Mondiali di Volley: tutte le tappe italiane da Roma in poi

ROMA – Italia-Giappone inaugura il XIX Mondiale Maschile di Volley

http---media.outdoorblog.it-b-bea-brasile-italia-world-league-volley-2015Tutto pronto al Foro Italico di Roma per il fischio d’inizio del XIX campionato del Mondo maschile di volley, previsto per stasera alle 19.30. La Nazionale azzurra alla guida di Chicco Blengini sfiderà il Giappone di fronte a 11mila spettatori, mentre tutti coloro che non hanno trovato i biglietti (prosegue la prevendita per alcuni appuntamenti della Pool A, il girone dell’Italia, sul circuito ticketone, mentre già tutto esaurito per Italia-Argentina del 15 settembre e Italia-Belgio del 13), potranno seguirla in diretta tv su Rai Due e in diretta streaming su Rai Play. A tenere a battesimo l’esordio della Nazionale Italiana Pallavolo in occasione della prima partita della FIVB Men’s Volleyball World Championship Italia – Bulgaria 2018 saranno i Campioni del Mondo delle edizioni 1990, 1994 e 1998.

A fare gli onori di casa sarà Giovanni Malagò affiancato dal Presidente della FIPAV Pietro Bruno Cattaneo dall’Amministratore Delegato di DHL Express Italy Alberto Nobis.

La formula del torneo

Il Mondiale Volley, organizzato da Italia e Bulgaria, sarà rappresentato da un totale di 24 squadre. Vedrà la partecipazione di due squadre provenienti dal Sud America, quattro dall’Asia, 10 (tra cui i padroni di casa e campioni in carica della Polonia) dall’Europa, tre dall’Africa e cinque dal Nord, Centro America e Caraibi. Fino a 94 partite saranno giocate durante il torneo di 16 giorni.

Nel primo turno, le 24 squadre saranno suddivise in quattro gruppi di sei squadre che giocano in un sistema round-robin. Le prime quattro squadre di ciascun pool avanzeranno al secondo turno con quattro pool di quattro squadre che giocano in quattro città. Al termine delle partite del secondo turno, le classifiche dei quattro pool verranno stilate tenendo conto dei punti segnati da ciascuna squadra nel primo e nel secondo turno. Le quattro squadre vincitrici della seconda fase accederanno alla terza fase, insieme alle due migliori squadre delle seconde classificate.Schermata 2018-09-08 alle 18.59.32

Le sei squadre in gara nel terzo turno saranno divise in due gruppi a tre squadre da un pareggio. Dopo le partite giocate in un sistema round-robin, le prime due di ogni gruppo si qualificheranno per le semifinali del Men’s Volleyball World Championship.

L’Italia fa parte del Pool A, e se la vedrà con Argentina, Giappone, Belgio, Slovenia e Repubblica Dominicana.

Le sei città italiane in cui si giocherà

Roma, ovvero la storia della pallavolo, dalla prima qualificazione olimpica nel 1976 che sanciva la raggiunta maturità del movimento; e poi l’avventura del Mondiale 1978, meglio conosciuto come quello del “Gabbiano d’Argento”, in cui il sestetto tricolore raggiungendo la finale per la medaglia d’oro contro ogni pronostico fece conoscere la pallavolo a tutti i media, soprattutto alla tv. Da quel momento ogni qualvolta che il grande volley è tornato nella Capitale è sempre stata una corsa per arrivare a possedere il tagliando che consentisse di vedere dal vivo il grande spettacolo: Innumerevoli gare di World League, lo stupendo Europeo 2005, il secondo Mondiale Volley maschile 2010, oltre al Mondiale femminile 2014. Iniziare da Roma era quindi “doveroso”.

Bari ospiterà alcune delle più forti squadre del mondo come Stati Uniti, Russia, Serbia, ovvero le partite della Pool C. Il fischio di inizio al Palaflorio sarà alle 14 di mercoledì 12 settembre. Nella splendida Puglia, non nuova a manifestazioni di ampio respiro volleistico, come gli eventi legati alla World League Volley Maschile e ai Mondiali Femminili nel 2014, e la Final Four di Coppa Italia Maschile dello scorso gennaio, si terranno 15 gare in 7 giorni, con 84 atleti impegnati con le 6 nazionali.

