Il menswear di Pitti Uomo 93 protagonista al Film Festival della moda

Il menswear di Pitti Uomo 93 protagonista al Film Festival della moda

FIRENZE – Ciak, motore, azione. Il Film Festival del menswear targato Pitti Uomo 93 ha inizio. Domani verrà inaugurata l’edizione 93 presso la Fortezza dal Basso di Firenze. Dal 9 al 12 gennaio il Pitti si trasforma in un salone cinematografico. Gli stili delle sue diverse sezioni come generi diversi. Dal thriller ai film d’avventura, al genere d’azione e sportivo per concludersi con le spy-stories. I suoi padiglioni diventano, invece, sale in cui godersi lo spettacolo. Un progetto con layout e direzione creativa firmati dal lifestyler, Sergio Colantuoni.

Grandi nomi del fashion design e progetti espositivi dall’anima contemporanea per questa edizione numero novantatré. Pitti Uomo, una piattaforma internazionale di riferimento per le collezioni di moda maschile, ancora una volta riflette quelli che sono i movimenti più attuali della moda e i trend più esclusivi.

Il piazzale centrale della Fortezza da Basso sarà animato dal movie theatres district. Enormi billboard e locandine che annunciano i blockbuster. Ma anche i film cult e le pellicole indipendenti in programmazione. In questo caso si introduce il tema generale del nuovo digital art project di accompagnamento alla campagna pubblicitaria dei saloni.

pitti-cinema-6iv6ovw71lr6gqd48yjra35jhuvou4xcfy60hqd7yda

“Ogni edizione di Pitti Uomo è sempre un grande film sulla moda maschile. Dice Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine. Che ha per protagonisti marchi, buyers, giornalisti, influencer e visitatori da tutto il mondo. Ma questa volta trasformiamo il salone in una rassegna cinematografica: sarà come partecipare a un grande festival di cinema, che racconta in modo unico e coinvolgente le sue sezioni al pubblico internazionale. Ci immergeremo in un animato movie theatres district, in cui si annunciano i blockbuster ma anche i film cult e le pellicole indipendenti”.

14 sono le sezioni del menswear: Pitti Uomo, Pop Up Stores, Fashion At Work, HI Beauty, Futuro Maschile, Make, Touch!, l’Altro Uomo, Born in the USA, Unconventional, Open, I Play, Urban Panorama, My Factory.

1.230 i marchi che potranno essere ammirati da 36.000 visitatori previsti.

Quindi tanti e grandi nomi del del menswear internazionale per questa edizione. Primo fra tutti Corneliani che torna a Pitti Uomo 93 per presentare la nuova collezione A/I 2018-19. Un’immersione nell’universo stilistico del brand, in continua evoluzione, che coincide anche con il nuovo corso dell’identità aziendale e il lancio di una innovativa piattaforma digitale. Presente sarà anche Karl Lagerfeld. Che fa il suo ritorno al  Pitti con la nuova collezione uomo.

Di notevole importanza è l’inaugurazione a Firenze del Gucci Garden in Piazza della Signoria. All’interno dello storico Palazzo della Mercanzia e ideato dal Direttore Creativo della Maison Alessandro Michele, Gucci Garden ospiterà un negozio dove saranno disponibili prodotti in edizione unica. Un ristorante a cura dello chef 3* Michelin Massimo Bottura e spazi espositivi curati dal critico e curatore Maria Luisa Frisa.

Debutta a Pitti Uomo 93 il progetto speciale sulla nuova dimensione del vivere sportivo. ATHLOVERS @ POLVERIERA. 

Athlovers, il nuovo progetto speciale alla Fortezza da Basso che esprime la nascita di collezioni athletic-minded. In collaborazione con REDA – storico lanificio biellese, che per la prima volta partecipa al salone – .

I brand protagonisti del progetto sono: 42.54, AEANCE, DYNE, GR1PS e ISAORA.

Tra le sfilate del menswear da non perdere:

UNDERCOVER by Jun Takahashi e TAKAHIROMIYASHITATheSoloist. Presenteranno le loro collezioni uomo per l’Autunno/Inverno 2018-19. UNDERCOVER torna a Firenze dopo quasi nove anni e lo fa insieme a TAKAHIROMIYASHITATheSoloist., al debutto, fuori dal Giappone, con il suo menswear. Per la prima volta in assoluto i due designer visionari daranno vita a due show consecutivi, espressione non solo della loro amicizia, ma anche del rispetto reciproco per il proprio lavoro.

