Cosa vedere a Bruges, la perla fiabesca delle Fiandre

Cosa vedere a Bruges, la perla fiabesca delle Fiandre

BRUGES – Alla scoperta della “Venezia del Nord”, un luogo incantevole che vi resterà nel cuore e che non dimenticherete mai.

Cosa vedere a Bruges? E’ una domanda apparentemente semplice, la città è molto piccola, ma di cose da ammirare e di cui innamorarsi in questo meraviglioso borgo fiammingo ce ne sono davvero a bizzeffe. La cittadina si trova a sole 3 ore di treno da Parigi ed è il capoluogo delle Fiandre Occidentali. Bruges è poco estesa a livello territoriale, presenta una popolazione di 100 mila abitanti e, grazie alla sua intimità e all’atmosfera fiabesca, è diventata una vera miniera d’oro per i turisti, che, vagabondando per le sue stradine, hanno la possibilità di ammirare bellezze antiche e particolarità più uniche che rare. Pensate che il suo centro storico è stato dichiarato patrimonio UNESCO nel 2000 e il numero di visitatori da ogni angolo del mondo (anche dall’estremo Oriente) cresce anno dopo anno. Insomma, un luogo magico, un concentrato di ricordi, di mattoni, di ciottoli, di negozietti antichi e campanili che rifiuta anche il minimo processo di modernizzazione e urbanizzazione mantenendo un romanticismo unico. L’idea di visitarla inizia a stuzzicarvi?

Come arrivare a Bruges

Cosa vedere a Bruges
L’areoporto di Bruxelles

La soluzione migliore è quella di viaggiare in aereo, destinazione Bruxelles e prendere poi il treno diretto per Bruges o Brugge come la chiamano i belgi (date un’occhiata alle tariffe di Air France in questo senso). A Bruxelles ci sono 2 aeroporti, uno si chiama Charleroi e l’altro Zaventem. Troverete offerte low cost per entrambi ma se volete guadagnare tempo, vi consiglio assolutamente di atterrare a Zaventem, da lì il tragitto successivo in treno per arrivare a Bruges, è nettamente più corto.

Se siete invece amanti dell’On The Road, esistono diversi modi per soddisfare le vostre esigenze, tra cui anche quello di affittare una macchina anche se, per un viaggio del genere, necessitate di più tempo.

Dove dormire a Bruges

Cosa vedere a Bruges
Canalview Hotel Ter Reien

Prima di mostrarvi le attrazioni da non perdere a Bruges, voglio darvi alcuni suggerimenti su dove alloggiare per viversi al meglio e in completezza la città. Il mio consiglio principale è quello di trovare una location più vicina possibile a Markt Plaze. Ovviamente più ci si avvicina al centro e più i prezzi salgono, ma non è difficile trovare soluzioni convenienti se si cerca con accuratezza. Io ad esempio, ho soggiornato al Canalview Hotel Ter Reien, pulito, economico e confortevole, a soli 300 m dalla Piazza del Mercato e con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Bellissima anche l’atmosfera serale, degna di Bruges senza dubbio. Un ulteriore suggerimento che posso darvi è quello di fermarvi a bere qualcosa nei localetti limitrofi alla piazza, le birre sono eccezionali, ma anche una tisana bollente potrebbe andarvi a genio. Tutti i bar, i pub e i locali sono davvero accoglienti, con luci calde e soffuse in piena sintonia con l’ambientazione fiabesca.

Cosa vedere e cosa fare a Bruges

Cosa vedere a Bruges
Bruges nel periodo natalizio

Una premessa: Bruges è una di quelle città che basta girarla e muoversi tra i vicoli a piedi per ammirarla data la sua piccola estensione. Il primo consiglio che posso darvi in questo senso è molto semplice: perdetevi, nel vero senso della parola. Lasciatevi trascinare dall’atmosfera e camminate per le stradine. Entrate nelle chiese, passate per i quartieri meno turistici, visitate i meravigliosi parchi, vi basterà già questo per capire e apprezzare la città delle favole.

1 Piazza del Mercato (Place Markt)

Cosa vedere a Bruges
Place Markt

Il primo posto da visitare è sicuramente il centro di Bruges e Place Markt rappresenta sicuramente il suo fiore all’occhiello. Si tratta di una piazza lastricata molto grande, in contrapposizione con i minuscoli vicoli della cittadina, e il perimetro è circondato da una miriade di localetti dove è possibile pranzare a suon di cozze e patatine (qui però i ristoranti non sono proprio imperdibili, molto turistici) o ammirare la gigantesca Torre Belfort. Bellissime anche le abitazioni circostanti, tutte coloratissime e variegate che non potrete non immortalare con una bella fotografia.

2 La Torre Belfort

Cosa vedere a Bruges
La Torre Belfort

Alta più di 80 metri, la Torre Belfort, detta anche Beffroi, è il monumento dominante della Piazza del Mercato. Costruita e ristrutturata nel corso dei secoli, la torre è visitabile in qualsiasi ora del giorno. La scalata della torre non è delle più semplici, c’è sempre molta fila alla biglietteria (10 euro il costo del ticket) e vi consigliamo quindi di prendervela un po’ con calma. Durante la salita potrete sentire più volte suonare il carillon della torre, che renderà la vostra atmosfera davvero suggestiva. Una volta arrivate in cima, vi godrete la vista a 360 gradi sull’intera città di Bruges.

3 Piazza Burg

Cosa vedere a Bruges
Piazza Burg

A pochi metri da Place Markt eccovi trovare davanti un’altra piazza davvero suggestiva. Si tratta di Piazza Burg, uno dei punti più antichi della città e centro della vita amministrativa di Bruges.

