Spazio del Racconto, la nuova rassegna del Brancaccino è pronta a stupire

Spazio del Racconto, la nuova rassegna del Brancaccino è pronta a stupire

ROMA – Il Teatro di San Giovanni svela le sue carte e presenta il calendario della stagione 2017-18. Andiamo a conoscerlo meglio.

La stagione teatrale capitolina è tornata e come sempre cerchiamo di segnalarvi le iniziative che ci sembrano più interessanti e originali. Tra i programmi più vivaci, troviamo sicuramente quello proposto dal Teatro Brancaccino, che per la stagione 2017-18 si focalizzerà su un tema ben preciso e molto gradito al pubblico, vale a dire la drammaturgia contemporanea.

Il teatro di San Giovanni, da sempre attentissimo agli artisti emergenti e alle tematiche del nostro tempo, propone la infatti la terza edizione della rassegna “Spazio del Racconto”, con l’obiettivo di sviluppare un cantiere aperto di riflessione e pratica sulla scrittura, un punto di incontro tra drammaturghi, registi, attori e pubblico, in modo da rendere accessibile e fruibile il rapporto scena-platea.

Anche quest’anno la direzione artistica è affidata a Emanuela Rea che ha voluto illustrarci alcuni dettagli di questa particolare iniziativa: “Spazio del Racconto offrirà ai partecipanti un momento in cui trovarsi, incontrarsi e scivolare dentro una storia – ci ha detto la direttrice – Racconti ambientati nell’oggi, prospettive sul contemporaneo, ma anche semplicemente sulla vita di tutti i giorni: voci che parlano di contrasti e di incontri, di nuove famiglie, di dolore elaborato come possibilità di crescita, dell’alienazione rispetto alla società; di malattia e di morte; della vita dell’artista. Scritture a confronto, sguardi sul vero, scenari poetici che albergano il luogo vuoto e si fanno reali spazi dell’immaginazione. Un invito, rivolto ad autori e pubblico, a contribuire all’osservazione del nostro tempo, per svelarne fragilità e nevrosi, miserie e nobiltà”.

E allora quali saranno gli spettacoli da non perdere per questa nuova stagione? Beh, tra i più attesi c’è sicuramente il ciclo dei Classici del Secolo Futuro, quattro riscritture di testi teatrali classici a cura degli allievi attori di Stap Brancaccio – Accademia di recitazione, drammaturgia e regia, diretta da Lorenzo Gioielli.

Il progetto, nato nella scorsa stagione teatrale, trova negli intenti della rassegna una naturale casa al Teatro Brancaccino. Preparatevi quindi ad assistere alla remake teatrale di un cult come Trainspotting o la trasposizione contemporanea dell’Orestea.

Appunti per un’Orestea nello sfascio racconta infatti le derive della nostra Società corrotta e rassegnata ed è ambientata nel cuore della Puglia “L’Altra Terra dei Fuochi”, dove Elettra e Oreste sono al centro di un intrigo di scandali sessuali, omicidi mafiosi e rifiuti tossici.

Molta curiosità anche per Music-Hall di Jean-Luc Lagarce, uno degli autori contemporanei più amati e interpretati in Francia, scomparso prematuramente nel 1995. Lo spettacolo diretto da Marco Carniti con Sandra Collodel, Sebastian Gimelli Morosini, Dario Guidi è una racconta della realtà tristemente reiterata di una vedette ormai decaduta in un mondo teatrale in bilico tra ricordi e aspirazioni.

Una dei temi più affrontati nella stagione 2017-18 del Brancaccino è sicuramente quello dedicato alla famiglia.

Modern Family 1.0 di Giovanna Donini, Annagaia Marchioro e Virginia Zini e Come Sposare una femminista di Samantha Ellis affondano i rispettivi racconti nelle nuove famiglie e nei rapporti di coppia al giorno d’oggi, il tutto condito da ironia a irriverenza.

Diversa invece è l’impronta di altri due spettacoli, sempre incentrati sul medesimo argomento ma con un linguaggio decisamente più seriosi e a tratti drammatici . Quasi Natale, debutto per la compagnia Teatrodilina, testo e regia Francesco Lagi, con Anna Bellato, Francesco Colella, Silvia D’Amico, Leonardo Maddalena e N.E.R.D.s – sintomi, testo e regia Bruno Fornasari, con Tommaso Amadio, Riccardo Buffonini, Michele Radice, Umberto Teruso (Teatro dei Filodrammatici).

