Picasso e la Fotografia a Palazzo Merulana

Picasso e la Fotografia a Palazzo Merulana

ROMA – Dal 28 giugno al 26 agosto 2019, Picasso e la Fotografia: gli Anni della Maturità. Fotografie di Edward Quinn e André Villers, 1951-1973. Un inedito racconto di vita dell’artista e dell’uomo Pablo Picasso nell’affascinante spazio di Palazzo Merulana.

Vi ho parlato pochi mesi fa di questa nuova sede espositiva nel centro di Roma: Palazzo Merulana, della Fondazione Elena e Claudio Cerasi, a proposito della mostra appena terminata (dal 21 marzo al 17 giugno 2019), Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico. Ebbene, dopo il successo riscontrato con la retrospettiva dedicata a Balla, questo spazio espositivo è pronto a stupirci ancor di più con Picasso e la Fotografia: gli Anni della Maturità. Di cosa si tratta? Ve lo spiego subito.

Questo progetto espositivo è nato dalla sinergia tra la Fondazione Elena e Claudio Cerasi e CoopCulture con Fotografie di Edward Quinn e André Villers, 1951-1973, ed è curato da  J. Abello’ Juanpere, J. Fèlix Bentz e Marco Ancora, e porta alla luce un inedito racconto di vita dell’artista e dell’uomo Pablo Picasso.

Avevamo seguito un’altra mostra dedicata al rapporto tra Picasso e la Fotografia all’Ara Pacis a Roma, ma su questa ci sono grandi aspettative e non vedo l’ora di andare all’inaugurazione per vivere con i miei occhi la possente creatività del Maestro. Anche nel viaggio tra i colori della Côte d’Azur non avevo saltato la tappa di Antibes dove, al Castello Grimaldi risiede il Musée Picasso.

PICASSO Musee d'antibes
Eccomi ad Antibes al Musée Picasso

Per la prima volta in Italia, il fondo di proprietà del collezionista lussemburghese Guy Ludovissy, gestito dal Reial Cercle Artístic de Barcelona, include 34 foto di André Villers e 94 opere di Edward Quinn, ponendo così un confronto tra l’opera dei due fotografi che conquistarono la fiducia del pittore e catturarono scatti della sua vita giorno dopo giorno, negli ultimi decenni della sua vita.

Grazie alla sensibilità tecnico-artistica dei due fotografi è possibile ripercorrere l’ultima parte della storia dell’artista, a partire da approcci differenti e prospettive diverse.

André Villers ed Edward Quinn ne hanno catturato momenti di intimità e slanci di creativa ricerca, in cui vari aspetti del Maestro sono emersi a vario titolo: la personalità, la famiglia, la maschera e il travestimento, lo studio, e il legame con i due stessi fotografi, per un viaggio alla scoperta di uno dei più grandi protagonisti della storia dell’arte del Novecento.

Sei sezioni e circa 90 fotografie per raccontare l’estro e l’umanità di Pablo Picasso, attraverso lo sguardo, l’attenzione, la cura e la narrazione di due altrettanti grandi maestri.
Diventando amici, collaboratori e confidenti del Maestro, condizioni concesse a pochissime persone per tutto l’arco della vita dell’artista, Villers e Quinn realizzarono una serie di ritratti fotografici inaspettati e singolari, in cui Picasso mette alla prova le sue capacità per il travestimento, lo scherzo, la caricatura e la parodia: le fotografie che si presentano in mostra offrono quindi per la prima volta al pubblico la possibilità di curiosare nella sua più nascosta intimità, rivelando l’uomo che sta dietro l’artista. Un uomo ricco di passioni e qualità ma anche di manie e ossessioni: Picasso apprese con il tempo, e grazie alla sua esperienza personale, che esisteva una connessione tra i fatti quotidiani, il comportamento e l’esito della propria arte.

Fabiola Cinque PICASSO mostra fotografica PICASSO E LA FOTOGRAFIA
io davanti alla foto dello Chateau de Vauvenargues (vicino ad Aix-en-Provence) dove visse Picasso dal 1959 al 1962 (e dove amerei vivere anch’io…! )

Io sono andata all’anteprima ed ho provato davvero tanta emozione nel ripercorrere queste fasi “intime” della vita dell’uomo e dell’artista. Approfondisco con un’intervista e ve ne parlerò nei prossimi giorni, anche della conferenza stampa che si è svolta in apertura, ma se nel frattempo volete pregustarvi qualche immagine ecco il mio video e le foto che pubblichiamo qui.

Palazzo Merulana. Picasso e la Fotografia

INFO MOSTRA:

PICASSO E LE FOTOGRAFIA. GLI ANNI DELLA MATURITÀ. LE FOTOGRAFIE DI EDWARD QUINN E ANDRÉ VILLERS, 1951-1973.

La mostra è organizzata da CoopCulture, Fondazione Elena e Claudio Cerasi e il Reial Cercle Artístic de Barcelona: con il patrocinio di Embajada de España en Italia – Ambasciata di Spagna in Italia, Instituto Cervantes Roma, Rappresentanza in Italia della Commissione europea, CIU, Fondazione Ludovico Degli Uberti.

DA GIOVEDÌ 28 GIUGNO A LUNEDÌ 26 AGOSTO 2019

Palazzo Merulana via Merulana, 121- Roma

info@palazzomerulana.it

+ 39 06 39967800

MOSTRA Picasso palazzo Merulana

Be Sociable, Share!

Fabiola Cinque

Napoletana fino alla milionesima generazione (dal 1.400), nobile d’animo ma non più per albero genealogico, viaggiatrice e curiosa delle bellezze e delle stranezze del mondo riporto tutte le mie impressioni attraverso tutti i sensi che abbiamo e che vogliamo usare. Di estrazione e definizione “fondista”. Azzurra di nuoto per tutte le distanze più lunghe e massacranti che vi possono venire in mente. La fatica è il mio karma. Mai nulla regalato, tutto conquistato. La comunicazione e la pubblicità sono la mia anima, la moda la mia vita presente e futura. Vivo in un paese bellissimo dal quale desidero sempre di allontanarmi, per tornare e riassaporare i profumi ed i sapori. La mentalità e l’amore sono anglosassoni, ma d’altronde si sa, i Borboni sono stati dominati dai francesi come gli inglesi e gli spagnoli, quindi le mie origini ed il mio essere è globale, sono bastarda dentro.
Fabiola Cinque

Leave a Reply

Your email address will not be published.