Fanga: la sneakers di lusso

Fanga: la sneakers di lusso

PITTI UOMO –  Unica, artigiana e stilosa. Ecco come si presenta la scarpa Fanga all’edizione Pitti Uomo 92.

Fedele al core business, quest’anno la partecipazione di Fanga a Pitti uomo risulta preziosa. Per la prossima primavera estate 2018, Fanga ripropone la più classica e articolata costruzione progettuale “Bologna” per garantire confort e flessibilità a scarpe che, nei nuovi modelli, colori e dettagli, si traducono in uno stile moderno e contemporaneo.

8 sono i modelli di scarpa che Bruno Riffeser Monti e i suoi soci presentano nel loro stand: risultato di lavorazioni manuali di estrema qualità, unite ad una attenta ricerca di dettagli.

I nuovi modelli hanno doppia fibbia laterale o sono arricchiti da un ricamo geometrico lungo le cuciture laterali della scarpa che rendono il prodotto unico nel suo genere, per manifattura e stile. Si punta su pellami di altissima qualità come vitelli in crust rifiniti a mano, vitelli rovesciati; e materiali pregiati come razza e alligatore. La palette cromatica della collezione SS18 propone sfumature classiche come il cuoio, il nero, ambra, o più accese come il rosso bordeaux, navy, blue notte, verde bottiglia.

“La nostra scarpa è creata per essere fresca. Una scarpa classica reinventata- spiega Bruno Riffeser Monti – che associa le tecniche antiche con gusto moderno e ricami innovativi. Una scarpa che può essere indossata con un abito classico. Ma è anche una scarpa che può sostituire anche la sneakers. La si può indossare con jeans e camicia bianca. Il nostro uomo Fanga deve essere  comodo e si deve sentire a suo agio in tutte le situazioni”. Conclude Mont

Nato nel 2016 da un progetto imprenditoriale di Lorenzo Fusina (25 anni) e Bruno Riffeser Monti (24 anni). Due giovani bolognesi che, al termine dei loro studi, hanno deciso una sfida imprenditoriale: puntare sulla tradizione per interpretare il futuro; partire dalle radici per sviluppare un prodotto di nicchia fatto in Italia, completamente, e solo a mano, per esaltare e impreziosire al massimo l’esclusività; essere testimoni dei valori culturali del nostro Paese.

Ogni scarpa è interamente cucita a mano utilizzando il metodo Goodyear, tecnica che conferisce comfort e resistenza eccezionali a un prodotto davvero esclusivo; oppure attraverso la costruzione “Bologna”.

Questa volta ci concentreremo su Fanga il suo nome originale deriva, infatti, dal dialetto e significa scarpa. Il suo piú grande distintivo? Stile + comfort.

Ma quale sarà l’evoluzione della scarpa Fanga? “Sicuramente il mercato estero. Siamo presenti soltanto in alcuni negozio a Parigi e sviluppiamo molto il contatto B2B. Spingiamo sull’apertura del monomarca, perché solo il  monomarca può raccontare la nostra storia di artigianalità italiana e spiegare i passaggi del nostro processo di produzione. Seguiamo passo per passo tutti i processi produttivi dalla ideazione, alla colorazione, per poi rappresentarla al mercato”. Così conclude uno dei soci dell’azienda bolognese.

Ma nel futuro di Fanga c’è anche la donna. “A gennaio sarà presentata la linea donna che si avvicina a quella maschile. La donna per essere elegante non può solo indossare scarpe alte, ma è femminile anche con una scarpa bassa.
Le scarpe Fanga si possono ordinare anche su misura scegliendo pellami, colori, modelli. Scarpe che richiedono una attesta di 2/3 mesi circa, con un prezzo che parte dai 1300 fino ai 10mila. Bastano, invece, circa 2 mesi per realizzare una scarpa destinata alla boutique, in vendita al prezzo dai  750 ai 1300 euro.

Testo di Anna Maria Gargani e Joanne Estefani

Be Sociable, Share!

Redazione

Redazione

In molte redazioni online, spesso, non si conoscono i veri autori degli articoli. MyWhere vuole presentare i suoi collaboratori e far sì che la bellezza della scrittura non racconti solo di viaggi o tecnologia ma anche di quella “mano invisibile” che rende la comunicazione così efficace. Vai alla pagina Redazione per conoscerci.
Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.