Circus o sensuale eleganza? Genny omaggia Charlie Chaplin

Circus o sensuale eleganza? Genny omaggia Charlie Chaplin

MILANO – The Circus, il film muto di Charlie Chaplin ha ispirato la collezione prêt-à-porter di Genny alla MFW2018. Tra clown e Pierrot, noi non abbiamo ritrovato il solito glamour della Maison. A voi è piaciuta?

“Ti criticheranno sempre, parleranno di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un’opera di teatro, ma non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca priva di applausi”.

È il celebre aforisma di Charlie Chaplin a fare da manifesto alla sfilata-evento di Genny per la stagione Fall-Winter 2018/19. Parole, quelle dell’influente cineasta inglese, scelte da Sara Cavazza Facchini, Creative Director della Maison, per dire alle donne di concedersi qualche momento in più per se stesse. In occasione della settimana della moda milanese la collezione Genny ispira le donne a vivere la vita intensamente ed in modo più ludico, e da questo la Cavazza sceglie di omaggiare The Circus, una delle opere minori del grande Chaplin.

genny

Ma evocare il mondo del circo con i suoi luoghi e personaggi non esalta più le linee pulite e fluide della collezione, ne tantomeno emerge la  chiara cifra stilistica di Genny  nota al grande pubblico con il suo rigoroso bianco illuminato da nuance di colori naturali. Qui i viola e gli smeraldi vividi sono troppo lucidi e gli inserimenti brillanti troppo fluo. La scelta di evocare stravaganze esotiche e orientali tra acrobati, ballerine e clown  non ci convince.

viola

Cerchiamo in questo Circus un armonioso equilibro di forme tipico dell’attitudine rigorosa del look Genny, e non ci dispiace se interviene uno spirito più giocoso ed eccentrico, ma il gioco di contrasto che evidenzia dettagli divertenti non sempre raggiunge un’armonia perfetta.

Genny MFW 2018

Le iconiche uniformi del personaggi del circo, tra cui il domatore di leoni, le trapeziste e i clown, inspirano le silhouette e i pattern della collezione per un guardaroba eclettico e decisamente (troppo) personale. Con i forti riferimenti alla maschera della commedia Pierrot e l’uso ricorrente di bianco e nero tappezzato da macro pois, motivi a rombi, bretelle e paillettes, il gusto eccentrico predomina.

Genny MFW 2018

Questa collezione è un po’ lontana dall’idea che Genny ha creato della sua donna tipo. Siamo sicuri che la donna che ha sempre indossato Genny si senta a suo agio in queste vesti?

cinese

Questa volta i macro pois risuonano forti e forse un po’ invadenti. La donna Genny è da sempre sinonimo di una donna elegante, che indossa colori tenui e fantasie poco evidenti come l’abbiamo descritta nei Genny eventi e sfilate.

bianco e nero

Voi cosa ne pensate? Vi piace l’invito che Genny rivolge alle sue donne di vivere la moda con questo mood eccentrico?

Be Sociable, Share!

Fabiola Cinque

Fabiola Cinque

Napoletana fino alla milionesima generazione (dal 1.400), nobile d’animo ma non più per albero genealogico, viaggiatrice e curiosa delle bellezze e delle stranezze del mondo riporto tutte le mie impressioni attraverso tutti i sensi che abbiamo e che vogliamo usare. Di estrazione e definizione “fondista”. Azzurra di nuoto per tutte le distanze più lunghe e massacranti che vi possono venire in mente. La fatica è il mio karma. Mai nulla regalato, tutto conquistato. La comunicazione e la pubblicità sono la mia anima, la moda la mia vita presente e futura. Vivo in un paese bellissimo dal quale desidero sempre di allontanarmi, per tornare e riassaporare i profumi ed i sapori. La mentalità e l’amore sono anglosassoni, ma d’altronde si sa, i Borboni sono stati dominati dai francesi come gli inglesi e gli spagnoli, quindi le mie origini ed il mio essere è globale, sono bastarda dentro.
Fabiola Cinque

Leave a Reply

Your email address will not be published.