Sora scommette sulla cultura con la Mostra D’Arte Cinematografica Vittorio De Sica

Sora scommette sulla cultura con la Mostra D’Arte Cinematografica Vittorio De Sica

FROSINONE – Un’ambiziosa iniziativa culturale si svolgerà a Sora dal 25 giugno al 14 settembre. Inaugurata ieri nella città volsca la prima edizione della Mostra D’Arte Cinematografica Vittorio De Sica. Tre mesi di proiezioni cinematografiche, spettacoli teatrali, performance di danza e musica e contest di opere inedite, per un calendario ricchissimo che vedrà la partecipazione di importanti personalità del mondo dell’arte e dello spettacolo. Fra le serate più attese quella del 27 giugno in Piazza Mayer Ross con Michele Placido.
 

Si parla da anni di rilancio del territorio e della cultura come potenziale elemento su cui far leva per il futuro della Provincia di Frosinone. Innestare un circolo virtuoso che faccia perno sulla settima arte sembra essere un obiettivo che, a dispetto di un lungo trend negativo, la città di Sora si è posta ora di realizzare mettendo in campo iniziative ambiziose come la Mostra D’Arte Cinematografica Vittorio De Sica, presentata ufficialmente ieri mattina nella Sala Consiliare del Palazzo Municipale.  L’iniziativa, promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Sora, è stata finanziata dalla Regione Lazio con la compartecipazione del Comune di Sora e sarà realizzata in collaborazione con l’Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale, con la Presidenza del Consiglio Provinciale di Frosinone e con la Banca Popolare del Cassinate.

