Rete ultraveloce, tutti noi ci meritiamo una connessione da paura!

Rete ultraveloce, tutti noi ci meritiamo una connessione da paura!

ITALIA – Come per l’acqua, il gas, l’elettricità, ormai anche la connessione Internet è diventata un bene primario e la rete interamente in fibra ottica rappresenta il massimo in termini di tecnologia e prestazioni.

L’altro giorno ero a casa del mio migliore amico. Stavamo guardando un film in streaming e lui non faceva altro che enunciare i pregi del suo nuovo impianto internet a fibra ottica : “Non hai capito, da quando ho la fibra ottica é un’altra vita, mi carica tutto subito, scarico i telefilm in un nano secondo e il Wi-Fi funziona da paura. Da un po’ di settimane sto utilizzando Open Fiber e mi ha davvero cambiato la vita”. A quel punto gli chiedo: ma che cos’è Open Fiber?”. La risposta non si è fatta certo attendere: “E’ una rete ultraveloce realizzata con tecnologia FTTH, Fiber to the Home, letteralmente “fibra fino a casa”. Pensa che l’intera tratta dalla centrale all’abitazione del cliente è in fibra ottica e consente il massimo delle performance. Con la tecnologia FTTH si sfrutta tutto il potenziale di Internet: una trasmissione dati molto più veloce, efficiente ed affidabile, perché interamente in fibra ottica. Incredibile no?”

Io volevo solo guardare il film e questo non la piantava più. “Ma ti ho già detto che la fibra ottica é come se fosse un’autostrada che trasmette dati senza un ingorgo!” E intanto il protagonista del film se la vedeva da solo con 88 nemici. “Ma lo sai che in futuro la velocità potrà arrivare a 40 gbps” . Il protagonista finalmente baciava la sua bella. “Ma poi non hai capito, visto che non c’è più rame la manutenzione non costa nulla”. Il protagonista nel frattempo agonizzava.

Ad un certo punto sono sbottato, non capivo perché il mio amico si fosse trasformato in una specie di venditore porta a porta, cominciavo a pensare prendesse una percentuale sui metri di fibra ottica venduti. Allora gli ho chiesto perché diamine stesse continuando a blaterarne e lui mi ha dato una risposta che mi ha scioccato :“hai presente quella tipa di cui ti parlavo? Quella con le gambe lunghe due metri? Ecco. Con la vecchia connessione non mi si caricavano le sue foto su Facebook e non potendo piazzarle i Like quella manco avrebbe saputo che esisto.”

Abbastanza stupito e anche un po’ impietosito gli chiedo: “E com’è finita allora?” “E niente, con questa connessione da paura mi si carica tutto, un Like qua, un Like lá e mi ha dato il numero.”
Lo guardo. Mi guarda. Sento la mia voce che dice “a quanto gbps hai detto che andava…?”

Sono stato contagiato anche io, non mi resta che dare un’occhiata a tutte le offerte di Open Fiber per approfondire i vantaggi della fibra ottica.

Be Sociable, Share!

Steve Moss

Steve Moss

Vivo in Great Britain da molto tempo e le mie origini sono sicuramente anglosassoni, anche con una grande componente italiana. Ho vissuto in giro per l’Europa ma è l’Inghilterra il paese che prediligo, dove le più belle auto (Aston Martin e Jaguar), la musica più gloriosa (dai Beatles al punk inglese), i più affascinanti attori, (Hugh Grant e Rupert Everett), ed il buon cibo dai vari pudding al fish and chips per non parlare delle cheese cake in poi sono la mia passione. Ma in testa alla classifica c’è anche la moda (i più grandi sarti per l’uomo sono qui) ed anche le donne, come quella da cui ho rubato il cognome ma ahimé non fa parte del mio ramo famigliare.
Parlerò di sport o di turismo in giro per l’Europa, ma se volete vedere i parchi più colorati o la city più frenetica dovrete venirmi sempre a cercare nella Great London.
Steve Moss

8 Responses to "Rete ultraveloce, tutti noi ci meritiamo una connessione da paura!"

  1. Antonio Bramclet
    Antonio Bramclet   5 novembre 2017 at 18:51

    La fibra ottica dovrebbe essere imposta per legge. Per come sta viaggiando il mondo che conta dovremmo averla tutti. Guarderò volentieri e con grande interesse le proposte Open Fiber.

    Rispondi
  2. Roberta Tagliaferri
    Roberta   6 novembre 2017 at 07:25

    Magari potessi avere una connessione del genere! La fibra dovrebbe raggiungere tutti. Spero di scoprire di poter essere raggiunti da questo servizio.

    Rispondi
    • Fabiola Cinque
      Fabiola Cinque   6 novembre 2017 at 21:52

      Roberta come ti capisco! Anche io che abito in aperta campagna ho una rete che sembra vada a manovella…

      Rispondi
  3. Lamberto Cantoni
    Lamberto   6 novembre 2017 at 09:35

    La fibra è strategica ma io sono preoccupato per i costi. L’Italia tra i Paesi che si considerano all’avanguardia è il più arretrato: tutti predicano maggiore digitalizzazione dei processi ma abbiamo interessi speculativi che escludono parte del Paese dalle infrastrutture e dai servizi. Perché Stati Uniti e la la fascia dei paesi nord europei usano di più internet? La risposta è semplice: la gente spende di meno per connettersi. Comunque non è una novità: da noi costa di più l’elettricità, la benzina, il riscaldamento, lo smaltimento dei rifiuti… l’aspetto che mi fa incazzare è che i costi più alti sono di solito causati da tasse. Open Fiber darà un servizio eccellente, ma quanto costerà?

    Rispondi
    • Steve Moss
      Steve Moss   6 novembre 2017 at 21:46

      Lamberto grazie del tuo pensiero che, purtroppo, condivido pienamente. Da da noi costa tutto di più… maledettamente vero!Ed anche il perché i paesi nord europei usano di più internet! Ad ogni modo per sapere quanto costerà il servizio Open Fiber ti consiglio di collegarti al sito o chiamarli. Ho ottenuto tante di quelle informazioni contattandoli che se avessi dovuto riportarle l’articolo sarebbe uscito lunghissimo….

      Rispondi
  4. Antonia Storace
    Antonia Storace   6 novembre 2017 at 15:45

    La Fibra Ottica come moderno Cupido potrebbe essere un ottimo e originale incentivo alla sua diffusione :)

    Rispondi
    • Steve Moss
      Steve Moss   6 novembre 2017 at 21:58

      Questa visione romantica mi ha conquistato!

      Rispondi
    • Lia Giannini
      Lia   7 novembre 2017 at 10:52

      Antonia è unica. Riesce a trasformare in poesia anche il più affannoso dei problemi.
      Comunque concordo con chi dice che la fibra ottica dovrebbe essere un lusso concesso a tutti. E’ assurdo che esistano ancora oggi zone scoperte dalla connessione o lente come macinini.
      Ma sono fiduciosa. Ci arriveremo tutti e sarà un bene da sfruttare con molta attenzione.
      😉

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.