L’uomo innamorato di Luca Magliano

L’uomo innamorato di Luca Magliano

PITTI UOMO  – “Guardaroba per Uomo Innamorato” è il leitmotiv della sfilata dello stilista emergente Luca Magliano a Pitti UOMO 93. Una sfilata davvero tanto attesa che conferma Magliano come uno designer più promettenti nella scena della moda italiana. Dopo la sua vittoria a Who is on Next? Uomo 2017.

Tanta attesa per il designer bolognese Luca Magliano nell’edizione appena terminata di Pitti Immagine Uomo.  Aspettative che Magliano non delude e che risponde con una sfilata davvero molto interessante non solo per la collezione maschile, ma anche per il messaggio sociale che manda. Un messaggio molto attuale per la dimensione in cui l’uomo di oggi vive.

Una conferma quella di Luca Magliano. Dimostrazione di come molti designer meritano di essere supportati dalle varie manifestazioni di moda. Solo così si può far leva alla creatività Made in italy e dare nuova vita al nostro guardaroba.

Protagonista della sua collezione il “Guardaroba per Uomo Innamorato” un editing dell’indispensabile nel guardaroba maschile di oggi. Una linea maschile creativa che lo ha portato alla vittoria di  Who Is On Next? Uomo 2017, contest dedicato ai giovani talenti. E lo porta qui al Pitti Italics, piattaforma della Fondazione Pitti Immagine Discovery che supporta le nuove generazioni di fashion designer. Un estro artistico quello di Luca Magliano che ammalia la Firenze della moda.

La sfilata di Magliano non è stata soltanto la presentazione del nuovo marchio creato dal designer italiano. Ma è stata una vera dichiarazione all’uomo. Rose rosse che simboleggiano l’amore e la passione. Una colonna sonora che allo stesso tempo è una dichiarazione che Magliano fa al maschio italiano. Un sentimento, l’amore che traspare nei 23 capi presentati. Tutto questo sta a simboleggiare che l’uomo innamorato cerca di vestirsi al meglio, con il coraggio di apparire in maniera straordinaria.

Il fashion show di Magliano è un connubio tra innamoramento e abbigliamento. Grazie anche ad un casting di “interpreti” come li definisce lui. “Ci sono amici, persone a me care come Manuela Arcari, che produce la collezione e che ha accettato di giocare con noi, poi ci sono ragazzi e ragazze che rappresentano il nostro spirito”.

Un crash di design. La maglia intarsiata di pizzo, elementi di lingerie femminile riportati nel guardaroba maschile. Il cuscino, che l’innamorato abbraccia quando gli manca la persona amata, che diventa una t-shirt. Che per Magliano è il capo fulcro della sua collezione, che simbolicamente rappresenta la maniera con cui lavoriamo con il design.

C’è molto di più. Luca Magliano cita anche Jean Cocteau, Peter Greenaway e i cowboy. Come afferma lo stilista:”Una sorta di narrazione a fumetti, in chiave punk, che ritrae l’uomo intento a esprime il proprio romanticismo attraverso ogni fenomeno emotivo suscitato o alimentato dall’abbigliamento. Amore romantico, erotico, vero, glamour, politico… rievocazioni che vanno dal marinaio ai sex symbol degli anni ’50 americani e un’ispirazione eclettica che si lega a personaggi della storia, della letteratura del cinema, dell’arte e icone della moda. Una ricerca che parte dai grandi classici maschili, con studi sulle silhouette anni ’90, e richiami al glamour del guardaroba femminile per tagli e costruzioni.”

Godiamoci quindi questa visione di uomo innamorato che fa bene al cuore, alla mente e alla moda.        

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

magliano

                 

Be Sociable, Share!

Annamaria Gargani

“Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso”. Questa frase dello scienziato Albert Einstein racchiude tutta la mia personalità. La curiosità nei confronti della vita mi ha spinto a scegliere il giornalismo e la comunicazione come modo di raccontare ciò che i miei occhi vedono e le mia mente assimila come spugna. Napoletana di nascita, vivo la vita giorno per giorno, cercando sempre nuovi stimoli sia da me stessa e sia dalle persone che incontro sul mio cammino. D’altronde la vita è un cammino siamo tutti un po’pellegrini.
Annamaria Gargani

Leave a Reply

Your email address will not be published.