 1972, proprio per non farci mancare nulla. Spero di allietare chiunque legga i miei articoli, suscitare interesse, generare discussione!
Gianluca Bottiglieri

Leave a Reply

Your email address will not be published.