Calcio, basket, pallavolo, Entra in squadra! Opes Italia investe sui licei romani

Calcio, basket, pallavolo, Entra in squadra! Opes Italia investe sui licei romani

ROMA – Opes Italia permette a centinaia di ragazzi provenienti dai licei romani la possibilità di praticare qualsiasi sport e vivere una mattinata all’insegna dell’allenamento sano.

Giovedì 27 settembre, il Centro di Preparazione Olimpica del CONI “Giulio Onesti” ospiterà la giornata conclusiva del progetto di OPES denominato “Entra In Squadra!”. Di che si tratta? Di un’iniziativa incentrata sui giovani e sullo sport!  500 ragazzi provenienti dagli Istituti Superiori romani di secondo grado avranno la possibilità di vivere una mattinata all’insegna dello sport e dell’amicizia. Sui campi dell’impianto capitolino gli studenti potranno cimentarsi nelle tre discipline previste dal progetto (calcio a 5, basket e pallavolo) ed avvicinarsi ad altri sport. Grazie ai tecnici federali messi a disposizione dall’Organizzazione Per l’Educazione allo Sport, infatti, sarà possibile provare discipline sportive come il rugby, il bowling, l’atletica leggera con i 100 metri piani, l’aikido, il karate, il kung fu, la difesa personale e la ginnastica, senza dimenticare che in alcune aree si potranno apprendere le tecniche di primo soccorso e conoscere i metodi di intervento dei volontari della protezione civile.

Il progetto Entra In Squadra!, progetto che è stato sviluppato da febbraio a maggio negli Istituti secondari superiori di 11 città italiane (Alghero, Caserta, Firenze, L’Aquila,  Milano, Padova, Palermo, Piacenza, Potenza, Roma e Torino) è nato per favorire l’inclusione sociale tra i giovani di diverse fasce d’età (14-19 anni) e di differente estrazione sociale, per contrastare l’emarginazione sociale e l’abbandono della pratica sportiva, per aiutare la crescita psico-fisica dell’individuo e per diffondere i valori dello sport. Il meccanismo di “Entra In Squadra!” ha fatto leva su un concetto preciso: all’interno di un gruppo, come può essere un team, la presenza di ogni singolo individuo è un valore aggiunto, indipendentemente dal sesso, dall’età, dalle origini e dalle capacità o dalle abilità. Gli studenti, con o senza disabilità, hanno avuto la possibilità di candidarsi alle attività o ai tornei di calcio a 5, basket e volley che si sono svolti nei loro plessi scolastici. Secondo il regolamento del Progetto, un sorteggio ha stabilito la composizione delle formazioni (squadre rigorosamente miste) ed ha assegnato a ciascun componente un ruolo preciso. Dall’atleta all’arbitro, passando per l’allenatore, il presidente, il team manager, l’addetto stampa o il supporter, i ragazzi coinvolti hanno potuto sperimentare delle dinamiche interessanti e, al tempo stesso, conoscere l’organizzazione e i compiti delle persone che ruotano intorno al mondo dello sport. “Entra In Squadra!” è stato apprezzato dagli studenti ma anche dal corpo docente. Gli insegnanti di Scienze Motorie, ad esempio, lo hanno considerato uno strumento di supporto per i loro insegnamenti e per svolgere al meglio la loro funzione di educatori.

Tornando all’evento in programma domani all’Acquacetosa, abbiamo ancora qualche informazione da darvi: L’atto conclusivo dell’iniziativa,  sarà infatti caratterizzato anche da un momento di riflessione e da un dibattito. Alle ore 11:00, presso l’Aula Magna del CPO, è in programma il convegno “Entra In Squadra: il nuovo modello di promozione sportiva”. OPES presenterà un’analisi statistica che si basa sui dati raccolti nel corso dell’anno scolastico 2017/2018. Oltre al Presidente Marco Perissa, interverranno il Presidente del CONI Giovanni Malagò, l’ex campionessa olimpica e attuale vicepresidente del CONI Alessandra Sensini, il Presidente della Divisione Calcio a 5 Andrea Montemurro, del Coordinatore Regionale del Servizio Educazione Motoria Fisica e Sportiva USR Lazio – MIUR Antonino Mancuso e per la Segreteria politica del Presidente della Regione Lazio Roberto Tavani. Coordinerà i lavori e modererà il dibattito il Segretario Generale di OPES Juri Morico.

Opes Italia

Be Sociable, Share!

Steve Moss

Steve Moss

Vivo in Great Britain da molto tempo e le mie origini sono sicuramente anglosassoni, anche con una grande componente italiana. Ho vissuto in giro per l’Europa ma è l’Inghilterra il paese che prediligo, dove le più belle auto (Aston Martin e Jaguar), la musica più gloriosa (dai Beatles al punk inglese), i più affascinanti attori, (Hugh Grant e Rupert Everett), ed il buon cibo dai vari pudding al fish and chips per non parlare delle cheese cake in poi sono la mia passione. Ma in testa alla classifica c’è anche la moda (i più grandi sarti per l’uomo sono qui) ed anche le donne, come quella da cui ho rubato il cognome ma ahimé non fa parte del mio ramo famigliare.
Parlerò di sport o di turismo in giro per l’Europa, ma se volete vedere i parchi più colorati o la city più frenetica dovrete venirmi sempre a cercare nella Great London.
Steve Moss

Leave a Reply

Your email address will not be published.