Festival Barocco Napoletano: la seconda edizione al MANN

Festival Barocco Napoletano: la seconda edizione al MANN

NAPOLI – Dal 29 gennaio al 21 maggio 2018, la Sala del Toro Farnese del MANN – Museo Archeologico Nazionale di Napoli – diretto da Paolo Giulierini, ospita la seconda edizione del Festival Barocco Napoletano: una rassegna di dieci concerti interamente dedicati ai compositori partenopei del XVI e XVII secolo, come Scarlatti e Pergolesi, e all’ascendente da essi esercitato sul panorama della musica classica europea.

Il festival desidera coinvolgere un pubblico di musicofili e non, convogliandoli verso l’atmosfera suggestiva di concerti, sinfonie e sonate napoletane, così che sia chiaro quanto il genio di Haydn, Beethoven e Mozart abbia trovato profonda ispirazione proprio nei nostri Maestri.
La programmazione della rassegna porta le firme di Massimiliano Cerrito (Presidente Associazione Festival Barocco Napoletano) e Giovanni Borrelli (Direttore Artistico Ensemble Barocco Napoletano e Violino di Concerto). Il ciclo di appuntamenti (di lunedì, alle 18, con ingresso libero fino ad esaurimento posti) è organizzato dall’ Associazione Festival Barocco Napoletano. In cartellone, l’Ensemble Barocco Accademia Reale: concertisti e professionisti animati dalla comune intenzione di salvare l’arte dall’oblio, dalla dimenticanza, e quindi impegnati in una importante attività di recupero e promozione delle opere inedite di autori della Scuola Napoletana del Settecento.

Festival Barocco Napoletano
Festival Barocco Napoletano

‹‹L’Associazione Festival Barocco Napoletano, nel divulgare e diffondere i valori del complesso mondo Barocco ed il gusto musicale diffuso durante il Regno di Carlo, pone la musica come punto di riferimento per le generazioni del futuro e motore di sviluppo culturale di respiro europeo››. Con queste parole Massimiliano Cerrito traccia il fil rouge che lega, fra loro, i dieci concerti facenti parte della rassegna.
La prima data, lunedì 29 gennaio, si apre con “Gli affetti e musica strumentale nella Napoli Barocca”, con le melodie di Scarlatti, Porpora, Pergolesi e Jerace riproposte, con rigore filologico e passione interpretativa, dall’Ensemble Barocco Accademia Reale (Giovanni Borrelli: violino di concerto; Angela Luglio: soprano).

‹‹Scriveva Charles de Brosses, intorno al 1739, che ‘Napoli è la capitale musicale d’Europa, che vale a dire del mondo intero’›› sottolinea il direttore del MANN, Giulierini ‹‹Un primato che sarebbe stato conseguito, negli stessi anni, nel campo archeologico, con le scoperte di Ercolano e Pompei. La grandezza della città di Re Carlo, in quel periodo faro per l’Europa, può essere compresa, dunque, solo tenendo presenti tutti gli ambiti culturali. Il MANN, impegnato nella ricerca delle identità cittadine, lavora in questo senso, e ritiene doveroso valorizzare questa branca musicale che tanto fasto portò alla capitale delle Due Sicilie››.

Con l’invito a godervi questo viaggio in musica, è qui pubblicato il programma del Festival.

SECONDA EDIZIONE FESTIVAL BAROCCO NAPOLETANO

29 gennaio- 21 maggio (sempre alle 18)

Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Sala del Toro Farnese

PROGRAMMA

29 gennaio 2018

Gli Affetti e musica strumentale nella Napoli Barocca

(musiche di A. Scarlatti, N. Porpora, G B. Pergolesi, M. Jerace)

Ensemble Barocco Accademia Reale

Giovanni Borrelli (violino di concerto)/ Angela Luglio (soprano)

12 febbraio 2018

Symphonie, Canzoni, Pass’emezzi, Baletti, Gagliarde &Retornelli, musiche e danze del XVII secolo

(“Il primo libro di Canzone, Sinfonie, Fantasie” di Andrea Falconiero, maestro della Reale Cappella di Napoli, 1650)

Ensemble barocco Accademia Reale; Gruppo di Danze storiche Danzar Gratioso

19 febbraio 2018

Il virtuosismo tastieristico dopo la Riforma

(musiche di G. Salvatore, A. Scarlatti, J. S. Bach)

Enza Caiazzo (clavicembalo)

5 marzo 2018

Del Suonar a due col basso, Concerti Sinfonie e Sonate Napolitane

(musiche di N. Fiorenza, A. Ragazzi, F. Mancini, D. N Sarri)

Ensemble la Stravaganza

19 marzo 2018

Le partite e sonate a violoncello solo

(musiche di F. Supriani, D. Gabrielli, J. S. Bach)

Rebeca Ferri (violoncello barocco)

2 aprile 2018

Musica devozionale e passione nella Napoli del XVII secolo

(Stabat Mater di A. Scarlatti)

Ensemble Barocco Accademia Reale

16 aprile 2018

La Suave melodia

(Canzoni Villanesche alla Napolitana, Raccolta di Johannes de Colonia, 1537)

Valerio Celentano (tiorba e chitarra barocca )/ Anna KatarzynaIr (contralto)

23 aprile 2018

La Serenata a voce e strumenti a Napoli

(musiche di L. Vinci, A. Scarlatti, N. Porpora)

Ensemble barocco Accademia Reale

Sabrina Santoro (soprano)/ Silvana Nardiello (contralto)

14 maggio 2018

La musica per strumenti ad arco e a fiato nel Settecento a Napoli

(Il manoscritto napoletano delle 12 sonate a flauto con basso continuo di Francesco Mancini, 1724)

Ensemble Gli Otiosi

Alessandra Castellano (traversiere)

21 maggio 2018

Li Zite ‘ngalera: commedia per musica di Leonardo Vinci (1722)

Ensemble Barocco Accademia Reale

Contatti:
Ufficio stampa MANN – tel.: 0814422205
Associazione Festival Barocco Napoletano: 335/7190508

Be Sociable, Share!

Antonia Storace

Ho dipinto di bianco una delle pareti di camera mia e, simile ad una giunonica tela, le ho affidato un pezzo della mia storia. Ora, sul suo perlaceo candore, una scritta vestita di nero contrasto danza come fosse sospesa nel vuoto: “La scrittura è stata la mia fonte della giovinezza, la mia puttana, il mio amore, la mia scommessa” (C. Bukowski).
Scrivere è il mio verbo all’infinito. Il mio infinito in un verbo: un destino che ti porti addosso, ti abita la pelle e dal quale non puoi fuggire.
Antonia Storace

Leave a Reply

Your email address will not be published.