La Francia in scena con sei mesi di spettacoli in tutta Italia

La Francia in scena con sei mesi di spettacoli in tutta Italia

ITALIA – Dal 6 giugno fino a dicembre un calendario fitto di appuntamenti in tutto il territorio nazionale per la terza edizione della rassegna la Francia in scena, stagione artistica dell’Institut français Italia.

Francia in scena è una preziosa occasione per conoscere il mondo della creazione artistica francese, un susseguirsi di musica, arte, danza e teatro.

Gli eventi toccheranno moltissime città italiane tra le quali Bologna, Bolzano, Catania, Firenze, Mantova, Napoli, Palermo, Torino, Venezia e tante altre; in alcuni casi gli eventi della rassegna Francia in Scena saranno integrati in Festival e manifestazioni, alimentando gli scambi e la condivisione tra la cultura artistica francese e quella italiana.

Francia in ScenaUna delle novità di quest’anno è la “Bibliothèques Vivantes”, un progettoche prevede performance artistiche e installazioni partecipative in luoghi insoliti quali le biblioteche pubbliche e universitarie. Uno dei primi step sarà proprio a Roma dove è in atto la residenza creativa della regista francese Fanny De Chaillé presso la Biblioteca Nazionale Centrale che culminerà in una performance aperta al pubblico dal 6 al 9 giugno dal titolo “La Bibliothèque”.

Una personificazione della letteratura in cui alcuni volontari, dopo aver seguito un seminario, si trasformeranno in una sorta di libri umani, disponibili a essere consultati dal pubblico, poiché ognuno di noi può essere autore e divulgatore di un sapere a disposizione degli altri.

Un altro importante appuntamento nel programma romano è il 21 giugno, in occasione de La Festa della Musica, in collaborazione con il Ministero dei Beni culturali e il Comune di Roma: un grande concerto gratuito celebrerà l’arrivo dell’estate in Piazza Farnese, davanti la sede dell’Ambasciata di Francia: sul palco La Femmeband francese dalle sonorità psych-pop e Cosmo, artista italiano, fondatore dei Drink to Me, una delle cult band più amate dell’underground italiano.Francia in Scena

Il trombonista francese Fidel Fourneyron insieme al sassofonista italiano Cristiano Arcelli, saranno impegnati in un momento di creazione e produzione dal 20 al 23 settembre in un ulteriore residenza creativa che culminerà il 23 in un grande concerto alla Casa del Jazz di Roma.

Ad ottobre sarà la volta del Romaeuropa Festival con Aurelién Bory e la sua Compagnie 111: il regista di Tolosa presenterà “Espaece – A piece by Aurélien Bory”: teatro ibrido, che mescola danza, circo, istallazioni plastiche.

Non potrà mancare in autunno una visita alla galleria Wunderkammern di Roma (dal 7 ottobre al 18 novembre) per l’esposizione delle opere di Lek & Sowat; la loro ricerca è legata alla disciplina detta “Urbex”, o “Exploration Urbaine”: esplorazione della città alla ricerca di rovine moderne, sotterranei e spazi abbandonati, andando oltre i limiti dei graffiti tradizionali e utilizzando video, astrazioni architettoniche, installazioni e archeologia.

Rimanendo sulle arti visive, troviamo alla Biennale di Venezia l’installazione di “Studio Venezia”, progettata da Xavier Veilhan; un laboratorio-studio di registrazione, nonchè installazione immersiva realizzata in modo da annullare tutti i riferimenti spaziali del padiglione francese; tale dispositivo musicale, combina diverse discipline ed ospiterà per tutta la durata dell’evento musicisti professionisti provenienti da tutto il mondo.

Sono 22 gli appuntamenti con la danza contemporanea francese, lasciando anche quest’anno grande spazio al circo, nella cui programmazione è inserito un particolare progetto realizzato dalla compagnia francese Les Acolytes e quella italiana Cirque El Grito: cabaret itinerante in Basilicata e in Puglia.

Francia in scenaIl Torinodanza Festival ospiterà il 16 settembre “La Parade Moderne” di Clédat et Petitpierre con la loro  creatività a metà strada tra l’arte plastica e la performance: “sculture da attivare”, dieci personaggi ispirato a celebri artisti del novecento che prendono vita nelle strade cittadine ed interagendo con il pubblico.

La Francia in scena è una manifestazione organizzata da dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno dell’Institut français e del Ministère de la Culture et de la Communication, della Fondazione Nuovi Mecenati, della Commissione Europea (Creative Europe) e del Ministero dell’Istruzione italiano dell’Università e della Ricerca – Afam (MIUR – Afam).

Potete consultare l’intero calendario di Francia in Scena, con eventi da giugno a dicembre qui; per seguire la pagina facebook dell’ Institut français Italia.

Francia in scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Francia scena

Be Sociable, Share!

Giulia Chellini

Silenziosa scrutatrice, appassionata di arte e restauro; spesso sogno ad occhi aperti il mondo come dovrebbe essere per dimenticare il mondo come è..ed intanto perdo l’autobus. Fotografo dettagli insignificanti, cerco quadrifogli nei prati e parlo con i gatti. Penso che lo scopo della vita sia racchiuso nella parola “scoprire”: luoghi, cose e persone.
Giulia Chellini

Leave a Reply

Your email address will not be published.