Più libri più liberi 2018: l’editoria dentro La Nuvola

Più libri più liberi 2018: l’editoria dentro La Nuvola

ROMA – Dal 5 al 9 dicembre 2018 Più libri più liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria tornerà a Roma, cinque giorni e oltre 600 eventi in cui incontrare gli autori, assistere a reading e performance musicali, ascoltare dibattiti sulle tematiche di settore. Ed un occasione da non perdere per visitare il nuovo centro congressi della capitale, La Nuvola, progettata dal celebre architetto Massimiliano Fuksas.

Più libri più liberi nasce nel dicembre del 2002 da un’idea del Gruppo Piccoli Editori dell’Associazione Italiana Editori. L’obiettivo è quello di offrire una vetrina importante alle case editrici di piccola e media grandezza, spesso offuscate dalle imprese maggiori e già profusamente affermate.
Il centro nevralgico della fiera Più libri più liberi è il programma culturale: incontri con autori, reading, dibattiti su temi di attualità, iniziative per la promozione della lettura, musica e performance live batteranno il ritmo delle cinque giornate della manifestazione in una successione continua di eventi trasversali.
Cinque giorni e oltre 600 eventi nel corso dei quali circa 500 editori, provenienti da tutta Italia, potranno presentare le novità editoriali più interessanti alla nutrita di schiera di lettori e visitatori che, ogni anno, invadono i padiglioni della fiera.

Nel 2017, Più libri più liberi ha accolto 490 espositori. Parallelamente, articolandosi in spazi diversi per funzionalità e capienza, il programma culturale ha proposto un palinsesto molto fitto: 550 eventi, 1.500 relatori (tra scrittori, filosofi, musicisti, compositori, cantautori, critici, giornalisti, sceneggiatori, registi, attori, scienziati, illustratori, fumettisti, politici e rappresentanti delle istituzioni), per un pubblico numeroso, attento ed eterogeneo la cui copiosa affluenza ha richiesto, in più di qualche momento, la limitazione degli ingressi in sala.

Più libri più liberi 2018

L’edizione 2018 di Più libri più liberi prevede una nuova area, di 500 mq, destinata gli operatori professionali, così che possano confrontarsi, indagando con accuratezza i problemi del settore ed elaborando strategie di risoluzione.
Si tratta di un luogo esclusivo, con diverse articolazioni:
• La Lounge: un elegante spazio di 300 mq ad accesso controllato in cui svolgere gli appuntamenti in un ambiente più informale o anche solo bere un caffè. Riservato agli espositori, alla stampa e ai relatori.
• La Sala incontri: una sala semiaperta da 40 posti in cui organizzare workshop e presentazioni aziendali, attrezzata con pc, schermo e audio.
• Il Club B2B, il cuore del business centre: allestito con sedie e tavolini per gli incontri con potenziali clienti riservato alle aziende che si registreranno.
• Un desk reception con segreteria dedicata.

Sempre attenta al pubblico giovanissimo, la fiera Più libri più liberi riserva, ai ragazzi, uno spazio specifico – lo Spazio Ragazzi – che ospita un’intera sezione del programma, realizzato in collaborazione con l’Istituzione Biblioteche di Roma: contatti con gli editori, laboratori e letture, declinati in relazione alla fascia d’età.
Gli insegnanti avranno, dal canto loro, l’opportunità di seguire incontri validi anche ai fini del loro aggiornamento professionale. Per prenotare la visita è necessario compilare il modulo presente sul sito ufficiale della rassegna nel link delle scuole e inviarlo all’indirizzo mail scuola@plpl.it.

Torna anche Più Libri Junior, il gioco letterario dedicato agli studenti, con lo scopo di stimolare e valorizzare il potenziale di immaginazione e creatività di ogni concorrente. Il titolo di quest’anno è Attraversare mondi e la suggestione grafica scaturisce dalle fotografie di Ilaria Turba combinate con le illustrazioni di Ettore Tripodi. Il gioco di scrittura si è rivolto a tutti gli alunni del secondo ciclo della primaria, e a quelli delle scuole secondarie di primo grado, che vi hanno preso parte da soli, o con tutta la classe, con un testo di massimo 5.400 battute, spazi inclusi, spedito entro il 18 novembre 2018.
Più libri più grandi è, invece, dedicato alle scuole di Roma Capitale con l’obiettivo di far conoscere la letteratura agli studenti tramite l’incontro diretto con scrittori, illustratori ed editori. Consiste in laboratori creativi, spazi di riflessione, presentazioni di nuove uscite e confronti a tu per tu con gli autori. Ogni percorso si articola in due fasi: la prima a scuola nel mese di novembre e la seconda in fiera (5-9 dicembre). Protagoniste di questa edizione, sotto il tema comune “Attraversare mondi”, sono le case editrici Sinnos, Orecchio Acerbo, Tunué, Round Robin, Bao Publishing. Anche in questo caso, per visionare il programma completo, vi rimandiamo alla sezione dedicata alle scuole del sito ufficiale di Più libri più liberi.

Più libri più liberi
La locandina della fiera Più libri più liberi 2018

Più libri più liberi partecipa ad ALDUS, la rete europea delle fiere del libro cofinanziata dall’Unione Europea nell’ambito del programma Europa Creativa.

Be Sociable, Share!

Antonia Storace

Antonia Storace

Ho dipinto di bianco una delle pareti di camera mia e, simile ad una giunonica tela, le ho affidato un pezzo della mia storia. Ora, sul suo perlaceo candore, una scritta vestita di nero contrasto danza come fosse sospesa nel vuoto: “La scrittura è stata la mia fonte della giovinezza, la mia puttana, il mio amore, la mia scommessa” (C. Bukowski).
Scrivere è il mio verbo all’infinito. Il mio infinito in un verbo: un destino che ti porti addosso, ti abita la pelle e dal quale non puoi fuggire.
Antonia Storace

Leave a Reply

Your email address will not be published.