Hosteria della Musica è il new concept restaurant milanese

Hosteria della Musica è il new concept restaurant milanese

MILANO – Hosteria della Musica nasce a due passi dalla Stazione Centrale nella città che anticipa tutte le tendenze. Un luogo dove mangiare bene, trovarsi, incontrare e ascoltare ottima musica dal vivo. Qui l’estetica si mescola sapientemente all’atmosfera magica della musica e della cucina di altissimo livello.

L’Hosteria della Musica è un locale già molto noto sia al pubblico milanese che ai numerosi turisti che affollano le strette vie di Brera, un ristorante relativamente giovane ma che ha riscosso fin dall’apertura un notevole successo. Il Milano Restaurant Group, un pool di elementi con alle spalle anni di esperienza nel campo specifico, ha deciso di replicare la formula sperimentata in Brera questa volta però facendo le cose molto più in grande. Alla Ferrovia infatti, pur presentando caratteristiche simili al primogenito, è molto più grande, pensato proprio per dare uno sprint differente, per dare vita a uno spazio che non è il classico ristorante – che tuttavia si può scegliere rimanendo nel tranquillo piano terra visibile dalle ampie vetrate -, inteso nel senso letterale del termine dove cioè le persone vanno, mangiano e poi proseguono la serata altrove.

Hosteria della Musica

Qui  la cena è solo l’inizio di un lungo tempo dedicato alla convivialità, reso possibile grazie ai concerti di musica dal vivo del giovedì, venerdì e sabato, dalla possibilità di entrare anche solo per bere un ottimo cocktail seduti sugli opulenti divani vintage Chesterfield in pelle, proprio di fronte all’ampio bancone del bar creato per accogliere chi all’Hosteria Alla Ferrovia sceglie di fermarsi per fare un saluto agli amici o darsi appuntamento per socializzare.

Hosteria della Musica

La struttura dell’Hosteria della Musica è ampia ed accogliente. Partendo dalla scala che conduce al piano inferiore, gli ospiti accedono nell’ampio salone principale, che ha per tema di arredamento principale il vintage chic ma che ospita anche delle piccole isole più rustiche, come il Tavolo Cucina, in legno a vivo, con sgabelli alti che ricordano quelli dei fast food anni Cinquanta a stelle e strisce, con lampade sospese a fisarmonica tutte in acciaio e la vista sull’enorme cucina – da cui appunto il nome -, separata dalla sala solo da enormi vetrate.

O ancora la Sala dei Vini con un grande tavolo centrale, prenotabile per cene private o anche, perché no, per una serata di incontri dove la vicinanza e la convivialità porta inevitabilmente alla socializzazione, dove le pareti sono letteralmente costituite da una quantità enorme di bottiglie di vini di altissima qualità provenienti da ogni parte d’Italia. Il cuore del locale però è costituito dall’ampio palco dedicato alla musica live, protagonista delle serate del week end all’Hosteria: dodici metri su cui le band si avvicendano e da cui coinvolgono il pubblico con i loro travolgenti ritmi. La parte posteriore al palco è una riproduzione esatta di un murales di North Beach a San Francisco,

Hosteria della Musica

dove i colori e i ritratti di musicisti sono protagonisti di un’immagine che costituisce un vero e proprio tuffo nei templi della musica d’oltreoceano, pur restando a Milano. Ma le sorprese dell’Hosteria della Musica non finiscono qui: proprio dietro il palco esiste una stanza ludica, in linea con lo stile british che discretamente invade l’intero ristorante. Si tratta della Stanza dei Sigari, un luogo dove i gentlemen possono ritirarsi per acquistare e fumare sigari provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo, dove possono intrattenersi a giocare con un calcio balilla o sedersi nelle poltrone per respirare l’aria fumosa dei pub inglesi. Pezzi di antiquariato di origine britannica si trovano disseminati un po’ in tutto il locale, dalle antiche casseforti delle navi inglesi usate come tavoli del salottino di fronte al bar, alle antiche botti per fare il burro, dalle poltrone da antico barber shop, ai batticarne in ferro battuto. Poco distante dalla Sala dei Sigari si trova un altro scrigno, una grandissima sala separata dal resto dell’open space da porte scorrevoli in legno; è quello l’angolo destinato alle cene o eventi aziendali che, con una capienza di circa duecento persone, riesce a dare vita a feste totalmente riservate e separate dal resto del ristorante. Le serate dedicate a eventi del genere sono il lunedì, il martedì e il mercoledì.

