Tributo al compositore Domenico Zipoli

Domenica 10 gennaio alle 17:00 alla Sala delle Mura di Castelnuovo Rangone si terrà un appuntamento speciale firmato Amici della Musica di Modena, per la rassegna Note di Passaggio, dedicato al compositore Domenico Zipoli.

Si tratta di un avvenimento molto importante,  che conferma ancora una volta lo spirito  degli Amici della Musica di Modena, che dà la precedenza alla partecipazione musicale più che all’intrattenimento musicale.

La rassegna Note di Passaggio che prevede 15 appuntamenti nel corso della stagione concertistica, è dedicata alla valorizzazione delle risorse musicali all’interno del territorio, un concetto perfettamente incarnato dal compositore a cui è dedicata la serata.

Soprannominato “Il Gesuita dei Due Mondi”, Zipoli è protagonista di una curiosa “doppia vita”, fra le più affascinanti e insolite dell’intera storia della musica: la prima comincia a Prato, dove nasce nel 1688 da genitori contadini che vedranno molti dei figli donarsi alla Chiesa; la seconda a Cadice, quando nemmeno trentenne prende il mare diretto nelle missioni del Sud America. La morte lo coglie prematuramente a Córdoba, in Argentina, il 2 gennaio 1726: da quel momento l’Europa ne smarrisce la memoria per oltre due secoli, al punto da dubitare perfino della sua esistenza; non gli indios, che invece fino a oggi ne hanno conservato gelosamente le partiture manoscritte come feticci religiosi. Grazie alla devozione con cui proprio gli indios le hanno preservate, una quarantina d’anni fa le sue musiche sono state inaspettatamente recuperate nelle terre delle antiche riduzioni gesuitiche e adesso se ne conserva un gran numero in archivi musicali della Bolivia e dell’Argentina. Nell’appuntamento castelnovese, il pianista Giovanni Nesi (uno dei frutti più pregiati della rinomata Scuola di Musica di Fiesole) eseguirà di Zipoli l’integrale delle Suites e Partite per cembalo (di cui Nesi ha recentemente realizzato, per Heritage, la prima incisione mondiale su pianoforte moderno), mentre Gregorio Moppi (storico della musica e critico, collabora con la pagina toscana del quotidiano “La Repubblica” da diciotto anni) proporrà gustose letture di testimonianze ed episodi della vita del compositore.

Giovanni Nesi rappresenta una vera e propria eccellenza del palcoscenico musicale nazionale; viene infatti considerato uno dei più interessanti pianisti della sua generazione. Nelle ultime stagioni ha tenuto concerti nei principali centri musicali in Italia, Olanda, Grecia, Francia, Austria, Turchia e Spagna, sia in recital che come solista con Orchestra. La sua affinità con la Musica del concittadino Domenico Zipoli è testimoniata nel 2014 dalla prima esecuzione mondiale sul pianoforte moderno di tutte le Suite e Partite del compositore, e dalla prima realizzazione discografica di questo programma , recentemente uscita per l’etichetta londinese Heritage. Il pianista si è segnalato anche attraverso diversi importanti premi in competizioni nazionali e internazionali, oltre al prestigioso Premio William Walton, assegnato dalla Fondazione William Walton di Ischia e al premio “R.Serkin”, assegnato ogni anno dalla Scuola di Musica di Fiesole.

 Lo spettacolo, una sorta di “concerto raccontato”, ha avuto ottimi riscontri e, prima di Castelnuovo, ha fatto tappa anche a Genova e all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi (nei prossimi mesi sarà in tournée a Torino e Londra); il cd di Giovanni Nesi ha ricevuto recensioni lusinghiere da parte della critica musicale italiana e internazionale, che ne ha apprezzato la freschezza interpretativa e la grande libertà espressiva.
Il concerto è realizzato con il contributo finanziario del Comune di Castelnuovo Rangone, della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e della Regione Emilia Romagna.

Come per tutti i concerti della rassegna, l’ingresso è gratuito. 

L’Associazione Amici della Musica di Modena opera senza fini di lucro. Sostegno economico proviene dai contributi di Enti Pubblici e Privati e dalle quote di adesione dei Soci. Tutte le informazioni su contenuti artistici, aspetti organizzativi, modalità di sostegno e di adesione alle attività degli Amici della Musica di Modena sono disponibili all’ingresso della sala

L’Associazione Amici della Musica di Modena opera senza fini di lucro. Sostegno economico proviene dai contributi di Enti Pubblici e Privati e dalle quote di adesione dei Soci. Tutte le informazioni su contenuti artistici, aspetti organizzativi, modalità di sostegno e di adesione alle attività degli Amici della Musica di Modena sono disponibili all’ingresso della sala.

Per informazioni: tel 3296336877; amicidellamusicamodena.it, info@amicidellamusicamodena.it

Qui trovate il programma completo della stagione concertistica degli Amici della Musica di Modena.

http://www.mywhere.it/via-della-nuova-stagione-degli-amici-della-musica-modena/

Amici della Musica di Modena

Be Sociable, Share!

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.