Notte dei Musei 2018 di Roma, arte e cultura in notturna

Notte dei Musei 2018 di Roma, arte e cultura in notturna

ROMA – Torna anche quest’anno la Notte dei Musei: con il prezzo simbolico di 1€ sarà possibile entrare eccezionalmente nei musei e negli spazi culturali della capitale dalle 20 fino alle 2 di notte (ultimo ingresso ore 01:00), prendendo parte ai numerosi eventi organizzati nelle sedi museali, e non solo.

Con la Notte dei Musei 2018 i cittadini e i visitatori potranno partecipare ad una festa straordinaria dedicata all’arte e alla cultura, con un biglietto d’ingresso simbolico pari a 1 euro oppure con ingresso completamente gratuito o ridotto, dove espressamente previsto.

notte dei musei 2018Aderiscono all’iniziativa anche alcuni musei, complessi monumentali, aree e parchi archeologici statali con apertura serale di 3 ore al costo simbolico a 1,00 euro.

Tra di essi compaiono il Museo Nazionale Romano, il Museo della civiltà, il Parco archeologico dell’Appia Antica; in questo caso l’orario di apertura è ridotto, dalle 19:00/20:00 fino alle 22:00. All’interno del sito del Mibact potrete trovare maggiori dettagli sui siti che aderiscono all’iniziativa e sugli orari.

notte dei musei 2018I musei civici di Roma prevedono un fitto programma di eventi nelle loro principali sedi museali. Accedendo agli spazi della cultura, non solo si potrà godere delle collezioni e delle opere d’arte in un orario del tutto eccezionale, ma sarà possibile assistere a spettacoli di musica, teatro, danza che animeranno i luoghi della cultura.

Ad esempio, presso l’Esedra del Marco Aurelio all’interno dei Musei Capitolini, saranno messe in scena sei repliche (dalle 20:15) di “Cavalcando i venti”, a cura dell’Associazione COOP TEATRO 91: melodie antiche o nuove modulazioni appositamente create ad abbellire e accompagnare versi e parole  scritte o dette: poeti noti, pur se in altri lidi e in altri tempi, Yeduda Halevi, Abulafia, al Harizi, Al Andalusi, poeti arabi ma anche anonimi cantori i cui versi hanno attraversato i tempi e sono entrati nella memoria e nella tradizione di canti passati “di voce in voce”.

Recentemente inaugurato, aderisce alla Notte dei Musei di Roma anche Palazzo Merulana, aprendo i propri spazi con visite guidate alla collezione permanente e con la performance musicale del Trio Borghese (dalle 20.30 alle 22) che proporrà un repertorio Swing e Gypsy jazz spaziando dagli standard a brani pop reinterpretati in chiave acustica retrò, creando un’atmosfera elegante e al tempo stesso coinvolgente.

notte dei musei 2018In via eccezionale anche il Chiostro del Bramante aderisce all’iniziativa: con ingresso al prezzo speciale di 10 euro potrete accedere dalle 18:00 alle 22:00 alla mostra Turner. Opere dalla Tate, di cui vi abbiamo parlato in questo articolo.

Rimandandovi al programma dettagliato, vi segnaliamo altre mostre visitabili al prezzo eccezionale di 1 euro saranno Il Tesoro di Antichità. Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento; I Papi nei Concili dell’Era Moderna – Arte, Storia, Religiosità e Cultura, ospitati ai Musei Capitolini.

notte dei musei 2019Egizi Etruschi. Da Eugene Berman allo Scarabeo dorato ospitata presso la Centrale Montemartini; mentre presso la Galleria Comunale di Arte Moderna è visitabile la mostra Roma Città Moderna. Da Nathan al Sessantotto.

Ai Mercati di Traiano invece sarà possibile visitare Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa; Columna Mutãtio – La Spirale.

Invece con un biglietto ridotto speciale, sarà possibile accedere alle mostre Magnum Manifesto. Guardare il mondo e raccontarlo in fotografia presso il Museo dell’Ara Pacis; Canaletto 1697-1768 al Museo di Roma di Palazzo Braschi; Monet / Liu Boli. The invisible man; Terry O’Neill. Icon ospitate nell’Ala Brasini del Complesso del Vittoriano.

notte dei musei 2018La Notte dei Musei 2018 è anche dei bambini e delle famiglie: al Museo di Zoologia si svolgerà Una notte da scienziati, a cura di Myosotis m.m. Coop a.r.l., una serata con attività didattiche e laboratori in cui adulti e bambini avranno la possibilità di trasformarsi in biologi, zoologi e ricercatori.

Per l’occasione Technotown resterà aperta fino alla mezzanotte con i laboratori Missioni Robotiche ed effetti speciali.

Presso la Fondazione Vigamus – Museo del Videogioco si svolgerà l’evento Una notte al Museo del Videogioco – Conoscere il medium e la sua storia: sarà possibile visitare le aree espositive e partecipare a tornei e giochi interattivi con laboratori per bambini ed esperienze in realtà virtuale per tutta la famiglia.

notte dei museo 2018Aderiscono a La Notte dei Musei 2018 anche le Università pubbliche e private con eventi e iniziative nei propri spazi aperti straordinariamente di sera e ad ingresso libero.

Tra di esse, La Sapienza Università di Roma apre i suoi cortili e il suo Polo Museale fino alle 24:00 con un ricco programma di mostre e performance teatrali, laboratori e visite guidate, djset musicali e concerti.

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma – Palazzo Barberini aderiscono all’iniziativa offrendo visite guidate alla scoperta del Palazzo ritrovato: un’occasione per scoprire l’appartamento settecentesco che collega i due scaloni monumentali e per visitare la mostra Eco e Narciso (inaugura dal 18 maggio) ospitata nei nuovi ambienti dell’Ala Sud del piano nobile e realizzata in collaborazione col MAXXI.

Lo stesso MAXXI partecipa alla Notte dei Musei 2018: con biglietto simbolico di 1€ è possibile visitare le mostre in programma, tra le quali troviamo Gli architetti di Zevi. Storia e Controstoria dell’architettura italiana 1944-2000.

Gli eventi sono tantissimi, c’è l’imbarazzo della scelta; evitando i luoghi più affollati si potrebbe riuscire a partecipare a più di uno, spostandosi in diverse luoghi: anche per quest’occasione è stata creata da Giuliasottolametro la mappa delle linee metro con tutti gli eventi. notte dei musei 2018

Be Sociable, Share!

Giulia Chellini

Silenziosa scrutatrice, appassionata di arte e restauro; spesso sogno ad occhi aperti il mondo come dovrebbe essere per dimenticare il mondo come è..ed intanto perdo l’autobus. Fotografo dettagli insignificanti, cerco quadrifogli nei prati e parlo con i gatti. Penso che lo scopo della vita sia racchiuso nella parola “scoprire”: luoghi, cose e persone.
Giulia Chellini

Leave a Reply

Your email address will not be published.