Lo scudetto viaggia verso Roma e Napoli!

Duello inedito "made in sud" nella serie a più pazza di sempre dove Frosinone e Sassuolo recitano il ruolo di sorprese.

Napoli e Roma. Saranno loro due, con ogni probabilità, a combattersi il titolo di Campione D’Italia in questa stagione. Le squadre di Garcia e Sarri non sono lì per caso e il loro primato (23 punti la Roma e 21 il Napoli) è ancora più solido e lampante perché costruito in un avvio di stagione in cui la Juventus si è letteralmente suicidata collezionando solo 3 vittorie in 10 partite e annaspa in dodicesima posizione.

Due modi diversi di arrivare alla vittoria: i giallorossi con le giocate individuali di una rosa ormai super competitiva che gioca in velocità con Pjanic e Gervinho letteralmente sugli scudi in questo avvio; l’altra, figlia del tatticismo esasperato ma sempre più efficace del tecnico Maurizio Sarri e della voracità sotto porta di un Higuain, mai letale come quest’anno.

La stagione di Serie A in corso è strana, potremmo definirla un anno zero, un nuovo inizio dopo lo strapotere bianconero degli ultimi anni (4 scudetti di fila), e proprio per questo continuerà a riservarci tantissime sorprese.

Dal 1990, anno del secondo titolo del Napoli di Maradona, solo Lazio e Roma sono riuscite a conquistare lo scudetto nel Centro-Sud: basta questo dato per spiegare l’anomalia eccezionale di questo campionato.

Insomma un nuovo duello, una sfida Nord – Centro-Sud, inedita in 114 anni di storia del campionato.

La nuova gerarchia nell’alta classifica non è l’unica sorpresa di quest’anno. 2 squadre in particolare stanno rendendo orgogliosi i loro tifosi, aldilà di ogni più rosea aspettativa. Una è il Frosinone, che noi di MyWhere stiamo seguendo in tutto e per tutto nel suo cammino nella massima serie. La squadra di Stellone, data per retrocessa a inizio stagione, sta mostrando tutto il suo carattere e la sua organizzazione di gioco e, dopo la vittoria all’ultimo secondo contro il Carpi, è a più 4 dalla terzultima. Trascinata dalla coppia d’attacco Dionisi-Ciofani, la compagine della Ciociaria potrebbe riuscire nell’impresa storica di salvarsi, sfruttando al massimo le mura amiche dello stadio Matusa, che finora solo Roma e Torino hanno espugnato.

Ancor più incredibile è la storia del Sassuolo del mister Di Francesco, l’altra sorpresa, che è addirittura quinta in classifica a soli 5 punti dalla Roma capolista. Una squadra giovane e con solo 3 stranieri in rosa. Il fiore all’occhiello dei nero-verdi è Simone Berardi, classe ’94, e futuro campione nostrano. Berardi ha già segnato più di 40 gol in Serie A a soli 21 anni, un traguardo che neanche Totti e Del Piero avevano conseguito a quell’età.

Lo show sta andando avanti ed è evidente che quest’anno può succedere di tutto come non accadeva da molti anni.

Lo scudetto viaggia verso Roma e Napoli!

Be Sociable, Share!

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.