All’Hosteria della Musica il menù è ricchissimo, presenta piatti di terra e di mare, ampia offerta di carni di altissima qualità come la Scottona bavarese, il Nebraska Black Angus e la chianina, pizza rigorosamente napoletana e particolare attenzione anche nei confronti delle persone che hanno intolleranze alimentari o che hanno compiuto la scelta ideologica di essere vegetariane o vegane. È sufficiente segnalare le varie esigenze al disponibile personale di sala e lo chef sarà felice di accontentare anche i loro palati con leccornie indimenticabili.

Hosteria della Musica

Durante le serate di musica live sarà possibile optare tra diverse cene di degustazione a prezzo fisso. E se poi, dopo aver mangiato o chiacchierato tanto, si sentirà il bisogno di rinfrescarsi un po’ alla toilette, si scoprirà un’altra meraviglia: nascosta dietro pareti circolari in vetrocemento che nascondono l’accesso ai bagni c’è una piccola fontana alle cui spalle si trova un muro affrescato da un’artista locale, con le immagini dei grandi cantanti della storia che non ci sono più ma che rimarranno indelebili nella memoria collettiva. Da George Michael a Pavarotti, da Elvis a Whitney Houston. Insomma, l’Hosteria della Musica Alla Ferrovia è già un riferimento irrinunciabile per una clientela scelta e di età adulta, un posto dove finalmente ritrovarsi e divertirsi e dove si può entrare da soli ma ritrovarsi poi a chiacchierare piacevolmente con chiunque proprio grazie all’atmosfera che il locale stesso genera.

HOSTERIA DELLA MUSICA ALLA FERROVIA

Via Pirelli 1, Milano – Tel.: 02-66703885

Email: ferrovia@hosteriadellamusica.com

Sito web: www.hosteriadellamusica.com

Credito fotografico: Mauro Parma

Hosteria della Musica

Hosteria della Musica - Piano superiore
Hosteria della Musica – Piano superiore

Hosteria della Musica - Sala piano superiore
Hosteria della Musica – Sala piano superiore

Hosteria della Musica - Saletta piano rialzato
Hosteria della Musica – Saletta piano rialzato

Hosteria della Musica - Dettaglio
Hosteria della Musica – Dettaglio

Hosteria della Musica - Scala per piano inferiore
Hosteria della Musica – Scala per piano inferiore

Hosteria della Musica - Open space piano inferiore
Hosteria della Musica – Open space piano inferiore

Hosteria della Musica - Fontana e murales cantanti
Hosteria della Musica – Fontana e murales cantanti

Hosteria della Musica - Ingresso Sala dei Sigari
Hosteria della Musica – Ingresso Sala dei Sigari

Hosteria della Musica - Panoramica piano inferiore
Hosteria della Musica – Panoramica piano inferiore

Hosteria della Musica - Sala dei Vini
Hosteria della Musica – Sala dei Vini

Hosteria della Musica - Sedia da barbiere vintage
Hosteria della Musica – Sedia da barbiere vintage

Hosteria della Musica - Parte dello staff
Hosteria della Musica – Parte dello staff

Hosteria della Musica
Hosteria della Musica

Hosteria della Musica - Sala dei Sigari
Hosteria della Musica – Sala dei Sigari

Hosteria della Musica - Cucina
Hosteria della Musica – Cucina

Hosteria della Musica - Cocktail
Hosteria della Musica – Cocktail

Hosteria della Musica - Cocktail 2
Hosteria della Musica – Cocktail 2

Hosteria della Musica - Piatti menu
Hosteria della Musica – Piatti menu

Hosteria della Musica - Piatti menu 2
Hosteria della Musica – Piatti menu 2

Hosteria della Musica - Sala eventi
Hosteria della Musica – Sala eventi

Hosteria della Musica - Ingresso
Hosteria della Musica – Ingresso

Hosteria della Musica - Saletta rialzata piano inferiore
Hosteria della Musica – Saletta rialzata piano inferiore

Be Sociable, Share!

Marta Lock

Marta Lock

Sono romanziera, aforista, saggista, ho una rubrica socio-psicologica, L’Attimo Fuggente, che parla di emozioni, sentimenti relazioni, nella complicata realtà contemporanea, e che esce ogni lunedì sul mio sito web www.martalock.net, Recensisco mostre di pittura e vado alla scoperta dei piccoli luoghi e scorci interessanti di Italia di cui raccontarvi. Scrivere è la mia vita, la mia vocazione e la mia gioia più grande.
Marta Lock

Leave a Reply

Your email address will not be published.