Della mostra era già stata data un’anticipazione in una precedente conferenza stampa tenutasi il 17 aprile scorso, in cui erano presenti anche il Sindaco Roberto De Donatis, il Rettore dell’Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale Prof. Giovanni Betta e il Presidente della Banca popolare del Cassinate Donato Formisano. La presentazione di ieri mattina è invece entrata nel merito dei dettagli del programma, fulcro degli interventi del Presidente del Consiglio Provinciale di Frosinone Luigi Vacana e dell’Assessore alle Politiche Culturali Sandro Gemmiti.
Una delle più grandi novità di quest’anno è rappresentata dal fatto che la Mostra d’Arte Cinematografica sorana è stata inserita nell’importante progetto ArtCity 2018 che, con oltre centocinquanta iniziative di arte, architettura, letteratura, musica, teatro, danza e audiovisivo, interesserà Roma insieme a gran parte del territorio regionale coprendo l’intera estate, da giugno a novembre. ArtCity, giunta alla seconda edizione, è realizzata dal Polo Museale del Lazio, l’istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che gestisce quarantasei musei e luoghi della cultura di Roma e del Lazio, ed è stata presentata contemporaneamente alla Mostra sorana nella Cappella dei Condannati di Castel S. Angelo dalla Direttrice Edith Gabrielli. A rappresentare il Comune di Sora durante la conferenza stampa nella Capitale, è stata la Consigliera Comunale delegata alle politiche giovanili Simona Castagna, vice-presidente del Consiglio Comunale. Come spiegato dall’Assessore Gemmiti, si è dato il via a una delle primissime convenzioni tra il Polo Museale del Lazio e un Comune (Sora è l’unico oltre a quello di Palestrina), che verrà ratificata entro la fine di giugno.
La Mostra cinematografica De Sica è un evento modulare che intende sviluppare e promuovere la cultura cinematografica e in generale la sensibilità all’arte attraverso un contenitore di iniziative che ponga al centro i giovani, coinvolgendo al contempo tutte le fasce d’età.
La kermesse, presentata durante la mattinata dalla giornalista Ilaria Paolisso, si è aperta con i saluti istituzionali del Presidente del Consiglio Provinciale Luigi Vacana, che ha sottolineato la forte sinergia tra Comune e Provincia ed il grande spessore culturale degli eventi organizzati in collaborazione. Occorre tornare a parlare di spettacolo, in quanto esso non è soltanto una distensione dell’animo. La cultura è economia ed è da considerarsi a pieno titolo un volano per lo sviluppo di un territorio, ha proseguito Vacana, sottolineando come Sora sia stato l’unico Comune del Lazio che per il secondo anno consecutivo ha continuato a investire in modo significativo sulle politiche culturali dopo la riorganizzazione delle Province stabilita dalla riforma Del Rio. Dimostrazione ne è stata, oltre alla prima edizione della mostra, il proseguire di incontri importanti con artisti di primo piano del panorama nazionale, come quello del 25 gennaio scorso con Giancarlo Giannini, che nella città volsca ha ricevuto un nuovo prestigioso premio alla carriera.
Dopo aver portato i saluti del Sindaco Roberto De Donatis, è stato l’Assessore alle Politiche Culturali Sandro Gemmiti a illustrare gli aspetti salienti della Mostra, che partirà il 25 giugno per concludersi il 14 settembre. Il ricchissimo cartellone propone concerti, balletti, proiezioni cinematografiche, spettacoli teatrali per un totale di oltre 30 eventi. Sotto l’ombrello della settima arte si assommano infatti anche espressioni come il teatro, la danza, la musica e la fotografia, ha affermato Gemmiti. Ecco perché, secondo l’Assessore, incentrare un evento-contenitore sul cinema è la scelta migliore per la città di Sora, che nel rendere omaggio a una figura centrale del Neorealismo italiano come Vittorio De Sica, nato nel 1901 nel rione Cittadella, avrà modo di sviluppare un programma artistico a tuttotondo. L’Amministrazione, coadiuvata dal tavolo tecnico composto da Antonio Mantova, Tiziano Rea, Michele Saccucci e Armando Caringi, ha inteso dar rilievo in modo particolare alle compagnie teatrali e agli attori locali, che saranno presenti attraverso reti di Associazioni culturali, oltre che ai giovani studenti degli Istituti scolastici, cui si darà spazio in tre diverse serate dedicate a spettacoli allestiti nel corso di laboratori guidati durante l’anno da professionisti.
Circa le consulenze artistiche ci si è avvalsi del Maestro Francesco Mariozzi relativamente alla parte musicale, di Federico Mantova per il teatro e di Annamaria Tollis per la danza. Un sentito ringraziamento è andato anche alle Associazioni e agli sponsor B Motor Concessionaria Wolkswagen, Penta srl, Bruni Centro Cucine Sora e Farmacia Marini.
Naturalmente non mancheranno momenti di discussione, spettacolo e workshop in compagnia di artisti e personalità dello spettacolo affermate, come la pièce Serata d’Onore con Michele Placido, il 27 giugno in Piazza Mayer Ross, lo stage intensivo di recitazione cinematografica con il Maestro Riccardo Leonelli, dal 29 giugno al 1 luglio, la suite di danza ispirata a La Strada di Fellini, con il ballerino Alfonso Paganini, che si esibirà sulle musiche di Nino Rota, e Luca Mauceri, che sarà presente in due date: il 17 luglio in Piazza Mayer Ross con L’uomo dei Sogni, mistero per due voci e un violoncello da lui scritto e diretto, in cui sarà accompagnato dal Maestro Donato Cedrone, e il 18 luglio, nei giardini dell’Associazione Il Faro Onlus, con Novecento – Il sogno di un viaggio, liberamente ispirato al libro Novecento di Baricco. Simbolicamente degne di rilievo per la Mostra d’Arte Cinematografica Vittorio De Sica saranno anche la serata del 7 luglio, in cui l’Orchestra da Camera di Roma, con la direzione di Vincenzo Mariozzi e la voce recitante di Federico Mantova, commemorerà la nascita di De Sica davanti la sua casa natale eseguendo brani di Nino Rota, Ennio Morricone e Nicola Piovani, e quella del 14 settembre in Piazza Mayer Ross, che chiuderà la manifestazione con la proiezione del film I figli della notte, diretto da Andrea De Sica, di cui si avrà la partecipazione straordinaria.
Vero cuore della Mostra è però il contest cinematografico, aperto a tutti, con in palio un Premio in denaro pari a 1.000,00 euro e una targa per il miglior cortometraggio o mediometraggio, un Premio analogo per il miglior documentario e delle menzioni speciali con medaglia riservati alla miglior regia, miglior interprete, migliore fotografia, migliore sceneggiatura, migliore montaggio e migliore colonna sonora originale. Le opere in concorso verranno proiettate in Piazza Mayer Ross dal 22 al 29 giugno, sino alla premiazione che vi sarà durante la serata finale con un Gran Galà.
Durante la mattinata di presentazione, la parola è andata anche al Consigliere Comunale Massimiliano Bruni, che ha annunciato la prossima realizzazione del progetto A spasso per la storia – Walking for history, un vero e proprio Museo dell’universo multimediale che impiegherà tecnologie avanzate ed immersive con ologrammi e realtà virtuale per rendere ancora più coinvolgente l’incontro con la tradizione storico-culturale e artistica del territorio locale.
A concludere l’incontro è stata la Consigliera Comunale Floriana De Donatis, soffermarsi sull’importanza della ricaduta sociale e formativa dell’iniziativa, che anche dopo il 14 settembre proseguirà durante l’inverno con attività laboratoriali e didattiche che coinvolgeranno gli Istituti Comprensivi, offrendo inoltre agli studenti l’opportunità di svolgere percorsi di alternanza scuola-lavoro.
Le premesse di questa estate sorana 2018 sembrano dunque le migliori e tengono altissime le nostre aspettative. Scopriremo dai prossimi giorni se l’impegno dell’Amministrazione De Donatis sarà stato sufficiente a realizzare l’ardua ma non impossibile ambizione di regalare alla città di Sora un calendario estivo intenso come quelli dei più importanti centri nazionali, ma soprattutto l’input per un reale cambio di mentalità che dovrà diventare collettivo per tradursi in strategie di successo duraturo nel tempo. State con noi per gli aggiornamenti!

