Corfù: rivivere la mia vacanza in Grecia 15 anni dopo

Corfù: rivivere la mia vacanza in Grecia 15 anni dopo

GRECIA – Chi può partire anche solo per pochi giorni può cogliere ottime opportunità last minute su portali specializzati comprese crociere che prevedono delle soste in questa bellissima isola greca.

Nella mia vita non ho affatto viaggiato molto, forse anche per questo conservo un forte ricordo di ogni vacanza, ma il viaggio che più mi ritorna alla mente è quello che feci nell’isola greca di Corfù circa 15 anni fa, quando avevo vent’anni.

Ricordo sicuramente la bella estate in cui ebbi modo di vivere quella vacanza, tutti gli aspetti personali che contraddistinguevano quel periodo della mia vita, ma soprattutto mi chiedo come vivrei oggi quella bellissima isola.

Quando mi pongo questa domanda è un po’ come se fossi di nuovo lì, ma con occhi diversi, ed è proprio in questo modo che voglio raccontare il mio viaggio a Corfù.

L’inizio della mia vacanza e le impressioni iniziali

Viaggio in traghetto formula passaggio ponte in piena notte, visti i pochi soldini disponibili, e in pieno mare ci coglie una vera tempesta.

Per fortuna veniamo fatti accomodare, tutti bagnati, in un corridoio interno, e dopo un paio d’ore un uomo di non so quale nazionalità mi dice: “Sir, arrivati Corfù”.

Dopo un’indispensabile dormita diurna riesco ad apprezzare la prima cosa di Corfù, ovvero il cibo: a due passi dall’appartamento preso in affitto in località Barbati, io e il mio compagno di viaggio troviamo un ristorantino semplice ma davvero buono, con prezzi più che accessibili.

È passato tanto, è vero, ma son convinto che ancora oggi in una vacanza a Corfù si spenda molto meno rispetto ad una meta rinomata italiana.

Mare eccezionale e coste paradisiache

Il ricordo più nitido non può che essere il mare, e pur essendo abituato a splendide coste, quelle di Corfù sono davvero speciali: tante piccole spiagge costituite da ciottoli che sembrano disegnati con un compasso, nessun granello di sabbia.

Entrare in acqua con i sandali è indispensabile e dopo il bagno sembra di essere usciti dalla doccia: pelle pulitissima, senza residui di sale, e capelli perfettamente in ordine!

Oggi sicuramente trascorrerei molto più tempo su quelle spiagge, mettendo in secondo piano il pur legittimo desiderio di scoprire più luoghi possibile: rilassarsi in quelle spiagge così magnifiche ammirando orizzonti che sembrano dipinti è un’esperienza magnifica che dona una profonda pace interiore.

Eh si, da questo cambiamento nel mio approccio alla vacanza, capisco di essere invecchiato!

Pur essendo agosto, nessuna spiaggia è caotica o oltremodo affollata, e percorrendo brevi tragitti a bordo dello scooter preso in affitto, io e il mio amico troviamo diverse spiagge piccolissime, dei luoghi paradisiaci in cui si può stare in piena solitudine anche durante la stagione piena.

Le serate tra Ipsos e Gouvia

A vent’anni non può ovviamente mancare la vita notturna, e da questo punto di vista le idee erano ben chiare: andare nella vicina Ipsos.

Ben consapevoli del fatto che gli amici che c’erano già stati fossero dei tipi che tendono ad amplificare non poco i loro racconti, ci affacciamo alla scoperta di questa località sul mare evitando i facili entusiasmi.

A Ipsos c’è una discoteca piuttosto grande, che esiste ancora oggi pur avendo un nome differente, allo stesso modo si trovano tanti pub e piccoli locali in cui bere.

Una cosa che ricordo è che i numerosi p.r. presenti sul lungomare evitavano di invitare me e il mio amico, probabilmente perché italiani: faccio fatica a comprendere quest’atteggiamento, anche perché a Ipsos ci sono quasi solo italiani!

Nessuno ci ha mai mancato di rispetto o ci ha invitato a uscire da un locale, sia ben chiaro, ma ricordo quel piccolo particolare dei flyer delle discoteche che ci venivano negati.

Dopo aver scoperto che tutto, nell’isola, ha un prezzo molto conveniente, dalla benzina ai regali, e dopo aver passato tanti bei pomeriggi in luoghi meravigliosi, una sera decidiamo di andare a Gouvia, una località molto carina in cui è presente un porto.

Lì troviamo una discoteca dove passiamo la serata e non posso non ricordarne il prezzo: 6 euro per un ingresso comprensivo di 2 drink.

Io sono astemio, ma so bene che un prezzo del genere non può che risultare incredibile agli occhi di chi, quando esce la sera, non rinuncia al cocktail.

Ho cercato questo locale sul web, ma non ce n’è traccia, probabilmente non esiste più… oppure ce lo siamo sognato?

Come rivivrei, oggi, la mia vacanza a Corfù

Rivivendo con la mente la mia vacanza a Corfù, come dicevo, mi soffermo sulla natura più di ogni altra cosa: i posti sono unici e incantevoli, il verde delle alture si accosta all’azzurro del mare in un modo unico, e un viaggio come questo non può che rivelarsi rilassante, rigenerante.

Se oggi fossi nuovamente a Corfù visiterei con più attenzione la città principale, Kerkira: sicuramente quel centro è il luogo meno turistico dell’isola, proprio per questo son sicuro che nasconde degli scorci molto accattivanti, quelli che mi piace immortalare con il mio smartphone.

All’epoca viaggiavo con una macchina fotografica a rullino, non avevo neppure una macchinetta digitale, forse anche per questo non avevo ancora il “culto” delle belle fotografie!

I miei consigli per chi sta valutando una vacanza a Corfù

Se qualcuno mi chiedesse se andare a Corfù è una buona idea, risponderei sicuramente in modo affermativo.

Corfù è un posto riposante che custodisce una natura eccezionale, come d’altronde molte altre isole greche, un luogo che consente ai più giovani di potersi divertire, ma che trovo eccezionale anche per chi vuol vivere una vacanza all’insegna del relax.

Corfù è anche un’isola molto economica, perfetta per chi non può destinare un grosso budget alla propria vacanza.

Chi vive nel Sud Italia può raggiungerla in modo piuttosto agevole in traghetto (ma non fate come me, evitate il passaggio ponte notturno!), allo stesso tempo non mancano i voli dalle principali città italiane.

Come non sottolineare che Corfù rientra tra le tappe di molte crociere, e anche questa può essere un’ottima idea per vivere una piacevole vacanza spendendo poco.

Chi può partire pochi giorni dopo la prenotazione può cogliere le ottime opportunità del last minute: su portali specializzati quali Last Minute Click si possono trovare tante crociere last minute che prevedono delle soste in questa bellissima isola greca.

Be Sociable, Share!

Gigi Botti

Tre passioni nella vita: calcio, musica e scrittura, da Giornalista pubblicista amo collaborare per diverse testate online e cartacee parlando di tutto un pò. Amo scrivere per documentarmi, per avere “la scusa buona” per approfondire le mie conoscenze. Che sia con una tastiera, un display o con una penna poco cambia. Di recente ho acquistato una Olivetti Lettera 35 del 1972, proprio per non farci mancare nulla. Spero di allietare chiunque legga i miei articoli, suscitare interesse, generare discussione!
Gigi Botti

Leave a Reply

Your email address will not be published.