Street food palermitano: un viaggio di sapori e profumi

Street food palermitano: un viaggio di sapori e profumi

PALERMO – La città è diventata capitale europea dello street food rendendo così il cibo da strada patrimonio culturale della città. Quindi, nella nominata capitale della cultura 2018, i sapori dello street food ci portano attraverso un vero e proprio viaggio di gusti. Qui vi raccontiamo specialità culinarie e novità dello street food palermitano.

Palermo è una città da visitare, sia per i suoi monumenti che racchiudono pezzi di storie e culture differenti sia per le sue usanze culinarie soprattutto per lo street food. Fare un itinerario tra i vari ristoranti o le varie pietanze da provare sarebbe interminabile. Quello che caratterizza Palermo è sicuramente lo street food. Il cibo da strada è un’usanza che persiste da anni ed è ormai diventato patrimonio culturale. Basta entrare nei vicoli di Palermo e sicuramente vi imbatterete in un carretto che vende pietanze.  Sfincione, pane con la milza, pane con panelle e crocchè, trippa, e quarume sono i classici cibi da strada palermitani. Sicuramente i posti dove trovare il cibo da strada sono i mercati rionali secolari come Ballarò, Vucciria, e il Capo. Entrando in questi mercati si viene inondati da odori forti e invitanti, acri o delicati. Camminando fra i mercati l’aroma della cucina è presente in ogni angolo.

Il tipico street food palermitano, dove trovarlo

Sicuramente uno dei tipici cibi da strada è il panino con la milza. All’interno del panino c’è polmone e trachea di vitello cotti con lo strutto, infine si condisce o con limone o con caciocavallo. Il locale dove mangiare il miglior panino con la milza è la focacceria di San Francesco dal 1843.  Magari leggendo che gli ingredienti sono polmone e trachea non andreste mai ad assaggiarlo, ma vi assicuro che non è così terribile come si possa pensare. Il sapore non è di certo fra i più leggeri, è un sapore molto forte che accompagnato con il caciocavallo si sposa alla perfezione.

18013073_10209796323650115_1391943959_o

Subito dopo il panino con la milza c’è il panino con le panelle e le crocchè. Le panelle sono fatte con la farina di ceci, mentre le crocchè sono patate schiacciate e menta. Entrambe vengono fritte e servite con limone e sale. Il panino con panelle e crocchè si può andare a mangiare da Franco u Vastiddaro a piazza marina specializzato in fritti di ogni tipo. Questo rispetto al panino di prima ha un sapore molto delicato adatto a tutti. é il più amato anche da i bambini.

street food fritto

Girando per i mercati un’altra pietanza è sicuramente lo sfincione, o classico con salsa, caciocavallo e cipolla o bianco con ricotta e cipolla. Lo sfincione è simile alla pizza ma con il condimento agrodolce, una vera goduria per il palato. Queste sono solo alcune delle pietanze da strada che si possono trovare ma sono quelle che assolutamente si devono assaggiare se si va a visitare Palermo.

Il dolce protagonista dello street food palermitano

Non dobbiamo dimenticare che oltre alle pietanze salate Palermo è piena di pietanze dolci. Il dolce che viene associato a Palermo è il cannolo, una sfoglia fritta riempita di ricotta dolce e gocce di cioccolato. Quasi in tutte le pasticcerie si possono trovare i cannoli. Per gustare i cannoli migliori della Sicilia bisogna andare a Piana Degli Albanesi, un paese noto per la bontà dei cannoli cucinati freschi al momento.street food cannolo

Solitamente ogni dolce è associato ad una festività come: la sfincia di san giuseppe che si mangia quasi esclusivamente per San giuseppe, e la cassata che solitamente è un dolce che non deve mancare sulle tavole a Pasqua. Questi due dolci da assaggiare sicuramente se siete degli amanti della ricotta dolce. La festività che racchiude sia dolce è salato è sicuramente Santa Lucia. In questa occasione si mangia solo ed esclusivamente arancine che oltre al burro e alla carne si fanno con tanti altri condimenti. L’arancina è a tutti gli effetti un pasto completo, riso e condimento. Il dolce che l’accompagna è la cuccia. Un dolce fatto con il grano bollito e una crema di latte che può essere bianca o al cioccolato o con ricotta.

street food arancine

Lo Street food fest evento d’obbligo

La scorsa settimana si è svolto lo street food festival, il primo festival internazionale del cibo da strada, nel centro storico di Palermo. Una vera e propria gara tra cuochi provenienti da tutte le parti del mondo. Ogni cuoco prepara a vista le specialità di street food provenienti dal loro paese. Passare una giornata allo street food fest è una vera goduria sia per l’olfatto che per le papille gustative. Guardare tutte le preparazioni del cibo di strada è un’esperienza sicuramente da fare per gli appassionati di cucina e non. Infine viene premiato il miglior locale di cibo da strada. Il miglior locale dello scorso anno è stato Nino Ballerino situato in Corso Finocchiaro Aprile. sicuramente un’esperienza ricca di sapori e divertimento.

Se si va a visitare una città non bisogna soffermarsi solo sul lato artistico e architettonico ma per rendere la visita completa si devono provare anche tutte le pietanze tipiche del posto. Associando la città ai sapori sicuramente vi resterà nel cuore. Quindi mi raccomando al prossimo viaggio andate ad assaggiare tutte le specialità culinarie, non ve ne pentirete.

Testo di Giulia Mazziotta

Street food Palermo capitale europea

street food sfincione

street food sfincione

street food fest

street food fest

street food dolci

street food dolci

street food sfincione

street food sfincione

street food arancine

street food arancine

street food cassata

street food cassata

street food milza

street food milza

street food fest

street food fest

street food sfincione rosso

street food sfincione rosso

street food sfincia

street food sfincia

street food sfincione bianco

street food sfincione bianco

street food fritto

street food fritto

street food arancine

street food arancine

street food cuccia

street food cuccia

Redazione

In molte redazioni online, spesso, non si conoscono i veri autori degli articoli. MyWhere vuole presentare i suoi collaboratori e far sì che la bellezza della scrittura non racconti solo di viaggi o tecnologia ma anche di quella “mano invisibile” che rende la comunicazione così efficace. Vai alla pagina Redazione per conoscerci.
Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.