Pronostici sui film più attesi della Festa del Cinema di Roma

I film su cui puntiamo: ora non ci resta che scoprire tutte le originalità e bellezze di questa decima edizione della Festa del Cinema di Roma!

Eccoci finalmente arrivati al giorno x. Inizia oggi la decima edizione della Festa del Cinema di Roma che – come nome dice- è tornata a chiamarsi Festa e non più Festival. Non ci saranno vincitori, vinti, giuria e madrina ma l’offerta dei film selezionati dal direttore artistico Antonio Monda, sta incuriosendo parecchio; della selezione ufficiale sono 37 i titoli proposti, quattro italiani; molte novità tra cui la presenza di serie tv, la statunitense Fargo (anteprima della seconda stagione) e l’israeliana Fauda (vicina ad un accordo con la HBO per un remake americano). Molte le anteprime, italiane ed europee e grandi incontri con ospiti d’eccezione: da Jude Law, a Joel Coen da Wes Anderson a Ellen Page per chiudere con Paolo Sorrentino e il tandem Carlo Verdone- Paola Cortellesi.

Ma si sa, una kermesse cinematografica è, e deve essere, caratterizzata dalla qualità dei film: qui vi segnaliamo i titoli che attendiamo con maggiori aspettative:

  • Truth di James Vanderbilt. Film d’apertura della Festa del cinema, due star di  Holliwood del calibro di Cate Blanchett e Robert Redford come protagoniste,  Truth racconta le vicende che hanno portato al caso “Rathergate” sui presunti favoritismi ricevuti da George W. Bush  per andare alla Guardia Nazionale anziché in Vietnam. Un film storico e dettagliato  che narra un evento molto discusso in America.
  • The Walk di Robert Zemeckis. Dal regista di “Forrest Gump” e della trilogia di “Ritorno Al Futuro”, “The Walk” è la storia vera di Philippe Petit (interpretato da Joseph Gordon-Levitt), un funambolo francese che camminò su una fune d’acciaio tesa tra le due torri del World Trade Center. Il film si preannuncia molto spettacolare grazie anche alla potenza grafica del 3D
  • Alaska di Claudio Cupellini. Con Elio Germano, una sicurezza del cinema italiano, e Astrid Berges Frisbey. Il film racconta la storia di due individui che non possiedono nulla se non loro stessi. Si conoscono per caso a Parigi in un albergo e già a partire da questo primo incontro si riconoscono nella loro fragilità e nel loro irraggiungibile sogno di felicità. Occhio, il film potrebbe essere la sorpresa della manifestazione.
  • Freeheld – Amore, Giustizia, Uguaglianza di Peter Sollet. Con Julianne Moore e Hellen Page, “Freeheld” è un film basato sull’omonimo cortometraggio – documentario premio Oscar, e adattato per il grande schermo dallo sceneggiatore di Philadelphia Ron Nyswaner e narra la vera storia d’amore di Laurel e Stacie e della battaglia che condussero per ottenere giustizia e parità di diritti. Un film molto attuale che farà molto parlare di sé e discutere.
  • Junun di Paul Thomas Anderson. Non si tratta di un film ma di un documentario e l’attesa per l’ultima opera del regista di “Magnolia” e “The Master” è alle stelle; il documentario racconta il viaggio di Anderson nel nord-ovest dell’India in compagnia di Nigel Godrich e Johhny Greenwood, membri dei leggendari Radiohead. Il trio ha improvvisato uno studio di registrazione nel forte del marajah di Jodhpur insieme ad alcuni musicisti indiani per preparare un disco, Junun appunto, ovvero “follia d’amore”.

Insomma questi sono i film su cui noi di MyWhere puntiamo, ora non ci resta che scoprire tutte le originalità e bellezze di questa decima edizione della Festa del Cinema di Roma!

I film più attesi della Festa del Cinema di Roma

Be Sociable, Share!

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.