Tornano gli Amici della Musica, la classica del ‘900 è tutta qui!

Tornano gli Amici della Musica, la classica del ‘900 è tutta qui!

MODENA – Dal 5 novembre, 5 comuni in provincia di Modena ospiteranno la rassegna musicale di AdM che illustra e approfondisce il repertorio “colto” degli ultimi 100 anni di musica classica. Tante le novità, andiamo a scoprirle!

È una stagione ricchissima di appuntamenti quella proposta anche quest’anno dagli Amici della Musica di Modena, AdM: 23 date per un cartellone che prende il via a inizio novembre e termina a fine maggio e che propone concerti, conferenze, viaggi culturali-musicali, ai quali si aggiungono numerose altre occasioni di approfondimento e riflessione.

AdM è ormai un punto di riferimento per la promozione di iniziative culturali e musicali a Modena e provincia. Anche quest’anno musicisti, addetti ai lavori e ascoltatori di tutte le età si ritroveranno durante la stagione musicale per presentare e condividere musiche, idee, progetti, esperienze di ascolto attraverso concerti, lezioni-concerto e conferenze, spesso collegati a veri e propri progetti di educazione musicale per scuole e università. Un’associazione, in pratica, che dà precedenza alla partecipazione musicale più che all’intrattenimento musicale e che fa dell’ampia scelta e della buona qualità i suoi mantra principali.

Seguendo la formula che tanto successo ha avuto negli scorsi anni, la stagione si articola in due rassegne: Note di Passaggio, che unisce risorse e impegno di 5 comuni della provincia di Modena (Castelnuovo Rangone, Nonantola, San Cesario sul Panaro, Soliera e Spilamberto) e Concerti d’Oggi, progetto che abbraccia musiche di ogni epoca con uno sguardo e un approccio “contemporanei” e che si svolge a Modena appropriandosi di importanti luoghi della cultura cittadina, dal Teatro Comunale “Pavarotti” alla Galleria Civica, fino al Parco Ducale.
Il primo appuntamento di AdM è in programma domenica 5 novembre alle 17:00 alla Chiesa di Sant’Adriano di Spilamberto con un concerto di assoluto prestigio: si esibirà l’Ensemble Zipangu, orchestra d’archi nata all’interno del Teatro Comunale di Bologna, già ospite di importanti istituzioni musicali come la stagione dei Concerti del Quirinale alla Cappella Paolina; il programma propone un percorso raffinato e affascinante che comprende alcuni “classici” del recente passato, come l’Adagio per archi di Barber o la bellissima Berliner Messe di Arvo Pärt, e un importante compositore canadese dei nostri giorni, Serge Arcuri.

Amici della musica di Modena AdM
l’Ensemble Zipangu, uno dei gruppi più attesi dell’intera stagione

Sono numerosi i filoni tematici e gli orizzonti interpretativi che Note di Passaggio declinerà in 13 concerti: il pianoforte sarà assoluto protagonista con i recital del tredicenne Leonardo Però (sabato 25 novembre a Nonantola) e di Federico Nicoletta (sabato 21 aprile a Spilamberto), incentrati sul grande repertorio classico-romantico e novecentesco, e con la lezione-concerto che Matteo Fossi terrà su Kreisleriana di Robert Schumann il 19 novembre a Nonantola. Accostamenti inediti tra antico e moderno e tra dimensioni apparentemente conflittuali (colto e popolare, sacro e profano) sono il perno concettuale dei concerti in programma il 12 novembre a Nonantola (con Omar Zoboli all’oboe, Claudio Pasceri al violoncello e Giovanni Paganelli al clavicembalo) e il 7 aprile a Spilamberto (con il duo Enβle-Lamprecht per un magnifico connubio di flauti dolci e percussioni). Grandi nomi del concertismo internazionale come il violoncellista Francesco Dillon e il pianista Emanuele Torquati (di scena a Soliera il 3 febbraio) si affiancano a giovani talenti che si stanno facendo strada nel panorama musicale italiano, come il duo Pastine-Contaldo (violino e pianoforte, a Montale Rangone l’11 febbraio) e il duo pianistico Bongiovanni-Canalicchio, che si esibirà a San Cesario il 5 maggio.

