Aeterna: premiati gli artisti dell’Esposizione Triennale di Arti Visive a Roma

Aeterna: premiati gli artisti dell’Esposizione Triennale di Arti Visive a Roma

ROMA – Tempo di premi per Aeterna: questo il titolo dell’Esposizione Triennale di Arti Visive di Roma, giunta alla sua terza edizione, aperta al pubblico fino al 23 Aprile presso il Complesso del Vittoriano – Ala Brasini e nei padiglioni esterni, il Palazzo Velli Expo e la Fondazione Venanzo Crocetti.

Sculture, fotografie, dipinti, installazioni per un totale di 235 artisti e 253 creazioni contemporanee; l’esposizione 2017,  curata da Gianni Dunil, importante Art Director e Video Maker, è stata inaugurata dal conte Daniele Radini Tedeschi, critico d’arte e curatore del Padiglione Guatemala nella prossima Biennale di Venezia, e dal professor, critico e storico dell’arte Achille Bonito Oliva.

E sono proprio le teorie di Daniele Radini Tedeschi, fondatore dell’Estetica Paradisiaca, a porsi alla base della manifestazione, come progetto finalizzato all’affermazione e alla celebrazione di questo movimento artistico e sociale. L’esposizione Aeterna è connotata dalla “volontà degli artisti di fornire risposte corali rispetto ad un Nulla eterno, solenne, definitivo, risolto solo attraverso una riconfigurazione dell’astrazione”.

Non troveremo vedute e paesaggi ma opere che emergono, talvolta al limite dell’astrattismo,  per la loro immediata ricezione provocatoria, attraverso la quale sviluppare una riflessione spirituale, spaziando dalla teoria dei colori, all’effimero e all’indicibile; questi temi vengono elaborati dagli artisti riuniti nella Triennale romana con grande originalità, nell’obiettivo di soffermarsi sulla possibilità delle arti visive di rispondere ai valori della società odierna sempre più contrastanti e tesi ad un nichilismo tecnologico, estetico e ad una incomunicabilità latente.

Il 3 Aprile è stato consegnato il premio Aeterna all’opera di Pier Domenico Magri. Catturano la nostra attenzione i Soffioni di Vittoria Malagò, che ha vinto il premio della categoria under 30 con i suoi disegni: miniature in bianco e nero in cui i fiori diventano protagonisti, immortalati nel momento della perdita dei loro pistilli, divenendo così emblema per eccellenza dell’inevitabile effimero che domina le nostre esistenze ed è il fulcro tematico dell’Esposizione.

Suggestiva anche l’opera “Enigma” dell’olandese Lucas Van Eeghen, che vince il premio alla carriera;  qui natura ed arte si incontrano arrivando ad una fusione attraverso le sue tecniche miste: la Natura diventa Arte plasmandosi in un opera tridimensionale che, di fatto, esce dalla superficie bidimensionale e si proietta con materia ed ombra nel nostro spazio, tornando ad essere reale.

Emergono, nell’Esposizione Triennale di Arti Visive, anche le ironiche opere di Sabrina Bertolelli, in cui si gioca sullo slittamento semantico tra opera d’arte e semplice materia, come accade in “La presa-a present for you“.  In “Freedom“, alcuni tubetti di colore sembrano lanciare un ultimo grido di liberà, che cola verticale verso il basso, come conseguente gesto estremo alla loro presa in trappola. La nostra attenzione non può non essere catturata da #allthesame della stessa Bertolelli, plastica superficie dalla vivace cromia, creata da tanti gusci di uova colorate, uno accanto all’altro. Uguali nella tipologia, ma estremamente diversificati tra di loro nel colore, nelle fratture: alcuni ci mostrano lievi fessure, altrove troviamo spaccature più profonde che lasciano vedere apertamente l’interno, uova scoperchiate e, talvolta, singoli frammenti rimasti al posto dell’intero. In occasione della premiazione è stata fatta menzione speciale per l’artista, che ha esposto anche alla Biennale di Venezia.

Molti sono gli eventi collaterali legati alla Triennale che si svolgeranno durante il periodo espositivo, tra i quali il progetto Triennale libri, per maggiori informazioni visitate il sito e la relativa pagina facebook.

Complesso del Vittoriano – Ala Brasini – ingresso libero
Lunedì – Giovedì 9.30 > 19.30
Venerdì – Sabato 9.30 > 22.00
Domenica 9.30 > 20.30
L’ingresso è consentito fino a 45 minuti prima dell’orario di chiusura
Palazzo Velli Expo

Lunedì – Venerdì 11.00 > 19.00
Sabato e Domenica chiuso
Fondazione Venanzo Crocetti

Lunedì – Venerdì 11.30 > 13.00 – 15.00 >19.00
Sabato 11.00 > 19.00
Domenica chiuso

 

Triennale Roma

20170206152239.tif
20170206152239.tif

Enigma
Enigma

Be Sociable, Share!

Giulia Chellini

Giulia Chellini

Silenziosa scrutatrice, appassionata di arte e restauro; spesso sogno ad occhi aperti il mondo come dovrebbe essere per dimenticare il mondo come è..ed intanto perdo l’autobus. Fotografo dettagli insignificanti, cerco quadrifogli nei prati e parlo con i gatti. Penso che lo scopo della vita sia racchiuso nella parola “scoprire”: luoghi, cose e persone.
Giulia Chellini

Leave a Reply

Your email address will not be published.