Chi sono Le Difettose? Emanuela Grimalda oggi ce lo racconterà

Chi sono Le Difettose? Emanuela Grimalda oggi ce lo racconterà

ROMA – Emanuela Grimalda è protagonista in Le Difettose, uno spettacolo tratto liberamente dal libro di Eleonora Mazzoni, con la regia di Serena Sinigaglia in scena al Brancaccino di Roma dal 4 al 7 maggio 2017. 

Nell’omonimo romanzo della Mazzoni viene affrontato un tema delicato, la procreazione assistita. Nessun intento polemico, ideologico o legislativo, ma la storia di Carla e la sua ricerca esistenziale del “senso” e della realizzazione. Non c’è una morale, né un giudice ad indicare quale sia la strada giusta da percorrere ma ci si trova di fronte ad un frammento di vita, che potrebbe essere quella di ciascuno di noi, a cui spetterà allo spettatore attribuire un significato, sulla scia della personale coscienza ed esperienza.

Difettose
Emanuela Grimalda in Le Difettose

Le Difettose è uno spettacolo allegro che spazia tra ironia ed amarezza, in cui Emanuela Grimalda, in un unico monologo interpreta con sensibile lucidità sette diversi personaggi trasformandosi in donne e uomini, da uno stato emotivo all’altro, con grande semplicità. Sul palco del Brancaccino, l’attrice vestirà i panni di Carla, dell’infermiera anziana che non ne può più di quell’ambiente, dell’amica Katia, felicemente lesbica e a Bruxelles, di Marco, l’uomo di Carla, compagno delle sue fatiche, della mamma, in quell’eterno ed insopportabile confronto, della nonna, dolce presenza materna e della dottoressa Tini, portavoce del paradosso della scienza ed infine di Thiago, l’esotico maestro di metodi “alternativi”; persone eterogenee accomunate da un unico filo che pone di fronte ai nostri occhi il tema del tempo che scorre, in una società contemporanea che ha spostato in avanti l’orologio della vita, lasciando però inalterato quello della fertilità. In generale, desideri e diritti delle persone che spesso non combaciano con ritmi e contesti imposti dall’esterno, sfociando in un sentirsi fuori tempo, sentirsi difettosi.

In Le Difettose “Volevo raccontare il desiderio di Infinito di cui il desiderio di un figlio è parte, ma che appartiene a tutti. Donne e uomini”, afferma Grimalda; “sì, perchè anche gli uomini devono essere inseriti nel tema della procreazione”.

L’attrice ritiene che il teatro sia il luogo adatto per toccare queste tematiche, nel nostro paese spesso trascurate.

Noi andremo a vederlo, e voi?

Ricordiamo che lo spettacolo è nella rassegna teatrale in rosa Una Stanza Tutta Per Lei

LE DIFETTOSE
impianto registico Serena Sinigaglia;
un progetto di Emanuela Grimalda;
liberamente ispirato al romanzo Le difettose di Eleonora Mazzoni;
drammaturgia Eleonora Mazzoni, Emanuela Grimalda, Serena Sinigaglia;
aiuto regia Gianluca Di Lauro;
scene Stefano Zullo;
disegno luci Anna Merlo;
aiuti alle scene Serena Ferrari, Elena Giannangeli;
assistente alla produzione Valeria Iaquinto.

Per maggiori informazioni e prenotazioni: link.

Giulia Chellini

Giulia Chellini

Silenziosa scrutatrice, appassionata di arte e restauro; spesso sogno ad occhi aperti il mondo come dovrebbe essere per dimenticare il mondo come è..ed intanto perdo l’autobus. Fotografo dettagli insignificanti, cerco quadrifogli nei prati e parlo con i gatti. Penso che lo scopo della vita sia racchiuso nella parola “scoprire”: luoghi, cose e persone.
Giulia Chellini

Leave a Reply

Your email address will not be published.