ADM
Il Barbiere di Siviglia a fumetti, messo in scena dall’Orchestra del Baraccano

Si segnalano, tra gli altri, anche due appuntamenti all’insegna della multimedialità e della commistione tra linguaggi: Il Barbiere a fumetti, messo in scena dall’Orchestra del Baraccano diretta da Giambattista Giocoli a Soliera il 24 febbraio, che vede la proiezione di un avventuroso manga originale in contemporanea all’esecuzione della partitura rossiniana, e Classic Tango (il 3 dicembre a Nonantola), che presenta il Tango filtrato dal punto di vista di compositori “colti”, come Weill e Stravinskij, contestualmente all’utilizzo di foto-suoni e proiezioni.
Il progetto Concerti d’Oggi propone, all’interno dei 9 appuntamenti, una importante collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna nell’ambito del ciclo di eventi organizzati per celebrare il cinquantenario dei movimenti del maggio ’68: il pianista Fabrizio Ottaviucci, il 18 febbraio alla Galleria Civica, affronta pagine di Scelsi, Cardew e Riley, mentre il 19 maggio al Parco Ducale, in chiusura di stagione, il Duo Métamorphoses e 6 giovani pianisti in collaborazione con l’Istituto Vecchi-Tonelli “cinguetteranno” dalle 11:30 alle 21 nella Voliera Ducale, presentando brani di tutte le epoche ispirati al canto degli uccelli. I concerti della rassegna spaziano, come organico, dal recital solistico al duo, fino agli ensemble più numerosi (l’Ensemble Eutopia, il 4 marzo al Teatro delle Passioni con un programma tutto incentrato sul rapporto tra Musica e Follia, e l’Ex Novo Ensemble, che si esibirà il 24 marzo al Teatro Čajka).

Il Duo Métamorphoses
Il Duo Métamorphoses

Molto attesi dal pubblico AdM sono infine gli appuntamenti con Amici degli Amici della Musica, in programma il 14 aprile, e con il Concerto della Memoria e del Dialogo (27 gennaio, Teatro Comunale “Pavarotti”), quest’anno affidato alla WunderKammer Orchestra, che tratterà in modo esplicito temi legati all’esilio, all’addio, alla lontananza e alla deportazione accostandoli ai nostri giorni.
Tutti i concerti della stagione AdM sono a ingresso gratuito tranne il Concerto della Memoria e del Dialogo, con biglietti a 10 €: il programma completo della stagione e i dettagli dei singoli appuntamenti saranno disponibili dal 28 ottobre sul sito di Amici della Musica


La programmazione AdM è possibile grazie ai contributi della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, della Regione Emilia Romagna, di BPER Banca e al sostegno finanziario e organizzativo dei Comuni di Castelnuovo Rangone, Modena, Nonantola, San Cesario sul Panaro, Soliera e Spilamberto, alle quote sociali degli iscritti e al lavoro dei volontari.

Per informazioni: info@amicidellamusicamodena.it

Tel. 329-6336877

Steve Moss

Vivo in Great Britain da molto tempo e le mie origini sono sicuramente anglosassoni, anche con una grande componente italiana. Ho vissuto in giro per l’Europa ma è l’Inghilterra il paese che prediligo, dove le più belle auto (Aston Martin e Jaguar), la musica più gloriosa (dai Beatles al punk inglese), i più affascinanti attori, (Hugh Grant e Rupert Everett), ed il buon cibo dai vari pudding al fish and chips per non parlare delle cheese cake in poi sono la mia passione. Ma in testa alla classifica c’è anche la moda (i più grandi sarti per l’uomo sono qui) ed anche le donne, come quella da cui ho rubato il cognome ma ahimé non fa parte del mio ramo famigliare.
Parlerò di sport o di turismo in giro per l’Europa, ma se volete vedere i parchi più colorati o la city più frenetica dovrete venirmi sempre a cercare nella Great London.
Steve Moss

Leave a Reply

Your email address will not be published.