Bologna ha vinto per ben tre volte il titolo tricolore (con la Virtus nel 1966 e nel 1967 e con la Mapier nel 1985), e ha ospitato tanti grandissimi appuntamenti nazionali e internazionali di volley, ma non ha mai ospitato gare dei tre precedenti Campionati del Mondo pallavolo giocati in Italia. A Bologna c’è la sede della Lega Nazionale Serie A maschile e nelle ultime estati la chiusura del volley mercato e la presentazione dei calendari della SuperLega. Vi si svolgeranno le partite del Pool F della seconda fase.

Firenze. Ospiterà la Pool A, forte dell’affetto del pubblico che ha già mandato sold-out i match del 13 e del 15 settembre. Al Mandela Forum negli ultimi 30 anni entusiasmo e pubblico non sono mai mancati, dai Mondiali Volley alla Final Six della World League 2014, o anche solo in occasione di singole partite.

Milano è il centro della regione più volleistica d’Italia. In Lombardia orbita una fetta enorme della pallavolo nazionale e ormai da quasi un decennio a Milano c’è il più grande, il più importante dei Centri Federali: il Pavese dove le nazionali di tutte le categorie svolgono periodicamente i loro raduni. Milano nel 2010 ha ospitato la gara iniziale del Mondiale, nel 2014 le finali di quello femminile. Milano quest’anno è stata scelta come sede della penultima tappa del Mondiale (Pool E della seconda fase) quella determinante per entrare nella fase che assegna le medaglie.

Torino, città in cui la pallavolo è stata importantissima, quest’anno ospiterà il gran finale. Negli anni mitici 1979, 1980 e 1981 sono arrivati i grandi trionfi nazionali e internazionali per merito del Cus Torino. Successi accompagnati dall’affetto e dall’entusiasmo della tifoseria. La stessa Nazionale maschile, ormai da otto anni, è guidata da torinesi di origine controllata: dal 2011 al 2015 da Mauro Berruto e poi senza interruzione da Gianlorenzo Blengini, che ha potuto già assaporare l’affetto dei suoi concittadini nel 2015in occasione dei Campionati Europei.

I gironi ospitati nelle città della Bulgaria

A Ruse , città storica sul Danubio, centro di cultura, trasporti e affari della Bulgaria settentrionale, si disputeranno le partite Volley della Pool B, che vedranno in campo squadre come il Brasile, il Canada, la Francia, l’Egitto, la Cina e l’Olanda, Varna, sul Mar Nero,  invece ospiterà l’esordio del 9 settembre, alle 20.30 con il match Bulgaria-Finlandia, e a seguire si sfideranno, nella prima fase, dal 12 al 18 settembre, Irlanda, Cuba, Polonia e Porto Rico, si tornerà poi a Varna nella sconda fase per le partite della Pool H. Infine Sofia, splendida capitale della Bulgaria ospiterà l’equivalente della fase milanese, determinante per la corsa alle medaglie, nella cosiddetta Pool G dal 21 al 23 settembre.

Be Sociable, Share!

Samantha Viva

Samantha Viva

Non basta una vita per vedere tutti i posti in cui vale la pena vivere e leggere tutti i libri che avrei voluto scrivere. Nonostante tutto, mi attrezzo ogni giorno per viaggiare un po’ – anche con la mente – e per scrivere di qualcuno o di qualcosa. Catanese di nascita, con la Sicilia nel cuore, l’impegno verso i più deboli e gli emarginati come missione; curiosa di me stessa e degli altri. Ho scritto di Sociale, Antiracket, Esteri e Cultura . Mi capita di vivere in città, piccole e grandi, di cui mi innamoro solo un po’, prima di abbandonarle. In questi anni ho scoperto un piccolo centro del cuneese e da qui indago più a Nord, per scoprire abitudini e persone. Mi piace andare al cuore delle cose e usare la penna e le immagini per raccontare il nostro tempo.
Samantha Viva

Leave a Reply

Your email address will not be published.