Il Pop colto di Balossa con la camicia che sembra un caftano

Il Pop colto di Balossa con la camicia che sembra un caftano

MILANO – La collezione ideata dalla stilista lituana Indra Kaffemanaite è una gioia per gli occhi, un mix di eleganza, innovazione e sensualità.

Abiti semplici che vanno letti per la collezione SS 2020 della stilista Indra Kaffemanaite, crea forme scomposte e ricomposte in pannelli e strisce di trasparenze, come fossero ali in volo, per la geometria della silhouette, che non è affatto semplice, ma prende spunto dalle tendenze della strada per spezzare e rendere contemporaneo il suo concetto stilistico che va oltre tempo e stagionalità, esasperare i contrasti per trovare l’innovazione percorrendo a ritroso il classicismo dimenticato, un POP innovativo fatto di tagli a vivo, orli sfrangiati, vigogna grigia che si fa dolcissima e sensuale, colli di camicia bianca enormi, importanti, gonne asimmetriche che giocano sulle gambe nude, pantaloni con enormi revers che sembrano fiori di calla rivoltati, spolverini irriverenti senza maniche, tubini neri, eleganza e sensualità per gli abiti della collezione della stagione Primavera-Estate 2020.

Bianco e nero, luce e ombra, momenti della giornata e richiami della sera, alternano sulla passerella un gioco modulare fronte – retro che ribalda il completo giacca pantaloni e l’abito elegante, per l’irriverenza dei tagli e del design esplicito che avvolge il corpo femminile.

L’immagine sintomatica della collezione SS 2020 apre il look book: un enorme camicia che sembra un caftano, la modella apre le braccia e sembra spiccare il volo, in una seconda immagine la modella chiude le braccia e appare dunque la silhouette di Balossa, per una donna seriosa e monella, casta e sensuale, una giovane donna, la donna POP di Balossa 2020.

IMG_8

Tessuti, Il tema primario, sostenibilità e ambiente: ormai la produzione di Balossa è impegnata nel progettare collezioni che possono essere sostenibili, realizzate impiegando tessuti che derivano da una filiera che segue processi produttivi certificati e che utilizza fibre naturali, infatti nella Collezione SS 2020 sono stati usati cotoni organici, fibra che dona ai pannelli leggerezza e trasparenza, usando stampe dai coloranti senza chimica.

Il taglio vivo: orli dei pantaloni e gonne a taglio vivo, come un lavoro non finito, è il leit motiv della collezione.

La Camicia bianca: è sempre la base del concetto di Balossa, che parte dalla camicia bianca, immacolata, che prende luce e ombra dai tagli, ma si fa particolare dalle frasi sulle maniche, come indossare parole che un innamorato vuol dire……dai tagli, dalle diverse lunghezze, dai colli, dai rever.

INFO

Balossa

Crediti Clothing Balossa SS 2020

Styling Indra Kaffamanaite

Crediti ph: Andy Goncharenko

Make Up Lina Savchuk

Location Liviv Ukraine

Ok’s Models

Balossa Shirt

Cristina Vannuzzi

Sono nata a Firenze e risiedo tra Firenze e New York. Esperta in comunicazione mi occupo di ufficio stampa e progetti di merchandising. Collaboro con testate: dal settore del food al lifestyle tra locali, arte, eventi, fashion, fragranze, chirurgia plastico/estetica. Energica e iper attiva sono stata anche autore e responsabile comunicazione del Progetto contro la mafia “Le cene della Legalità” per lo chef Filippo Cogliandro, anno 2012.

 

Cristina Vannuzzi

Leave a Reply

Your email address will not be published.