4 Gita in battello

Cosa vedere a Bruges
Bruges in battello

Bruges viene soprannominata la “Venezia del Nord” e anche se forse non raggiunge la maestosità del capoluogo veneto, non potete perdervi una gita tra i suoi meravigliosi canali. Il battello costa 8 euro e vi darà la possibilità di vedere la città da una prospettiva differente, forse ancora più magica. La durata della gita è di 30 minuti e vi porterà a scrutare ogni angolo di Bruges. Ammirerete il Belfort da lontano, passerete vicino al beghinaggio, incontrerete centinaia di cigni e lambirete il Minnewaterpark. Insomma, un’esperienza da vivere senza se e senza ma.

5 Minnewaterpark

Minnewaterpark
Minnewaterpark

Viene soprannominato il “lago dell’amore” ed è il luogo perfetto per una una passeggiata panoramica o per un picnic sull’acqua, un rifugio dove concedersi una pausa dal trafficato centro storico di Bruges. Tra case con torri e salici piangenti, vi sembrerà di vivere in una fiaba! È ancora possibile vedere parte delle fortificazioni della città, compresa la torre di guardia che sovrasta il parco. In una giornata di sole, potrete acquistare i prodotti locali e organizzare un pic-nic sulle rive del Minnewater.

Le Birre e i piatti tipici di Bruges

Cosa vedere a Bruges
Birre tipiche di Bruges con vista a Piazza Markt

Che la birra belga sia eccezionale questo si sa. Provatele tutte e cercate di sperimentare, non rimarrete delusi. In Belgio se ne producono la bellezza di 600 tipi, quasi tutte artigianali, e non possiamo non segnalarvi sia quelle dei monaci trappisti che la cosiddetta Lambic, specialità e primizia assoluta.

Ciò che stupisce invece è che anche la cucina, nei posti giusti naturalmente, sa offrire grosse sorprese in senso positivo.  In Belgio e a Bruges soprattutto, le patatine fritte sono una vera e propria religione. I fiamminghi sostengono di averle inventate loro, e devo dire che la qualità è davvero alta. A livello gastronomico la cucina molto particolare, una sorta di rivisitazione originale (dovuta all’influenza di molti popoli che hanno abitato questa terra, dai celti ai romani, dai vichinghi agli austriaci) di quella francese. Zenzero, cannella, zafferano, pepe in grani, noce moscata, sono spezie iper presenti nei piatti proposti e nelle birre e vengono utilizzate per esaltare il gusto ai massimi livelli. Ne rimarrete sorpresi.

Cosa vedere a Bruges
Cozze e patatine fritte, piatto principe di Bruges e del Belgio

Le altre due parole chiave sono verdura e mare. Il pasto più conviviale della tradizione belga è la cena dove zuppe e verdure non mancano mai insieme a creme di legumi o torte salata farcite con ortaggi e formaggi.

Il piatto tipico da provare, oltre alle patatine fritte (e non osate dire che le hanno inventate i francesi a un belga) sono sicuramente le cozze. A Bruges sono apprezzatissime ed esistono una marea di ricette per esaltarne il gusto, dal brodo al pomodoro, dal vino ad appunto le patatine fritte in accompagnamento.

La cioccolata di Bruges

Cosa vedere a Bruges
Una tra le più famose chocolaterie di Bruges

Un capitolo a parte lo meritano i dolci. Tra i più famosi troviamo le waffels (in fiammingo) le cialde con cioccolata, panna e fragole e naturalmente le mille varietà del cioccolato. Insieme alla Svizzera, il Belgio vanta il miglior cioccolato al mondo, ed è nata proprio qui la ricetta delle praline, cioccolatini dall’interno morbido e dal sapore indimenticabile. Di cioccolaterie a Bruges, ne troverete in ogni angolo e anche in questo caso, il mio consiglio è quello di entrare in ognuna di esse, magari dando ogni tanto un’occhiata al portafoglio poiché sono sicuro che vi farete prendere la mano.

Bruges nel cinema

Cosa vedere a Bruges
Colin Farrel e Ralph Fiennes nel film “In Bruges”

Se volete farvi un’idea della città e dell’atmosfera che si respira vi consiglio un film molto divertente, che unisce all’azione e all’ironia una dettagliata descrizione di Bruges. Il film, neanche a dirlo, si chiama In Bruges- La coscienza dell’assassino, porta la firma di Martin McDonagh (Tre Manifesti a Ebbing Missuori, Premio Oscar nel 2018) e presenta un cast di altissimo livello, da Colin Farrel a Ralph Fiennes, da Brendan Gleeson a Clémence Poésy. Apprezzerete la scelta del regista di mostrare alcune opere d’arte presenti nel Groeninge Museum di Bruges, in particolare il dipinto di Bosch, che risulterà determinante nel processo di riscatto di uno dei protagonisti. La particolarità del film sta proprio nello stretto connubio fra cinema e arte, tra i personaggi e Bruges, importante quasi quanto uno dei personaggi di primo piano. Della bellissima cittadina belga vedrete praticamente tutto in questa pellicola, e verrete pervasi da un bisogno irrefrenabile di visitarla.

Be Sociable, Share!

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

One Response to "Cosa vedere a Bruges, la perla fiabesca delle Fiandre"

  1. Antonia Storace
    Antonia Storace   11 gennaio 2019 at 14:24

    È così bella che viene spontaneo chiedersi se esista davvero. Sembra veramente uscita da un libro di favole. Una perla.

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.