Il programma della Mostra D’Arte Cinematografica Vittorio De Sica è consultabile online sulla pagina ufficiale del Comune di Sora e sulla pagina del progetto ArtCity.

Si ringrazia l’Ufficio Stampa del Comune di Sora per la gentile concessione degli scatti

Mostra D'Arte Cinematografica Vittorio De Sica

locandina mostra de sica
locandina mostra de sica

programma mostra de sica
programma mostra de sica

incontro michele placido mostra de sica
incontro michele placido mostra de sica

Il Presidente del Consiglio Provinciale Luigi Vacana e l'Assessore alle politiche culturali del Comune di Sora Sandro Gemmiti
Il Presidente del Consiglio Provinciale Luigi Vacana e l’Assessore alle politiche culturali del Comune di Sora Sandro Gemmiti

sala consiliare presentazione mostra de sica
sala consiliare presentazione mostra de sica

presentazione mostra de sica
presentazione mostra de sica

Be Sociable, Share!

Stefano Maria Pantano

Stefano Maria Pantano

Et unum facere et aliud non omittere! Ricordo con affetto queste parole, che uno dei miei più cari maestri di prima gioventù amava ripetermi. Non sempre però riesco a mettere in pratica il prezioso precetto dei padri latini, essendo io alla perenne ricerca di un equilibrio e di una pace mai trovata. Mi dibatto tra vari interessi che vanno dallo studio al teatro (visto e recitato), dallo sport alla scrittura cercando la mia stella. Fisicamente a metà fra l’atleta e il topo da biblioteca, ma sempre più tendente verso il secondo, la mia eterna preoccupazione è che quello che faccio sia fatto degnamente, secondo un’espressione orientale che mi sta molto a cuore: kung fu (“lavoro molto duro praticato con abilità e sacrificio”).
Stefano Maria Pantano

Leave a Reply

Your email address will not be published.