Pellegrinaggi, la mostra personale di Fabio Masotti a Palazzo del Bargello

Pellegrinaggi, la mostra personale di Fabio Masotti a Palazzo del Bargello

GUBBIO – Ha avuto luogo sabato 6 aprile il vernissage della mostra personale di Fabio Masotti, dal titolo Pellegrinaggi, che sarà a Palazzo del Bargello di Gubbio dal 6 al 28 aprile. Il testo critico e la presentazione al vernissage sono stati curati dalla scrittrice e critica d’arte Marta Lock.

Ha avuto luogo sabato 6 aprile il vernissage della mostra personale di Fabio Masotti dal titolo Pellegrinaggi. All’inaugurazione erano presenti l’Assessore alla Cultura del Comune di Gubbio, il Presidente della Società Balestrieri la cui sede è Palazzo del Bargello che ospiterà la mostra fino a fine aprile, la presidentessa dell’Associazione Culturale La Medusa, Tania Tagnani, e la scrittrice e critica d’arte Marta Lock che ha curato il testo del catalogo e la presentazione della mostra.

Fabio Masotti e Marta Lock
A sinistra Tania Tagnani, Assessore alla Cultura Gubbio, Fabio Masotti e Marta Lock al centro, e a destra il Presidente Società Balestrieri

Le sale della parte espositiva del Palazzo sono la sede perfetta per accogliere le opere di Fabio Masotti che hanno conquistato il pubblico costituito da artisti e da esperti del settore. Pellegrinaggi, è il titolo della mostra dell’artista romano Fabio Masotti, che sarà ospitata a partire dal 6 aprile 2019, presso la Galleria d’Arte Contemporanea di Palazzo del Bargello a Gubbio, palazzo storico di grandissimo pregio architettonico, sede ai piani superiori del Museo della Balestra e della Società Balestrieri di Gubbio.

Mostra

In questa storica cornice gotica, si inserisce la personale di Masotti accompagnata dalla partecipazione della scrittrice e critica d’arte Marta Lock già ospite a Gubbio nel 2017 in occasione della presentazione del suo ultimo romanzo Dimenticando Santorini. In questo contesto la Lock cura un testo critico introduttivo alla mostra, per coglierne il senso profondo ed indicare un percorso logico ed emotivo di lettura allo spettatore.

Mostra

Fabio Masotti nasce il 13 giugno del 1957 a Roma dove, ancora oggi, vive e lavora, riconoscendo a questa città gran parte del merito della sua educazione alla bellezza. Dopo il diploma all’istituto tecnico per geometri, mentre coltiva con passione la sua formazione artistica, i suoi studi si indirizzano verso il mondo del design. Frequenta quindi l’Istituto Europeo di Design (IED) e si laurea nel 1979 in architettura d’interni.

Una grande passione per i movimenti artistici del Novecento guida la sua formazione contribuendo alla nascita di un nuovo e personalissimo linguaggio espressivo che si manifesta anche nel lavoro di architetto con la realizzazione di numerosi progetti sia residenziali che pubblici oltre la creazione di molti elementi di design fortemente contaminati dalla sua natura di artista. La sua ricerca artistica viene inizialmente ispirata dal Surrealismo al quale si avvicina con una pittura figurativa dai tratti molto personali.

Verso la fine degli anni Ottanta il suo lavoro si evolve nella ricerca di un linguaggio in cui la materia e la forma stessa dell’opera iniziano ad assumere nuova forza e valenza estetica, con un conseguente e graduale abbandono del figurativo.

fabio masotti
LEGÀMI (anno 1993), struttura in lamiera di ottone e corde su legno (150×146)

Inizia l’attività espositiva nella seconda metà degli anni Settanta, numerose sono le mostre personali e collettive sia in Italia che all’estero, ma è la mostra personale del 1994, alla Galleria Romberg di Latina, che segna il nuovo percorso artistico fortemente caratterizzato da una personale ricerca sulla centralità dell’uomo, e della sua natura spirituale, che trova espressione nella forma arcaica del CUORE, icona pop dalla straordinaria potenza mediatica. La forma del cuore, o almeno quella che noi tutti riconosciamo come il suo simbolo, è il primo contatto che si ha con l’opera dell’artista ed è anche l’unica concessione alla figurazione.

Fabio Masotti Gubbio

Ma il racconto è oltre, l’immagine/icona dell’opera è solo il suo contenitore mediatico, un limite che chiede di essere superato. La mostra Pellegrinaggi sostenuta dall’Associazione Culturale La Medusa e patrocinata dal Comune di Gubbio, sarà aperta con vernissage e aperitivo con l’artista, sabato 6 aprile alle ore 11.30 e sarà fruibile al pubblico fino al 28 aprile 2019.

MOSTRA PELLEGRINAGGI di FABIO MASOTTI

con TESTO CRITICO di MARTA LOCK

Palazzo del Bargello, Gubbio (PG)
dal 06 al 28 APRILE 2019

Per info maggiori 0759220904 – info@museogubbio.it – www.fabiomasotti.it

mostra Fabio Masotti

VERNISSAGE 6 APRILE ORE 11.30
Sostenuto dall’ASSOCIAZIONE CULTURALE LA MEDUSA e con il patrocinio del COMUNE DI GUBBIO.

Be Sociable, Share!

Redazione

In molte redazioni online, spesso, non si conoscono i veri autori degli articoli. MyWhere vuole presentare i suoi collaboratori e far sì che la bellezza della scrittura non racconti solo di viaggi o tecnologia ma anche di quella “mano invisibile” che rende la comunicazione così efficace. Vai alla pagina Redazione per conoscerci.
Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.