Capolavori di Pontormo a Palazzo Pitti

Capolavori di Pontormo a Palazzo Pitti

FIRENZE – Incontri miracolosi: Pontormo dal disegno alla pittura è il titolo di una piccola ma preziosa mostra ospitata nella Sala delle Nicchie a Palazzo Pitti fino al 29 luglio.

Incontri miracolosi: Pontormo dal disegno alla pittura. Si tratta di tre celeberrimi dipinti del grande pittore manierista Jacopo Carucci detto il Pontormo, affiancati da relativi disegni preparatori e da opere di suoi contemporanei, come Bronzino e Dürer, alla luce di nuove interpretazioni emerse dalle costanti e proficue collaborazioni tra musei italiani e stranieri.

C’è il bellissimo Alabardiere del Paul Getty Museum di Los Angeles, identificato per molto tempo con il soldato fiorentino Francesco Guardi e poi rimesso in discussione a favore di un possibile ritratto del giovane duca Cosimo I de’ Medici. Accanto, come perfetto “pendant” si può ammirare il Ritratto di un giovane uomo col berretto rosso, che fino a una decina di anni fa si conosceva solo attraverso un’incisione; il dipinto, oltre alla dubbia identificazione del soggetto, ha in comune con il primo ritratto l’eccezionale esecuzione relativa all’abbigliamento, che invita lo spettatore a una indulgente e meticolosa osservazione.

E il non-c’è-due-senza-tre del caso è la splendida e famosissima Visitazione della pieve di Carmignano, chiesa tristemente venuta alla ribalta negli ultimi tempi per i danni subiti da un assurdo incidente. Descrivere questo dipinto con i termini più accattivanti  e con il commento più appropriato non sarebbe mai sufficiente per rendere l’idea della sua bellezza e del suo fascino ipnotico.

E quindi vi invito a non perdere questa meravigliosa “sosta” lungo il percorso della Galleria Palatina, la visita della quale è già un “must” di Firenze. Anche se fosse la seconda volta…

Luogo e data: Firenze, Palazzo Pitti 8 maggio-29 luglio 2018

Curatore: Bruce Edelstein

Enti Promotori: Ministero dei beni e attività culturali e del turismo, Firenze Musei, Gallerie degli Uffizi, Paul Getty Museum, Morgan Library & Museum

Info: www.uffiz.it

Be Sociable, Share!

Giuliana D'Urso

Giuliana D’Urso

Romana di nascita e toscana di adozione, dopo 21 anni vissuti tra Firenze, Sesto Fiorentino e Prato, ormai non so più neanche quale accento prevale!  Sebbene sia cresciuta in una famiglia di artisti – mio nonno era pittore e mosaicista di professione e mio padre e mia zia lo erano per diletto – dell’arte mi sono interessata più all’aspetto teorico che pratico, laureandomi in Lettere con indirizzo storico-artistico. Fortuna volle che avessi  studiato  anche l’inglese, grazie al quale, di fatto,  riesco  a mantenermi, poiché con Giotto, Raffaello e compagnia bella si campa ben poco in Italia, specialmente se vuoi insegnare. Da brava gemelli sono molto curiosa e vorrei fare 3000 cose, e sempre da brava gemelli ne inizio diverse ma ne porto a conclusione solo alcune.  C’è comunque una cosa che non lascio mai a metà: i dolci!!! Soprattutto quelli con la panna…
Giuliana D'Urso

Leave a Reply

Your email address will not be published.