Mordono l’asfalto i bolidi del 4° Rally della Ciociaria

FROSINONE – Si chiude con grande partecipazione di pubblico il 4° Rally della Ciociaria. In cima al podio allestito in Corso Roma ad Isola del Liri, Emanuele Giannetti e Marco Lepore, dominatori della gara a bordo della Skoda Fabia R5. Secondo e terzo posto rispettivamente per le coppie Sulpizio-Angeli e Fiorella-Bernardi. Grande soddisfazione per gli organizzatori Martini e Varone

Che la Provincia di Frosinone fosse una terra legata ai motori era noto da tempo, come abbiamo più volte mostrato in occasione delle gare di regolarità e delle ricorrenze celebrate negli ambienti delle vecchie signore del CAMEF. Da almeno quattro anni il rapporto tra pneumatici, odore di benzina e asfalto si è però rafforzato all’insegna della velocità e della competizione sportiva. A dimostrarlo è il crescente successo di manifestazioni come il Rally della Ciociaria, giunto quest’anno alla sua quarta edizione, con cui acquisisce un carattere internazionale. 46 equipaggi si sono sfidati, il 4 e 5 agosto, stretti dalla morsa delle temperature elevatissime su bolidi altamente performanti. Quattro i percorsi cronometrati di prove speciali per un totale di circa 120 km di gara svoltasi nei comuni di Arpino, Fontana Liri, Isol del Liri, Monte San Giovanni Campano, Santopadre, Sora e Veroli. Il sabato, dopo la partenza

Premiazione del Rally della Ciociaria 2017 ad Isola del Liri
Premiazione del Rally della Ciociaria 2017 ad Isola del Liri

delle vetture intorno alle 18.00 da Corso Roma ad Isola del Liri, il cuore della gara è stato costituito dai tre passaggi sulla piesse di Monte San Giovanni Campano, dominati dall’equipaggio Giannetti-Lepore a bordo della Skoda Fabia R5, che si sarebbe aggiudicato la vittoria anche nella classifica generale, nonostante la tenacia di Nino Cannavò sulla sua Fiesta R5. Il passaggio in notturna della prima giornata è stato anche il più suggestivo, accolto da un gran numero di partecipanti e di appassionati. Accesissima e più lunga la gara dell’indomani, con le piesse in zona Bagnara disputate per tre volte, oltre a quelle Isola del Liri-Arpino e Fontana Liri-Santopadre, percorse entrambe per due volte. Salvo momenti di particolare tensione gli equipaggi non hanno potuto che restare all’inseguimento della Fabia R5 di Giannetti, affiancato sul podio, durante la premiazione svoltasi ancora nel centro di Isola del Liri, dalle coppie Sulpizio-Angeli (Clio S16) e Fiorella-Bernardi (Clio S16), rispettivamente al secondo e terzo posto. Hanno espresso soddisfazione per la riuscita dell’evento gli organizzatori Daniele Martini e Fortunato Varone, provati insieme a tutto lo staff da lunghi mesi di lavoro e dall’eccezionale calura di questi giorni, che non risparmia emergenze incendi tanto a livello nazionale quanto locale. In modo particolare i comuni di Sora e Veroli sono stati colpiti dagli eventi più calamitosi, che hanno causato danni gravissimi al patrimonio boschivo mettendo a rischio anche numerose aree abitative.

Ottimi comunque i risultati raggiunti in questa edizione del Rally della Ciociaria rispetto agli intenti dichiarati dagli stessi Martini e Varone durante la presentazione tenutasi la sera del 4 agosto all’interno del Polo Fieristico di Sora, con la partecipazione del Presidente

Presentazione del Rally della Ciociaria 2017
Presentazione dell’evento nella Sala Stampa del Polo Fieristico di Sora

dell’Automobile Club di Frosinone, Avv. Maurizio Federico, del Direttore di Gara Mauro Zambelli e di altri esponenti del motorsport. La sede, normalmente sede di importanti eventi come la storica Fiera del Mobile, ha quest’anno ospitato la base logistica del rally ciociaro, con la Direzione di Gara, la Segreteria, la Sala Stampa, il Centro Classifiche e il padiglione ludico. Gli spazi del Polo Fieristico hanno permesso di disporre della necessaria rete di servizi e di aree deputate alla ristorazione, agli spettacoli musicali e alle esibizioni di alcune scuole guida. Da menzionare fra gli altri partner è Elisemroma, società grazie alla quale, nel pieno accordo tra sport e sicurezza, è stato possibile, su richiesta, sorvolare in elicottero lo svolgersi delle prove speciali della gara per 15 minuti. Rally della Ciociaria è infatti sport, cultura e attrattore territoriale che si aspira ad acquisire anche una rilevanza sempre più europea.
Da menzionare, dopo il Premio dei Comuni già inaugurato lo scorso anno, che associa in fase di premiazione i vincitori della gara ai relativi comuni di appartenenza, l’iniziativa Rally della Legalità, che ha previsto l’assegnazione ad un team ciociaro di 3 vetture da gara destinate a giovani che hanno incontrato delle difficoltà nei propri personali percorsi di vita. Dopo alcuni ignominiosi episodi di campanilismo e di mala amministrazione che sul territorio hanno recentemente decretato la morte di importanti eventi culturali nati da visioni lungimiranti e arrivati con sacrificio a un ottimo successo, lo sport ha dimostrato di saper unire e vincere laddove altri avevano fallito.
Le Classifiche del 4°Rally della Ciociaria

IV Rally Ciociaria

Be Sociable, Share!

Stefano Maria Pantano

Stefano Maria Pantano

Et unum facere et aliud non omittere! Ricordo con affetto queste parole, che uno dei miei più cari maestri di prima gioventù amava ripetermi. Non sempre però riesco a mettere in pratica il prezioso precetto dei padri latini, essendo io alla perenne ricerca di un equilibrio e di una pace mai trovata. Mi dibatto tra vari interessi che vanno dallo studio al teatro (visto e recitato), dallo sport alla scrittura cercando la mia stella. Fisicamente a metà fra l’atleta e il topo da biblioteca, ma sempre più tendente verso il secondo, la mia eterna preoccupazione è che quello che faccio sia fatto degnamente, secondo un’espressione orientale che mi sta molto a cuore: kung fu (“lavoro molto duro praticato con abilità e sacrificio”).
Stefano Maria Pantano

Leave a Reply

Your email address will not be published.