Infine la storia, altro tema carissimo al Brancaccino. In 1927 Monologo Quantistico, Gabriella Greison, fisica, scrittrice e giornalista, racconta i fatti più sconvolgenti, misteriosi, divertenti, umani che hanno fatto nascere la Fisica Quantistica (Tieffe Teatro).

Michelangelo e il Pupazzo di neve, di e con Carlo Vanoni, regia Gian Marco Montesano (Florian Metateatro), svela invece la parte più intima e umana del grande artista, e Leonardo Da Vinci, racconto nascosto di e con Michele Santeramo (Fondazione Teatro della Toscana), che quasi reinventa un personaggio ponendolo al centro di un grande e difficile quesito.

Insomma, di carne al fuoco ce n’è tanta. Date un’occhiata al programma completo, non rimarrete certo delusi!

Benvenuti al Brancaccino. Benenuti  a SPAZIO DEL RACCONTO!

Calendario di Spazio del Racconto , Brancaccino
dal giovedì al sabato ore 20.00; domenica ore 18.45

2 – 12 novembre 2017
Khora Teatro
THE ALIENS
di Annie Baker, traduzione Monica Capuani
regia Silvio Peroni
con Giovanni Arezzo, Francesco Russo, Jacopo Venturiero

16 – 19 novembre 2017
Bis Tremila srl
MUSIC-HALL
di Jean-Luc Lagarce, traduzione Gioia Costa
regia Marco Carniti
con Sandra Collodel, Sebastian Gimelli Morosini, Dario Guidi

23 – 26 novembre 2017
Le Brugole
MODERN FAMILY 1.0
di Giovanna Donini, Annagaia Marchioro e Virginia Zini
con Annagaia Marchioro e Virginia Zini

30 novembre – 3 dicembre 2017
Bartolini/Baronio
PASSI una confessione
di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio
produzione 369gradi | Bartolini/Baronio
vincitore del Premio Dominio Pubblico 2014

11 – 14 gennaio 2018
Teatrodilina
QUASI NATALE
testo e regia Francesco Lagi
con Anna Bellato, Francesco Colella, Silvia D’Amico, Leonardo Maddalena

18 – 21 gennaio 2018
Tieffe Teatro
1927 – MONOLOGO QUANTISTICO
di e con Gabriella Greison
regia Emilio Russo

1 – 4 febbraio 2018
Le Brugole
COME SPOSARE UN FEMMINISTA
di Samantha Ellis
regia e traduzione Monica Nappo
con Roberta Lydia De Stefano, Alberto Paradossi

8 – 11 febbraio 2018
Florian Metateatro – Centro di produzione teatrale
MICHELANGELO E IL PUPAZZO DI NEVE
di e con Carlo Vanoni
regia Gian Marco Montesano

15 – 18 febbraio 2018
Teatro Out Off
L’IMPERATORE DELLA SCONFITTA
di Jean Fabre, traduzione Giuliana Manganelli
regia Elena Arvigo
con Elena Arvigo e Alessandro Averone

1 – 4 marzo 2018
ATIR Teatro Ringhiera
UN ALT(R)O EVEREST
di e con Mattia Fabris e Jacopo Bicocchi

8 – 9 marzo 2018
Pupi e Fresedde-Centro Nazionale di Produzione Teatrale-Firenze/Uthopia/tra Cielo e Terra
IL GENERALE
di Emanuele Aldrovandi
regia Ciro Masella
con Ciro Masella, Giulia Eugeni, Eugenio Nocciolini

15 – 18 marzo 2018
Viola Produzioni
APPUNTI PER UN’ORESTEA NELLO SFASCIO
testo e regia Terry Paternoster
con Michele Degirolamo, Patrizia Ciabatta, cast in via di definizione

24 – 25 marzo 2018
Fondazione Teatro della Toscana
LEONARDO DA VINCI. L’opera nascosta
di e con Michele Santeramo
immagini di Cristina Gardumi

