Air France presenta Joon: l’esperienza del viaggio Roma Parigi

Air France presenta Joon: l’esperienza del viaggio Roma Parigi

ROMA – A Fiumicino decolla Joon, la nuova compagnia aerea by Air France-Klm. Innovazione e creatività per viaggiare “giovane” e “smart” dal Leonardo da Vinci al Charles de Gaulle: sette voli quotidiani; 7% di posti in più e hostess in t-shirt e sneakers. Inizia così l’esperienza del viaggio Roma Parigi.

Ci sono mille buone ragioni per andare a Parigi. La prima, ovviamente, è che Parigi è la più bella città d’Europa, appena un filino meno bella di Roma (secondo me e al netto delle buche). Ma ora c’è un motivo in più per andarci e si chiama Joon. E’ la nuova nata in casa Air France-Klm, che proprio il 25 marzo scorso ha inaugurato il primo volo Roma-Parigi.

Il battesimo è avvenuto martedì 27 marzo, a Fiumicino, con il taglio del nastro al gate e la tradizionale cerimonia in pista del water cannon, l’arco d’acqua (riciclata) sotto il quale passa l’aeromobile prima del decollo.

Per l’occasione erano presenti i vertici di Joon, con il presidente e Ceo Jean Michel Mathieu, e di Air France-Klm per East Mediterranean, con Jerome Salemi. Oltre a Ivan Bassato, direttore Airport Management di Aeroporti di Roma e Federico Scriboni, Head of Airline Traffic Development ADR.

 l’Oriente
Jean Michel Mathieu, Ceo di Joon, e Jerome Salemi, presidente di Air France-Klm East Mediterranean

Joon, sette voli giornalieri

La prima novità sono i 7 voli giornalieri che, dal 25 marzo scorso (inizio della stagione estiva), collegano Roma e Parigi. Cioè, le due «più belle città d’Europa, Roma e Parigi», come ha detto Ivan Bassato. Si tratta «del riconoscimento dei risultati raggiunti dal Leonardo da Vinci – ha aggiunto il direttore di AdR – un aeroporto da 4stelle e qualità al top in Europa, quello che ha saputo migliorarsi di più nel 2017».

Con questa operazione, Air France aumenta del 7% l’offerta di posti da Roma. Non una buona notizia per le compagnie concorrenti. «Vogliamo tornare ad essere aggressivi», ha detto senza mezzi termini Jean Michel Mathieu.

E infatti, la seconda novità riguarda proprio Joon. Air France ha scelto, non a caso, questa dinamica “sorella minore” per raggiungere l’obiettivo, usandola come un grimaldello, per scardinare le regole del viaggio aereo e introdurne di nuove.

Joon
Il taglio della torta. Da sinistra Ivan Bassato, direttore Airport Management di Aeroporti di Roma; Jean Michel Mathieu; Jerome Salemi

Hostess e steward in sneaker e t-shirt

Più che una compagnia aerea, Joon promette di essere un’esperienza di viaggio «di nuova generazione». Con al centro il passeggero. È stata pensata come un laboratorio di innovazione, dove si applica il principio del test&learn. Dunque i servizi di bordo e a terra saranno continuamente pensati, introdotti e testati per andare incontro ai gusti dei viaggiatori e garantire un’esperienza di viaggio quanto più personalizzata possibile. Un “su misura” alato.

Le parole chiave, elencate dal Ceo di Joon, non per nulla sono creatività, innovazione, agilità, flessibilità e personalizzazione. Con un occhio, si direbbe, alla clientela più giovane. Il passeggero Joon, infatti, avrà accesso gratuito a “YouJoon”, una piattaforma di streaming a bordo. Dal proprio smartphone, tablet o laptop potrà godersi musica, serie tv, cartoni animati. Nessun rischio di restare senza batteria: ogni sedile degli Airbus A320 e A321 è dotato di presa Usb per ricaricare la batteria.

Persino le divise di hostess e steward ne escono rivoluzionate: banditi tailleur, giacche e cravatte; via a sneakers bianche e t-shirt blu (i colori della compagnia).

Prezzi bassi ma non chiamateli “low cost”

Joon è “agguerrita” anche nei prezzi. La tariffa light parte, infatti, da 49 euro (99 andata e ritorno). Ma con la garanzia degli stessi standard di qualità e gli stessi servizi targati Air France, sia a terra che a bordo. Come il menu bio o fair trade (caffè e tè sono offerti) o l’accesso alle sale lounge. «Joon è per tutti» ribadisce Jean Michel Mathieu. Perché ognuno potrà scegliere la formula di viaggio più adatta.

Quanto mai azzeccata la giornata per presentare la nuova tratta Joon Roma-Parigi: tiepida e assolata. Il primo vero giorno di primavera. Quanto basta per fare venire una incredibile voglia di partire. Destinazione Parigi, naturellement. Perché «Parigi è sempre una buona idea» (per dirla con Audrey Hepburn, alias Sabrina).

Io sono d’accordo. E voi?

Joon, il viaggio personalizzato

Joon
Joon

Joon
Joon

Joon
Joon

Joon
Joon

Joon
Joon

Joon
Joon

Joon
Joon

Joon
Joon

Joon
Joon

Joon
Joon

Joon
Joon

Photo Copyright: Marco Serri 2018 per MyWhere
All rights reserved – Use by permission

Air France-Klm

Be Sociable, Share!

Romina Pellecchia Velchi

Romina Pellecchia Velchi

Chi l’ha detto che la vita è una sola? Io finora ne ho vissute almeno tre. Tutto sta nell’aver la voglia e il coraggio di mettersi alla prova e di superare i propri limiti: cerco sempre di fare ciò che non sono capace di fare per imparare come farlo, diceva Picasso. Vivo nella provincia di Roma, in campagna; mi piacciono la natura, gli animali e i libri. E mi piace essere circondata da persone più brave di me che mi aiutino ad ampliare i miei orizzonti, perché per dirla con Einstein “la mente è come un paracadute: funziona solo se si apre”.
Romina Pellecchia Velchi

Leave a Reply

Your email address will not be published.