Forum della Comunicazione: the Creativity Economy is here!

Forum della Comunicazione: the Creativity Economy is here!

MILANO – Torna il Forum della Comunicazione. L’evento, ormai giunto alla decima edizione, si concentrerà quest’anno sul tema della creatività, una capacità che contraddistingue l’uomo da qualsiasi altra creatura terrestre.

Giovedì 8 giugno a Milano, presso il Palazzo Lombardia, si svolgerà la decima edizione del Forum della Comunicazione e dell’Innovazione Digitale, un evento che col passare degli anni, è riuscito ad affermarsi come punto di riferimento assoluto nel suo settore.

Il Forum della Comunicazione e del Digitale è il principale evento italiano della comunicazione d’impresa e istituzionale con focus specifico sui temi dell’innovazione e del digital engagement. Coinvolge ogni anno oltre 2.000 partecipanti tra manager, imprenditori, innovatori, rappresentanti istituzionali ed i principali player e opinion leader della comunicazione e dell’innovazione digitale. Il Forum è un concentrato di contenuti e relazioni in cui i partecipanti si conoscono, interagiscono, condividono know how, presentano case history, fanno business e vengono ispirati a nuove iniziative, uscendo dal circolo autoreferenziale e dialogando con gli opinion leader dell’economia e dell’informazione.

Lo slogan, o meglio, il tema del forum di quest’anno sarà “Welcome to the creativity economy”, un chiaro riferimento alla continua evoluzione dei mezzi di comunicazione che stiamo vivendo. Ci troviamo infatti agli albori di una nuova trasformazione (alcuni la definiscono “quarta rivoluzione industriale”) che sta modificando radicalmente il modo in cui viviamo, lavoriamo e comunichiamo. Alla luce delle numerose innovazioni introdotte (tecnologia portatile e disponibile ovunque, robot intelligenti, driverless cars, aumento delle capacità cerebrali grazie alla neuro-tecnologia) si rende necessario tuttavia ripensare al nostro ruolo come esseri umani all’interno di una società dominata dalle tecnologie.

“Il mondo è sempre più dominato dalle cosiddette tecnologie intelligenti – ci tengono a ricordare gli organizzatori della manifestazione – e se non impariamo a conoscerle, metteranno in discussione il significato stesso di essere umano”.

E allora, alla luce di questa riflessione, sarà proprio su questo che verterà il Forum della Comunicazione 2017, che, nel celebrare la sua decima edizione, cerca di proporre un approccio che valorizzi l’uomo mettendo in risalto ciò che lo rende unico generatore di idee: la creatività. Per farlo, l’organizzazione si servirà della bellezza di 145 speaker di eccellenza che si susseguiranno in incontri sul tema della creatività.

Tanti, tantissimi gli esperti di comunicazione, appartenenti alle principali aziende d’informazione, che si confronteranno sulla trasformazione digitale e sui nuovi leitmotiv della comunicazione di oggi. Non mancheranno inoltre occasioni di networking e Business Matching.

Tra le novità più importanti, c’è sicuramente da sottolineare la presenza di un’area espositiva allestita da TT Tecnosistemi con una camera immersiva 3×3, all’interno della quale il visitatore potrà sperimentare la realtà virtuale interattiva ed essere teletrasportato in fantastiche ambientazioni tutte da vivere.

A chiusura dell’evento, inoltre, si farà sintesi dei contenuti espressi con un “Manifesto” divulgando le tematiche con le “parole chiave” più rilevanti dell’anno, e più “votate” dal pubblico di specialisti del settore.

Se volete conoscere ulteriori dettagli, date un’occhiata al programma completo cliccando qui

Steve Moss

Steve Moss

Vivo in Great Britain da molto tempo e le mie origini sono sicuramente anglosassoni, anche con una grande componente italiana. Ho vissuto in giro per l’Europa ma è l’Inghilterra il paese che prediligo, dove le più belle auto (Aston Martin e Jaguar), la musica più gloriosa (dai Beatles al punk inglese), i più affascinanti attori, (Hugh Grant e Rupert Everett), ed il buon cibo dai vari pudding al fish and chips per non parlare delle cheese cake in poi sono la mia passione. Ma in testa alla classifica c’è anche la moda (i più grandi sarti per l’uomo sono qui) ed anche le donne, come quella da cui ho rubato il cognome ma ahimé non fa parte del mio ramo famigliare.
Parlerò di sport o di turismo in giro per l’Europa, ma se volete vedere i parchi più colorati o la city più frenetica dovrete venirmi sempre a cercare nella Great London.
Steve Moss

Leave a Reply

Your email address will not be published.