Festival Europeo del Pane a Ravenna

Festival Europeo del Pane a Ravenna

Il weekend scorso è stato uno dei più interessanti di sempre, culinariamente e per quanto riguarda l’apprendimento di saperi e discipline diverse. A Ravenna si è svolto il Festival Europeo del Pane, in mezzo al quale l’Accademia del Gusto di Ravenna aveva allestito un piccolo laboratorio con diversi seminari distribuiti nelle giornate di venerdì, sabato e domenica. Il Festival Europeo del pane, giunto ormai alla sua undicesima edizione, è stato l’occasione per venire a contatto con le realtà panificatrici e i fornai migliori d’Europa, per conoscere le varietà di questo prodotto dall’importanza vitale, addirittura sacro nella nostra religione, eppure così semplice nella sua preparazione base. Quando avevo circa 15 anni, ho letto una frase su un libro che mi è sempre rimasta impressa poi negli anni a seguire. Il libro in questione era “L’inizio della storia” di Chrystall Linn, e diceva che “chi fa il pane è sempre felice”. Non so per quale ragione questa frase si è insinuata nelle mie viscere, e ancora oggi, quando mi capita di passeggiare e venire travolta da quel profumo di pane caldo o quando mi capita di farlo, mentre l’aroma si diffonde e invade tutta la casa, mi torna in mente questa frase. Trovo che non ci sia niente di più vero.

Il processo di lievitazione, la paziente attesa in cui si aspetta che il pane lieviti, poi il reimpasto, sono gesti che chiamano amore e energia positiva. Sono gestualità antiche, ricche di storie da tramandare.


Gente al lavoro

Al Festival erano presenti sei paesi: Francia, Portogallo, Spagna, Italia, Germania e Bosnia. Per ogni nazione era stato allestito uno spazio che ricreasse l’ambiente di un forno in cui erano presenti i fornai con le loro tradizioni e usanze gastronomiche da proporre, dolci e salate.


Leccornie dal mondo

Il calendario di laboratori di panificazione e esposizione dei prodotti era ricchissimo, impossibile scegliere. L’accademia del Gusto di Ravenna ha proposto seminari interessantissimi sugli argomenti più disparati, tenuti da docenti di altissimo livello e professionisti del settore. I laboratori si sono svolti nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, con approfondimenti sull’arte della panificazione, dell’intaglio della frutta, sulla caffetteria, sul rito dell’Aperitivo e Finger food e sulla professione meravigliosa ed emergente (almeno in Italia) del Wedding Planner. Corsi gratuiti a cui bastava solamente iscriversi per tempo. Una manifestazione caratterizzata da un’affluenza enorme di persone, tutte accalcate e guidate da un profumo intenso di farina e lievito, che ha avvolto per tre giorni tutta la città.

tutte le immagini sono coperte da copyright (© Veronica Frison)

Be Sociable, Share!

Veronica Frison

Veronica Frison

Vivo divisa fra Santarcangelo di Romagna (dove attualmente vivo), Bologna, Reggio Emilia (dove studio) e Londra (dove una casetta in stile vittoriano e un simpatico e folkloristico irlandese mi attende ogni volta che necessiti di un break).
La mia passione principale è la cucina, le storie legate al cibo, le persone. Ho avuto modo viaggiando molto di approfondire questa passione e farne proprio uno stile di vita, cercando storie e scoprendo di ogni città i posti più nascosti e caratteristici. Scrivere è un’esigenza e un piacere, mi piace che mi si chiedano consigli su città e ristoranti e poter essere di aiuto o di ispirazione. Sono autrice del blog cucinopertescemo.blogspot.com, che a volte trascuro per mancanza di tempo ma a cui devo tante soddisfazioni e meravigliose amicizie.
Veronica Frison

Latest posts by Veronica Frison (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.