5 – 8 aprile 2018
Viola Produzioni
TRAINSPOTTING
di Irvine Welsh, versione Wajdi Mouawad
traduzione Emanuele Aldrovandi
regia Sandro Mabellini
con Michele Di Giacomo, Riccardo Festa, Valentina Cardinali, Marco Bellocchio

12 – 22 aprile 2018
Amadio/Fornasari Teatro Filodrammatici di Milano
N.E.R.D.s – sintomi
testo e regia Bruno Fornasari
con Tommaso Amadio, Riccardo Buffonini, Michele Radice, Umberto Teruso

3 maggio 2018
Piccola Compagnia Dammacco
ESILIO
testo e regia Mariano Dammacco
con la collaborazione di Serena Balivo
con Serena Balivo e Mariano Dammacco

22-23 febbraio 2018
22-23 marzo 2018
26-27 aprile 2018
10-11 maggio 2018
Sala Umberto /Stap
CLASSICI DEL SECOLO FUTURO
Quattro riscritture senza paura
Rassegna di atti unici degli allievi attori della STAP Brancaccio
biglietto: 8 € | fuori abbonamento

BRANCACCINO, Via Mecenate 2, Roma
Sito Ufficiale
Biglietto: 15,50 € – Card open 5 ingressi: 55 €
BOTTEGHINO DEL TEATRO BRANCACCIO Via Merulana, 244 | tel 06 80687231
UFFICIO PROMOZIONE tel 06 80687232 | promozione@teatrobrancaccio.it

Spazio del Racconto

[img src=http://www.mywhere.it/wp-content/flagallery/spazio-del-racconto/thumbs/thumbs_spazio-del-racconto.jpg]10
[img src=http://www.mywhere.it/wp-content/flagallery/spazio-del-racconto/thumbs/thumbs_le-brugole_modern-family-1-0_atir-teatro-ringhiera_giulia-martini-12-copia.jpg]10TEATRO RINGHIERADA MARTEDÌ 02 MAGGIO 2017 A DOMENICA 07 MAGGIO 2017MODERN FAMILY 1.0PROSA 2016-2017, STAGIONE 2016-2017 drammaturgia di Giovanna Donini, Annagaia Marchioro e Virginia Zini | con Annagaia Marchioro e Virgini Zini | scene e costumi di Federica Pellati | contributo fotografico di Mario Tedeschi | illustrazione Anna Resmini | light designer Roberta Faiolo | tecnico audio/luci Giada Ulivi | organizzazione Manuela Naclerio |produzione Brugole&Co
TEATRO RINGHIERA<br />DA MARTEDÌ 02 MAGGIO 2017 A DOMENICA 07 MAGGIO 2017<br />MODERN FAMILY 1.0<br />PROSA 2016-2017, STAGIONE 2016-2017 drammaturgia di Giovanna Donini, Annagaia Marchioro e Virginia Zini | con Annagaia Marchioro e Virgini Zini | scene e costumi di Federica Pellati | contributo fotografico di Mario Tedeschi | illustrazione Anna Resmini | light designer Roberta Faiolo | tecnico audio/luci Giada Ulivi | organizzazione Manuela Naclerio |<br /><br />produzione Brugole&Co
[img src=http://www.mywhere.it/wp-content/flagallery/spazio-del-racconto/thumbs/thumbs_il-generale.jpg]10
[img src=http://www.mywhere.it/wp-content/flagallery/spazio-del-racconto/thumbs/thumbs_leternita-dolcissima-di-renato-cane_s.jpg]10
[img src=http://www.mywhere.it/wp-content/flagallery/spazio-del-racconto/thumbs/thumbs_sandra-collodel-musica-hall.jpg]10
[img src=http://www.mywhere.it/wp-content/flagallery/spazio-del-racconto/thumbs/thumbs_teatrodilina-quasi-natale.jpg]10
[img src=http://www.mywhere.it/wp-content/flagallery/spazio-del-racconto/thumbs/thumbs_aliens_04.jpg]00
[img src=http://www.mywhere.it/wp-content/flagallery/spazio-del-racconto/thumbs/thumbs_elena-arvigo-limperatore-della-sconfitta.jpg]00
[img src=http://www.mywhere.it/wp-content/flagallery/spazio-del-racconto/thumbs/thumbs_greison-monologo-quantistico-_mg_3891-copia.jpg]00

Be Sociable, Share!

Paolo Riggio

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.