PITTI UOMO 93

Brooks Brothers, il più antico brand di abbigliamento americano, celebrerà i suoi due secoli di vita nel 2018: le celebrazioni inizieranno a gennaio a Firenze in collaborazione con Pitti Immagine Uomo. Il 10 gennaio, Brooks Brothers presenterà la sua prima sfilata in assoluto in un luogo straordinario come il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. Palazzo Vecchio sarà anche la location scelta per un’ampia retrospettiva sui leggendari archivi del brand.

Première a Pitti Uomo 93 per M1992, il progetto dell’eclettico designer e dj italiano Dorian Stefano Tarantini. M1992 è la nuova denominazione del brand Malibu 1992, che ha già catturato l’attenzione della stampa internazionale nelle scorse stagioni. Con uno Special Project promosso dalla Fondazione Pitti Discovery, nato dalla collaborazione tra Pitti Immagine e Camera Nazionale della Moda Italiana che lo ha sostenuto fin dalla prima sfilata, Dorian presenterà il nuovo corso del suo brand nel del menswear – nato da contaminazioni tra arte multimediale, musica e moda – con una sfilata, all’insegna di una sempre maggiore trasversalità sperimentale e stilistica.

 E al menswear si aggiunge il womenswear

L’International Woolmark Prize, uno dei premi più prestigiosi a livello globale a supporto dei nuovi talenti, torna a Firenze durante Pitti Uomo, per decretare i vincitori della categoria menswear e womenswear. Quest’ultima assoluta novità per Pitti. I 12 finalisti provenienti da tutto il mondo presenteranno collezioni innovative per valorizzare le potenzialità della lana Merino australiana.

PITTI UOMO 93

Fondazione Pitti Immagine Discovery presenta Luca Magliano, vincitore di WHO’S ON NEXT? UOMO 2017 con il suo brand Magliano. Lo stilista italiano porterà in scena la sua visione stilistica e il suo concept preciso e minimalista, per un “editing dell’indispensabile” nel guardaroba maschile di oggi.

I nomi più promettenti della nuova scena fashion finlandese saranno protagonisti a Firenze del progetto speciale GUEST NATION, promosso da Fondazione Pitti Immagine Discovery.

Otto brand e designer finlandesi sono stati selezionati per presentare le loro collezioni alla Fortezza da Basso, nell’area speciale dello Spazio Carra. I nomi: Formal Friday, Ikla Wright x Turo, Mannisto, Maria Korkeila x R-Collection, Nomen Nescio, Rolf Ekroth, Saint Vacant, Vyner Articles.

PITTI UOMO 93

Grazie ad una nuova collaborazione con KOCCA – Korea Creative Content Agency – Fondazione Pitti Immagine Discovery torna ad accendere i riflettori sui più interessanti brand dalla Corea del Sud che da varie stagioni si distingue come una delle realtà più dinamiche della ricerca fashion. A questa edizione, mercoledì 10 gennaio, saliranno sulla passerella della Dogana le collezioni di Beyond Closet e Bmuet(te).

Les Benjamins, marchio di streetwear contemporaneo basato a Istanbul, ha scelto Firenze per presentare la nuova collezione maschile A/I 2018-19. “The ancient skyscrapers at night”, con un evento-performance al Teatro Niccolini: le antiche piramidi ispirano tutti i grattacieli di oggi – dagli Aztechi all’Egitto e molte altre civiltà in tutto il mondo – e il contrasto tra le strutture architettoniche odierne e quelle del passato viene presentato attraverso cut e collage grafici. Il fondatore e direttore creativo Bunyamin Aydin è noto per raccontare storie di culture e tradizioni, definendo il territorio “ibrido” tra cultura e comfort.

Non ci resta che indossare gli occhialini in 3d.  Accomodarci sulle poltrone dei vari padiglioni della Fortezza e goderci questo spettacolo. Dove il cinema e la moda si incontrano per diventare tutt’uno.

Be Sociable, Share!

Annamaria Gargani

Annamaria Gargani

“Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso”. Questa frase dello scienziato Albert Einstein racchiude tutta la mia personalità. La curiosità nei confronti della vita mi ha spinto a scegliere il giornalismo e la comunicazione come modo di raccontare ciò che i miei occhi vedono e le mia mente assimila come spugna. Napoletana di nascita, vivo la vita giorno per giorno, cercando sempre nuovi stimoli sia da me stessa e sia dalle persone che incontro sul mio cammino. D’altronde la vita è un cammino siamo tutti un po’pellegrini.
Annamaria Gargani

Leave a Reply

Your email address will not be published.