Orbetello Jazz Festival, la musica vola nel segno del grande jazz

Orbetello Jazz Festival, la musica vola nel segno del grande jazz

ORBETELLO – La grande musica torna in uno dei luoghi più belli della Toscana il 7, 8 e 9 settembre. Tra gli ospiti Roberto Gatto New Quartet, Gege Telesforo e New Talents Jazz Orchestra ft Javier Girotto, in una seconda edizione firmata da Paolo Rubei dell’Alexanderplatz Jazz Club di Roma

Un settembre all’insegna della grande musica jazz in uno dei luoghi più suggestivi della Toscana: è quanto propone la seconda edizione di Orbetello Jazz Festival, una rassegna voluta dal Comune di Orbetello per la direzione artistica di Paolo Rubei dell’Alexanderplatz Jazz Club di Roma, che i prossimi 7, 8 e 9 settembre offre tre imperdibili appuntamenti.

Roberto Gatto New Quartet, Gege Telesforo “Soundz for Children” e New Talents Jazz Orchestra ft Javier Girotto sono gli ospiti che si alterneranno nella meravigliosa terrazza sulla Laguna della Polveriera Guzman (via Mura di Levante – Orbetello – GR) che si trasforma in palcoscenico d’eccezione per tre serate piene di emozioni.

Ad aprire l’Orbetello Jazz Festival venerdì 7 settembre arriva il Roberto Gatto New Quartet.

Roberto Gatto, è uno dei musicisti più rappresentativi e fecondi del jazz italiano. Qui si presenta come leader di un quartetto formato da giovani e talentuosi compagni di palco, tra cui due premi “Top Jazz”, con cui offre un viaggio musicale pieno di ritmo che alterna brani originali a firma di diversi autori a quelli della miglior tradizione jazz e swing. Con Gatto alla batteria si esibiscono Alessandro Lanzoni (piano), Alessandro Presti (tromba), Matteo Bortone (contrabbasso).

orbetello jazz festival

Durante il concerto gli spettatori vedranno nascere dal vivo un’opera figurativa di grandi dimensioni grazie al live painting del maestro Marco Filippetti che da diversi anni, si dedica allo sviluppo di un nuovo concetto di improvvisazione in pittura. Uno spettacolo nello spettacolo, unico nel suo genere.

Si prosegue sabato 8 settembre con GeGè Telesforo “Soundz for Children” che in questo nuovissimo concerto invita lo spettatore a compiere una “passeggiata musicale” lenta, divertente, rigenerante e significativa. Uno spettacolo carico di magia, particolarmente energico ed ispirato al futuro, a tutto ciò che sarà “next” per noi e per i nostri figli, partendo dalla “prossima musica”: the next music che GeGé propone in anteprima esclusiva.

Il concerto è dedicato al progetto Soundz for Children (United Musicians for UNICEF) di cui GeGé è inventore e promotore, che si propone di rimuovere tutti gli ostacoli socio-culturali che impediscono un armonioso sviluppo psico-fisico dei bambini attraverso la musica. Sul palco con GeGè Telesforo (vocal) saliranno Seby Burgio (piano & keys), “Fratello” Joseph Bassi (doublebass), Michele Santoleri (drums). Special guest Max Ionata (sax)

Gran finale domenica 9 settembre con la New Talents Jazz Orchestra, energica big band di 17 elementi diretta da Mario Corvini. Nella prima parte la New Talents Jazz Orchestra presenta il progetto musicale “Our Monk”, dedicato interamente a Thelonious Monk, artista eclettico e originale, che ha rappresentato la sfera bebop a New York.

orbetello jazz festival

Dagli anni ’40 ad oggi le sue composizioni sono tra le più suonate nel repertorio jazz, ma gli arrangiamenti pensati e realizzati ad hoc dai giovani talenti dell’orchestra daranno una propria visione della sua musica fuori dagli schemi strutturali. Nella seconda parte invece la big band avrà come ospite il sassofonista e compositore argentino Javier Girotto per un secondo set all’insegna di un tango jazz in versione orchestrale come non l’abbiamo mai sentito.

INFO

Tutti i concerti avranno inizio alle ore 21.30

Per informazioni 0564 860447

Orbetello Jazz Festival

Be Sociable, Share!

Steve Moss

Steve Moss

Vivo in Great Britain da molto tempo e le mie origini sono sicuramente anglosassoni, anche con una grande componente italiana. Ho vissuto in giro per l’Europa ma è l’Inghilterra il paese che prediligo, dove le più belle auto (Aston Martin e Jaguar), la musica più gloriosa (dai Beatles al punk inglese), i più affascinanti attori, (Hugh Grant e Rupert Everett), ed il buon cibo dai vari pudding al fish and chips per non parlare delle cheese cake in poi sono la mia passione. Ma in testa alla classifica c’è anche la moda (i più grandi sarti per l’uomo sono qui) ed anche le donne, come quella da cui ho rubato il cognome ma ahimé non fa parte del mio ramo famigliare.
Parlerò di sport o di turismo in giro per l’Europa, ma se volete vedere i parchi più colorati o la city più frenetica dovrete venirmi sempre a cercare nella Great London.
Steve Moss

Leave a Reply

Your email address will not be published.