Ice Tea Cocktail, arte e musica. Arriva l’estate del Nuovo Teatro Orione

Ice Tea Cocktail, arte e musica. Arriva l’estate del Nuovo Teatro Orione

ROMA – Se il primo incontro 2018 della rassegna musicale Molto Rumore Per Nulla è stato occasione di inaugurazione della nuova gestione del bar, caffetteria e bistrot del Teatro Orione, in Via Tortona 7, l’ottavo appuntamento, fissato per giovedì 26 aprile a partire dalle 19:30 , accoglierà la bella stagione con un’incredibile serata a base di musica live, installazioni e soprattutto Ice Tea Cocktail, che potrete gustare nelle più fresche varietà alcoliche. Ad esibirsi la band Gli Scortesi e Giovane Favoloso, con il dj set live a cura di TSIND.

Commedia, prosa, tragedia e declinazioni artistiche inconsuete. Tutto questo e molto altro è il Nuovo Teatro Orione, che continua a scommettere sulla proposta di un ambiente teatrale che faccia della cura del dettaglio, ma con un carattere informale, i suoi punti di forza per essere una realtà aggregante sul territorio. L’intraprendenza della nuova gestione del teatro sta dimostrando che

ice tea cocktail orione
Visual della serata speciale a base di Ice Tea Cocktail in programma per il 26 aprile

questa sfida può essere vinta, dato il crescente successo del format Molto Rumore Per Nulla, giunto all’ottavo appuntamento e al suo secondo anno di vita. Serate musicali con artisti consolidati ed emergenti in vari ambiti che diventano veri e propri contenitori culturali a cui si aggiunge il divertimento di un locale alla moda. L’evento di giovedì 26 aprile (ingresso libero e parcheggio gratuito) darà il benvenuto alla bella stagione con una serata imperdibile a base di Ice Tea Cocktail, che potrete gustare nelle più varie e fresche varianti proposte dal Bar, caffetteria e bistrot del Teatro, la cui nuova gestione è stata inaugurata insieme alla stagione 2018 della rassegna. A partire dalle 19:30 il Nuovo Teatro Orione aprirà le porte a chiunque vorrà passare una serata tra musica, divertimento e arte, preparandosi al caldo estivo assaporando cocktail gustosi e freschi. Le varietà alcoliche degli estivissimi Ice Tea saranno accompagnate da prodotti gastronomici di stagione. Non mancherà ovviamente il dj set, che sarà all’insegna dell’indie rock di TSIND con musica live: a esibirsi Gli Scortesi e Giovane Favoloso.

I primi sono una band nata nelle borgate di periferia a sud di Roma sul finire del 2015. Da allora tanti live, l’uscita di tre singoli (Gabbiani, Lexotan e I Trentenni Non Esistono) e le registrazioni in studio del primo LP. Buona Convivenza, la canzone scelta come singolo, è il brano che meglio riassume lo spirito del gruppo e che esprime l’incapacità di due persone di coesistere nello stesso spazio, sia esso fisico o mentale.

Giovane Favoloso è invece un ragazzo della provincia toscana che vive ora quasi stabilmente a Roma. Ha suonato in alcune band prima di intraprendere il suo progetto musicale da solista.

Si assisterà, inoltre, all’esposizione delle creazioni di Noemi Intino costume design, delle installazioni di Gubrin – Claudia Intino, oltre che di alcune delle foto di Matteo Casilli, tratte dalla sua ultima opera Musician, in mostra permanente nel foyer del teatro.
Durante l’evento potrete anche acquistare i biglietti per il nuovo esilarante spettacolo Trashdance, ideato da Claudio R. Politi  e diretto da Carlo Oldani. L’iniziativa, a scopo benefico, è a cura dell’Associazione Flavio Tortosa, che ne devolverà i proventi per concludere il Progetto Caravaggio, al quale il Nuovo Teatro Orione sta duramente lavorando dallo scorso anno, con la collaborazione della Polisportiva Città Futura, per la riqualificazione dell’area esterna del Liceo Artistico Caravaggio, nel quartiere Tormarancia.
Dunque ancora una volta una serata che promette di accendersi di festa nel foyer del teatro in Via Tortona 7 insieme all’intero quartiere romano. Non mancate!

Molto Rumore Per Nulla

Teatro Orione Via Tortona 7, Roma

giovedì 26 aprile dalle 19:30

INGRESSO LIBERO

PARCHEGGIO GRATUITO

 

Be Sociable, Share!

Stefano Maria Pantano

Et unum facere et aliud non omittere! Ricordo con affetto queste parole, che uno dei miei più cari maestri di prima gioventù amava ripetermi. Non sempre però riesco a mettere in pratica il prezioso precetto dei padri latini, essendo io alla perenne ricerca di un equilibrio e di una pace mai trovata. Mi dibatto tra vari interessi che vanno dallo studio al teatro (visto e recitato), dallo sport alla scrittura cercando la mia stella. Fisicamente a metà fra l’atleta e il topo da biblioteca, ma sempre più tendente verso il secondo, la mia eterna preoccupazione è che quello che faccio sia fatto degnamente, secondo un’espressione orientale che mi sta molto a cuore: kung fu (“lavoro molto duro praticato con abilità e sacrificio”).
Stefano Maria Pantano

Leave a Reply

Your email address will not be published.