L’Eredità delle Donne e la caccia al tesoro fotografica

L’Eredità delle Donne e la caccia al tesoro fotografica

FIRENZE – “La caccia al tesoro fotografica” approda a Firenze il prossimo 22 settembre: un autentico urban game realizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale DISTURbo – nell’ambito del festival L’Eredità delle Donne. Le nostre giornate del Patrimonio – che vanta due edizioni internazionali, a New York e a Lisbona, e ha già coinvolto, prima del capoluogo toscano, le città italiane di Milano, Parma, Torino, Trento e Bologna.

L’Eredità delle Donne è un progetto di Elastica e della Fondazione CR Firenze, patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dal Comune di Firenze, con la partnership di Gucci, con il contributo di Poste Italiane, Banca CR Firenze del Gruppo Intesa San Paolo, Pitti Immagine e “Tuscany, la bellezza della carta”, un marchio di Cartiere Carrara, in collaborazione con Publiacqua SpA, con la sponsorship tecnica di Unicoop Firenze, con la media partnership di Radio 2, in gemellaggio con HF Ile-de-France e con l’Associazione MèMO, che promuovono l’evento a Parigi.

I partecipanti dovranno iscriversi al gioco formando un team di due persone. Verrà poi consegnata loro una lista con 20 obiettivi da fotografare, entro tre ore al massimo, nel centro di Firenze, avvalendosi, per gli spostamenti, dell’utilizzo di mezzi di trasporto pubblici ed eco-friendly (biciclette, monopattini, rollerblades etc).
I 20 obiettivi stilati prevedono luoghi d’interesse storico e culturale, antichi personaggi femminili da riscoprire, oggetti da cercare e prove da superare, con il coinvolgimento attivo dei passanti e dei turisti, così che gli aderenti all’iniziativa possano collaudare il proprio livello di creatività che, come diceva Einstein, è contagiosa e va trasmessa.
L’appuntamento è alle ore 15.00 di sabato 22 settembre, in Piazza Santa Maria Novella. Non esiste limite di età, né alcuna necessità di essere fotografi professionisti. I partecipanti potranno disporre di un solo mezzo fotografico (macchina fotografica digitale o cellulare o polaroid) e dovranno tornare in Piazza entro le ore 18:00. Al momento dell’arrivo, lo staff de L’Eredità delle Donne avrà cura di scaricare le foto realizzate.
Saranno premiate le 3 coppie che per prime consegneranno le 20 foto, eseguite correttamente e nel minor tempo. Riceveranno un riconoscimento anche lo scatto più originale, lo scatto più divertente, il mezzo di trasporto più fantasioso. Premi extra saranno dedicati a coloro che posteranno fotografie su Instagram utilizzando l’ hashtag appositamente creato per l’occasione: #ereditadelledonne
La premiazione avrà luogo domenica 23 settembre. Verranno consegnati ai vincitori: macchine fotografiche, giftcard, cene e altri omaggi offerti dai prestigiosi sponsor che sostengono l’iniziativa.
La quota d’iscrizione è di 5 euro a persona (10 euro a coppia): comprende la maglietta brandizzata “L’Eredità delle Donne – La caccia al tesoro fotografica” e il kit di gara. Le iscrizioni sono già aperte sul sito ereditadelledonne.eu e disturbo.net. In aggiunta a questo, la mattina stessa dell’evento sarà possibile iscriversi recandosi presso lo stand che verrà allestito in Piazza Santa Maria Novella, dalle 11:00 alle 14:00.

La direzione artistica del festival è affidata a Serena Dandini. Nel suo ultimo libro, Il catalogo delle donne valorose, l’autrice e conduttrice italiana scrive: “Mentre l’Uomo Invisibile è diventato una star cinematografica, le donne sono invisibili e spesso rimangono tali”.
Il progetto, inserito nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio, tratterà il tema dell’empowerment femminile, dell’autodeterminazione, dell’incremento della stima di sé e della consapevolezza del proprio valore.
L’obiettivo è quello di esorcizzare l’invisibilità delle figure femminili – poetesse, attrici, donne di scienza, accademiche, filosofe, pensatrici – che, con il loro talento artistico, hanno contribuito a edificare l’eredità culturale e umana, in ogni epoca storica.
Le protagoniste del racconto saranno le Madri della Patria; Anna Maria Luisa de’ Medici soprattutto, l’Elettrice Palatina che, il 31 ottobre 1737, stipulò il cosiddetto Patto di Famiglia, un accordo per mezzo del quale nominava Francesco di Lorena suo erede universale, a condizione di conservare a Firenze l’intero patrimonio artistico della famiglia Medici: gallerie, quadri, statue, biblioteche ed altri preziosi.

