Musei in musica 2018, nel weekend e nelle pause pranzo

Musei in musica 2018, nel weekend e nelle pause pranzo

ROMA – Sabato 1 dicembre tornano i Musei in Musica 2018, manifestazione che permetterà di visitare i Musei Civici straordinariamente aperti di sera, dalle 20.00 alle 02.00, pagando un biglietto di ingresso di 1 euro.

Il programma per Musei in Musica 2018 è davvero ricco di mostre, concerti e spettacoli dal vivo con l’esibizione di circa 140 artisti con 100 performance. 

Oltre ai musei, importanti spazi espositivi e culturali della città sono coinvolti in Musei in Musica 2018, con la partecipazione di università, istituzioni culturali straniere. Aderiscono anche Auditorium Parco della Musica, il Palazzo delle Esposizioni, il Macro Asilo, il Polo museale de La Sapienza Università di Roma, il monumento a Vittorio Emanuele II e il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, l’Accademia di Francia a Villa Medici – che, per l’occasione, apriranno straordinariamente al pubblico le proprie sedi in orari serali con mostre ed eventi.

Per la serata dei Musei in Musica si possono condividere Facebook e Twitter le proprie foto e partecipare al contest fotografico su Instagram utilizzando l’hashtag #MUSica18 e menzionando i @museiincomuneroma e @culturaaroma. I tre autori delle foto più belle, votate dalla nostra community della pagina Facebook della Notte dei Musei, saranno premiati con tre biglietti per L’Ara Com’era, la visita immersiva e multisensoriale al Museo dell’Ara Pacis.

Il programma è davvero ricco, lasciamo a voi la scelta tra le numerose proposte nelle immagini qui sotto.

musei in musica 2018 - 1

musei in musica 2018 - 2

musei in musica 2018 - 3

musei in musica 2018 - 4musei in musica 2018 - 5musei in musica 2018 - 6musei in musica 2018 - 678

Musei in musica

Musei in musica va ad aggiungersi alle aperture straordinarie nel weekend che i Musei in Comune propongono fino al 6 gennaio: Nel weekend l’arte si anima è l’iniziativa che ogni weekend prevede  l’apertura straordinaria serale con ingresso a 1 euro di uno dei Musei a pagamento del circuito comunale: eventi, musica e teatro. La domenica, invece, appuntamento nei musei a ingresso libero con performance artistiche.

Oltre a poter visitare le sale, le collezioni e le mostre dei più importanti musei, i visitatori potranno apprezzare gli spettacoli programmati da una delle istituzioni culturali coinvolte. Sul sito del sistema museale trovate in costante aggiornamento quali aperture sono previste.

Un’altra lodevole iniziativa messa in atto dai Musei del Comune di Roma è Pausa al Museo che, fino al 20 dicembre, propone intermezzi musicali o teatrali curati dalle principali istituzioni cittadine come la Casa del JazzRoma Tre Orchestra e il Teatro di Roma.

musei_in_musica_3

Trascorrere una simbolica (o reale) pausa pranzo dalle 12.30 alle 14.00 all’interno dei piccoli musei del circuito ad ingresso gratuito come il Museo Napoleonico, il Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese e il Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina, permetterà di godere di brevi pillole di intrattenimento della durata di 25 minuti ciascuna (in programma alle ore 12.30, alle 13.00 e alle 13.30) i visitatori possono scegliere di fermarsi, uscire dal trambusto quotidiano e  rilassarsi, circondati dalle bellezze delle collezioni permanenti o delle mostre temporanee.

Il programma viene aggiornato settimanalmente all’interno del sito dei Musei; per martedì 27 è prevista al Museo Napoleonico la performance Scott Joplin: classica o jazz? Selezione di celebri pagine di Scott Joplin, con Michele Tozzetti, pianoforte, a cura di Roma Tre Orchestra; il 4 dicembre troveremo il Duetto di violoncelli di Matteo Bodini e Vincenzo Lioy.

Ci spostiamo al Museo Carlo Bilotti con Enrico Zanisi, pianoforte, a cura della Casa del Jazz, giovedì 29 novembre. Nella stessa sede il 6 dicembre troveremo, a cura del Teatro di Roma, Ennio Flaiano – Minispettacoli su testi di Ennio Flaiano con accompagnamento musicale. E’ possibile trovare il programma completo qui.

Le iniziative sono totalmente gratuite per i possessori della MIC Card.

Be Sociable, Share!

Giulia Chellini

Giulia Chellini

Silenziosa scrutatrice, appassionata di arte e restauro; spesso sogno ad occhi aperti il mondo come dovrebbe essere per dimenticare il mondo come è..ed intanto perdo l’autobus. Fotografo dettagli insignificanti, cerco quadrifogli nei prati e parlo con i gatti. Penso che lo scopo della vita sia racchiuso nella parola “scoprire”: luoghi, cose e persone.
Giulia Chellini

Leave a Reply

Your email address will not be published.