Ritrovarmi, l’inno alla vita di Simona Zeta

Ritrovarmi, l’inno alla vita di Simona Zeta

CATANIA – L’opera prima della giovane scrittrice siciliana sta accompagnando l’estate di moltissimi lettori. Il perché ve lo diciamo noi!

Una vita vissuta senza tabù, dove non c’è spazio per l’ordinario. Una vita fatta di passioni, cadute, emozioni e trasgressioni. E’ la vita di Simona Zeta, giovane autrice dannata e turbolenta, che nel suo romanzo d’esordio dal titolo Ritrovarmi, utilizza la scrittura per dare sfogo a tutte le sue emozioni, senza segreti, senza filtri.

simona zeta ritrovarmiInsomma, se state cercando un libro in grado di accompagnare degnamente la vostra estate, avete fatto bingo: Ritrovarmi, di Simona Zeta edito da Bonfirraro Editore, è un racconto scorrevole e di grande impatto, una storia in cui amore e dolore, si fondono in maniera originale e personalissima.

L’autrice, nonché protagonista del romanzo, ripercorre le vicende della propria vita con ironia, creando così un rapporto molto particolare col lettore, che rimane inevitabilmente colpito durante tutto il corso della storia.

Una storia difficile, caratterizzata dalla continua ricerca della figura paterna, troppo assente in età adolescenziale. Simona si imbatterà infatti in molti uomini superficiali e materiali, che la vorranno solo possedere e conoscerà tutti gli aspetti di una vita caleidoscopica fatta di sfide, di sballo e di ribellioni. Attraverserà l’inquietudine adolescenziale che la spingerà al disperato tentativo di colmare i propri vuoti senza alcun limite; conoscerà presto il lutto e la malattia, duri banchi di prova per chiunque, specie per una giovane ragazza, che la porteranno a vivere una vita border line, tra inferno e paradiso.

Il libro di Simona Zeta è naturalmente focalizzato sulle vicende intime della protagonista, ma si sofferma anche sui problemi e sulle difficoltà del mondo di oggi. Il romanzo è infatti ricco di spunti e sfaccettature, dalla società che condiziona le nostre scelte impedendoci di essere liberi, alla sessualità, passando dal già citato tema dell’abbandono, fino ad arrivare alla frenetica e compulsiva ricerca della felicità.

Il tutto naturalmente, condito da sentimenti, amicizia, verità e amore, un amore sfrenato, a volte folle, ma necessario per andare avanti.

“Non voglio insegnare nulla a nessuno – ci dice Simona Zeta – ma voglio infondere un messaggio alla società attuale, una società depressa, dove è facile sprofondare. Il mio è un libro provocatorio, irriverente, che cerca di far sorridere e a volte anche di far commuovere”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.