L’Eredità delle Donne allestisce un programma molto denso, distribuito su tre giorni – 21, 22, 23 settembre – provvisto di un cartellone off e forte della collaborazione delle principali istituzioni culturali fiorentine. Sono previste, ad esempio, tre serate teatrali al Cinema Teatro Odeon, curate, dirette e condotte da Serena Dandini: un Talk, un Abbecedario – la declinazione in forma di brevi speech di una serie di parole scelte a rappresentare il mondo femminile, come si legge nel comunicato stampa – e l’Intervista a una Grande Madre, con la partecipazione di ospiti illustri, nazionali ed internazionali: Suad Amiry, scrittrice e architetto palestinese; Liza Donnelly, vignettista del New Yorker; la fotografa Letizia Battaglia; Marica Branchesi, astrofica italiana tra le 100 persone più influenti del pianeta, secondo le classifiche del Time; Elena Ioli, fisica e reduce da una recente spedizione scientifica in Antartide (tutta al femminile e prima al mondo di carattere internazionale); Cecilia Laschi, bioingegnere e pioniera nel campo della robotistica soft; la scrittrice Michela Murgia; Donatella Lippi, storica della medicina, a lei si deve una ricerca sulle salme della famiglia Medici; Lea Pericoli, ex tennista e giornalista italiana; la giurista Livia Pomodoro; le scrittrici Angela Staude Terzani, Teresa Ciabatti e Silvia Avallone; Lidia Branca, nipote di Donna Elena Corsini; Dori Ghezzi, cantante e autrice; le attrici Anna Bonaiuto, Francesca Reggiani e Alessandra Faiella.
Un pool di talenti femminili, dunque, in tutti gli ambiti dello scibile umano. Allo stesso modo, il Caffè Letterario allestito sulla Terrazza delle Oblate ospiterà, nel corso delle tre giornate, la presentazione di una serie di libri la cui penna, anche in questo caso, appartiene prevalentemente alle donne oppure le racconta: Brividi Immorali” di Laura Morante, ad esempio; “Piuttosto m’affogherei. Storia vertiginosa delle zitelle” di Valeria Palumbo; “Cattiva” di Rossella Milone; “Mia madre non lo deve sapere” di Chiara Francini; “Venti donne in Toscana” di Silvio Balloni; “Donne come Noi”, introdotto dalla direttrice di Donna Moderna e Starbene Annalisa Monfreda; e ancora il reading di poesie erotiche dell’autrice Patrizia Valduga; quello dedicato alla maternità, con Annalena Benini e Chiara Gamberale; le letture su Teresa Mattei, partigiana, politica e pedagogista italiana, con Valeria Parrella.

donne
MP5 al Festival L’Eredità delle Donne. Le nostre giornate del Patrimonio

A proposito di Teresa Mattei, sabato 22 e domenica 23 settembre 2018, sono previsti la Open discussion e il workshop di arti visive a cura di MP5 che, in linea con il file rouge del festival, apriranno un dialogo ed un laboratorio per la realizzazione di un’opera di arte urbana site-specific, nel comune di Firenze, come omaggio alle donne della resistenza partigiana, partendo da Teresa Mattei appunto. MP5 è una scenografa, illustratrice, animatrice e fumettista di origini napoletane, ha studiato scenografia per il teatro a Bologna, animazione presso la Wimbledon School of Art di Londra, ha legato il suo lavoro alla scena queer e femminista, ed è particolarmente impegnata nel panorama underground europeo, ove si pensi che le sue opere murali sono prodotte in numerose città del vecchio continente: le immagini, in bianco e nero, plasmano i miti contemporanei in una visione analitica e politicamente impegnata della società.

Avranno luogo, inoltre, due talk: sul mecenatismo e l’impresa culturale al femminile, e sul ruolo dei mezzi di informazione internazionale nel trattamento delle questioni di genere, con l’intervento di note imprenditrici, giornaliste e scrittrici. Si aggiungono visite guidate, ciclovisite, spettacoli teatrali, mostre, una rassegna cinematografica e di documentari. Il programma dettagliato è perciò estremamente fitto. Per visionarlo è sufficiente visitare il sito http://ereditadelledonne.eu/

INFORMAZIONI UTILI

TITOLO: L’Eredita’ delle Donne – La caccia al tesoro fotografica
QUANDO: 22 settembre 2018 ore 15:00
PREMIAZIONI: 23 settembre 2018
DOVE: Firenze – Partenza e arrivo Piazza Santa Maria Novella
ISCRIZIONE ALL’EVENTO: 5€ a persona

CONTATTI:
DISTURBO – info@disturbo.net

LINK DI RIFERIMENTO:
SITO – ereditadelledonne.eu
FACEBOOK- https://www.facebook.com/ereditadelledonne/
TWITTER – https://twitter.com/ereditadonne
INSTAGRAM – https://www.instagram.com/ereditadelledonne/

Be Sociable, Share!

Antonia Storace

Antonia Storace

Ho dipinto di bianco una delle pareti di camera mia e, simile ad una giunonica tela, le ho affidato un pezzo della mia storia. Ora, sul suo perlaceo candore, una scritta vestita di nero contrasto danza come fosse sospesa nel vuoto: “La scrittura è stata la mia fonte della giovinezza, la mia puttana, il mio amore, la mia scommessa” (C. Bukowski).
Scrivere è il mio verbo all’infinito. Il mio infinito in un verbo: un destino che ti porti addosso, ti abita la pelle e dal quale non puoi fuggire.
Antonia Storace

Leave a Reply

Your email address will not be published.