iPadMINI. Cook smentisce Jobs

iPadMINI. Cook smentisce Jobs

18 ottobre 2010. Steve Jobs bolla come inutili i tablet da 7 pollici dichiarandoli inutili.

23 ottobre 2012. Tim Cook è lieto di presentarci il nuovo iPad Mini da 7,9 pollici durante l’ultimo Keynote.

Caratteristiche tecniche: processore A5 (lo stesso dell’iPad 2), schermo non Retina con risoluzione 1024×768 pixel. Sulla carta lo rendono peggiore dei diretti rivali, Nexus 7 e Kindle Fire, ma vediamo se è veramente così.

Un vantaggio per aver scelto questa risoluzione è la piena compatibiltà con il software presente nell’App Store. Lo schermo è stato trattato con un buon sistema antiriflesso, ottimo contrasto e bei colori. Durante la riproduzione di video ed immagini si nota una certa mancanza di definizione, ma ancor di più si nota nei testi delle pagine web. In ogni caso l’uso dell’iPad Mini risulta sempre piacevole e soddisfacente.

Il processore, nonostante non sia di ultima generazione, si gestreggia bene in quasi tutte le situazioni, grazie soprattutto all’eccellente ottimizzazione (marchio di fabbrica di Apple) del sistema operativo.

La qualità costruttiva è altissima, design minimalista in piena stile Apple, tutto puntato sui dettagli e la qualità dei materiali.

L’iPad Mini prende spunto dall’iPhone 5 ed infatti si nota subito il bordo lucido che divide lo schermo dalla scocca, ed il retro opaco di alluminio ricoperto da una vernice molto piacevole al tatto e alla vista. Altra cosa, da me molto apprezzata, è il ridotto bordo ai lati dello schermo. Grazie a questo, e al peso di 308 grammi, la maneggevolezza e la portabilità risulta ottimale.

Il tablet dispone di una fotocamera posteriore da 5 Megapixel, in grado di relizzare video a 1080p, ma senza flash, ed una frontale per le videochiamate con Facetime in HD (720p).

Dopo una settimana di utilizzo posso dire che l’iPad Mini ha una qualità altissima e che non deluderà per nulla chi lo acquisterà. Risulta perfettamente bilanciato ed in grado di gestire tutte le applicazioni presenti oggi nello Store.

Discorso diverso per il futuro. Tra uno, massimo due anni, il processore A5 sarà davvero obsoleto, e molto probabilemente non potrà supportare le nuove applicazioni e forse anche le prossime versioni di iOS. Il che fa spingere a riflettere sulla finestra temporale di vita di questo iPad Mini, che non sembra molto lunga.

Ovviamente queste sono solo speculazioni sul futuro, ma valeva la pena sottolineare questo possibile scenario.

 

Be Sociable, Share!

Andrea Guidetti

Nato col Commodore 64, Amiga e Nintendo 8-bit ho passato l’adolescenza sul divano in compagnia degli amici e della famiglia Playstation. Quando ero fuori casa facevo le mie prime chiamate con i gettoni, ma dagli anni ’90 ho conquistato quello che credevo essere una delle tecnologie più rivoluzionarie: il Motorola 8700, altro che il “risoluzionario” iPad di oggi! Dovevo combattere con mia madre quando con la linea a 56k pretendevo di andare in internet mentre lei voleva telefonare. Per fortuna oggi ho la casa cablata con wifi e fibra ottica.
Andrea Guidetti

Leave a Reply

Your email address will not be published.