The white shirt, così Balossa guarda alla prossima estate

The white shirt, così Balossa guarda alla prossima estate

ITALIA – The white shirt è la Collezione Spring Summer 2019 di Balossa che sfilerà anche in Kazakistan il prossimo Ottobre. Per una donna che ama costruire il suo outfit decostruendo la camicia, ma anche il pantalone, la gonna, il corsetto. In un mix di eleganza contemporanea mescola texture a contrasto, enfatizzando lo scontro diretto tra il minimalismo e l’astratto. 

Balossa

Ed ecco il bianco che diventa magicamente colore illuminando, figure geometriche o astratte, righe e tonalità a contrasto, ispirazioni dall’anima pop, Balossa gioca con il potere ipnotico delle forme, asimmetriche, combinando geometrie secondo le regole della stilista Indra Kaffemanaite.

1

Bisogna andare oltre, sempre, e Balossa esce dall’inverno, grigio e triste, e si fa audace con un mood accattivante ma equilibrato e declina, come sempre, il bianco, che diventa fantasia e colore attraverso gli abbinamenti, insoliti, righe e strisce protagoniste assolute della collezione, verticali o orizzontali, motivi senza tempo, che determinano le forme, le lunghezze, le asimmetrie, lacci che sono legami, che terminano con i puntali di metallo, il leit motiv, uno dei motivi iconici della collezione, cingendo come liane una donna moderna, dinamica e rock, abbracciandola, capi dalle linee pulite e geometriche di una collezione che ha un carisma seducente per ammaliare e sedurre.

IMG_5319

Lacci neri e cinture, che, con decisione, tagliano un altro leit motiv della collezione, le tasche, dettagli inediti, enormi e leggerissime, le vediamo morbide sulle camicie, sui pantaloni e le gonne, dovunque, tessuti diversi come il Ramie e la seta, balze e arricciature, applicate sul popelin di cotone, ornano determinando gli orli della camicia, sono accessori, nascondono emozioni, segreti….

7

Ogni elemento ci regala un’atmosfera di mistero, trasognante e dalla sensuale poetica in un mondo di corsa, in cui nulla è stabile e tutto è in evoluzione, la stilista racconta una storia, quella di una donna dall’eleganza contemporanea, una donna speciale che indoviniamo attraverso il suo outfit, decostruendo la camicia, ma anche il pantalone, la gonna, il corsetto, mescola texture a contrasto, gioca in uno scontro diretto tra il minimalismo e l’astratto, un tratto tipico della coscienza orientale che si sposa perfettamente al minimalismo occidentale per impersonare una donna che muta, dalla mattina alla sera, nei suoi mille impegni, di lavoro e di famiglia , una perfetta armonia tra deciso e morbido, ampio e aderente per sbocciare, infine, come da un bozzolo, per un incontro d’amore, decisa e sensuale per un nuovo percorso di moda e design houte-de-gamme in questo mondo sconfinato del fashion, il progetto di Indra Kaffemanaite, indipendente e forza creativa tra rottura e costruzione, come sono oggi le donne moderne.

Balossa in Kazakistan

Il Brand Balossa sarà presente anche alla fashion week in Kazakistan con due sfilate, sia nella capitale Astana che nell’antica città di Taras per presentare il mood della prossima collezione SS 2019, declinando così una donna che è alla ricerca del bello anziché del nuovo, che, con raffinata fresca eleganza, esprime la sua femminilità in un gioco di bianchi.

E indossa capi rubati dal guardaroba maschile come la camicia candida che diventa fantasia e colore attraverso gli abbinamenti, insoliti, righe e strisce protagoniste assolute della collezione, verticali o orizzontali, motivi senza tempo, che determinano le forme, le lunghezze, le asimmetrie, lacci che sono legami, che terminano con i puntali di metallo, il leit motiv, uno dei motivi iconici della collezione, cingendo come liane una donna moderna, dinamica e rock, abbracciandola, capi dalle linee pulite e geometriche di una collezione che ha un carisma seducente per ammaliare e sedurre.

BALOSSA in Kazakistan

Il bianco che diventa colore attraverso le sfumature delle pieghe, rouches, pannelli scomposti e ricomposti, morbidi drappeggi, per una collezione easy chic, sportiva, intrigante, raffinatissima, ricca di completi top pantalone, ma anche jumpsuit e, soprattutto minidress freschi, leggeri come veli. Il bianco spezzato – con armonia – da un tessuto stampato in bianco e nero, volti, mani, gli scarabocchi fantastici dei sogni della stilista.

BALOSSA in Kazakistan

Il leit motiv della collezione è la cintura che si fa corda, nodo, quasi sfugge nell’aria, un serpente nero che sottolinea la vita, le maniche, le chiusure, poi diventando bretella, cingendo e abbracciando la silhouette.

Balossa in Kazakistan

FASHION SHOWS:

WHITE Milano Sept.21-24 2018 , via Tortona 27 www.whiteshow.it

TRANOI Paris Sept.28 – Oct.01 2018, Carousel de Louvre  www.tranoi.com

SUPREME Düsseldorf JUL.21-24 2018, Bennigsen platz 1

SUPREME Monaco AGU.4-7 2018,Inglostadter Strasse/Taunnustrasse 45 (BY APPOINTMENT)

Balossa LTD

Be Sociable, Share!

Cristina Vannuzzi

Cristina Vannuzzi

Sono nata a Firenze e risiedo tra Firenze e New York. Esperta in comunicazione mi occupo di ufficio stampa e progetti di merchandising. Collaboro con testate: dal settore del food al lifestyle tra locali, arte, eventi, fashion, fragranze, chirurgia plastico/estetica. Energica e iper attiva sono stata anche autore e responsabile comunicazione del Progetto contro la mafia “Le cene della Legalità” per lo chef Filippo Cogliandro, anno 2012.

 

Cristina Vannuzzi

Leave a Reply

Your email address will not be published.