Venezia 74: la realtà virtuale arriva alla Mostra del Cinema

Venezia 74: la realtà virtuale arriva alla Mostra del Cinema

ROMA – Nella conferenza stampa al Cinema The Space Moderno di Piazza della Repubblica, Alberto Barbera, direttore della Mostra Internazionale di Arte Cinematografica, organizzata da La Biennale, ha svelato nomi e titoli che parteciperanno a Venezia 74 (30 agosto – 9 settembre).

IMG_1815

Quest’anno importanti novità in laguna segnano un ulteriore passo in avanti nella ripresa dal 2010, annus horribilis, come lo ha definito Baratta, presidente della Biennale di Venezia. “Tutto ciò che è virtuale è reale”, così il direttore artistico Barbera ha introdotto la principale novità di Venezia 74: “Venice Virtual Reality“.

Per la prima volta una competizione dedicata esclusivamente a cortometraggi e installazioni di Realtà Virtuale. Una sezione parallela a quelle tradizionali, con premi e giuria: è qualcosa di inedito verso il quale, ha dichiarato Barbera in conferenza, c’è stata un’inaspettata e favorevole risposta con oltre cento proposte presentate tra cui sono state 22 quelle selezionate.IMG_1820

Non solo la coraggiosa scelta di portare a Venezia 74 la Realtà Virtuale ma anche una nuova sede in cui ospitarla: la tecnologica modernità della RV porterà vita agli ambienti vuoti degli edifici storici, parzialmente risanati, dell‘Isola del Lazzaretto Vecchio, separata da un tratto di acqua dalla cittadella del cinema al Lido.

Giusto aprirsi alle novità, nella consapevolezza che questo nuovo linguaggio artistico sta acquistando uno spazio sempre più ampio in molti settori culturali dello scenario contemporaneo: una scommessa verso il futuro.

A Venezia 74 in Concorso 22 film, di cui 4 opere italiane; Francia e Stati Uniti prevalgono nel numero di pellicole nel Festival veneziano. Per l’Italia in gara The leisure seeker di Paolo Virzì, Una famiglia di Sebastiano Riso, Andrea Pallaoro con Hannah e il musical napoletano Ammore e Malavita dei Manetti Bros.

Molte le opere prime e registi esordienti. Ad aprire il Festival “Downsizing” di Alexander Payne, commedia con Matt Damon e un cast ricco di IMG_1827grandi nomi.

Pilastri del Festival rimangono la Sezione Classici in cui si gareggia per il miglior film restaurato e per il miglior documentario sul cinema; con nove serate il Cinema in Giardino, rimane luogo di apertura a diversi generi e al pubblico; verranno presentate in anteprima le serie Netflix.

Come evento speciale della 74esima Mostra del Cinema troviamo Casa d’altri, documentario di Gianni Amelio; a distanza di un anno dal sisma che colpì Amatrice e l’Italia centrale, il 31 agosto 2017 in Sala Giardino, la proiezione sarà un’importante occasione per ricordare e mantenere viva la memoria di quanto accaduto ad agosto 2016.

Come ulteriore “pellicola speciale”, fuori concorso, sarà presentato in prima mondiale il documentario Barbiana ’65, la lezione di Don Milani, film nato dal recupero del materiale girato da Angelo D’Alessandro nel dicembre 1965 nella scuola di Barbiana, incentrato su don Lorenzo Milani e i suoi ragazzi, ritrovato dopo la morte del padre dal figlio Alessandro.

Per celebrare gli 80 anni degli Studios di Cinecittà compiuti in questo 2017, l’Istituto Luce torna a Venezia con le ‘Pillole d’Archivio’, brevi proiezioni storiche a cui il pubblico, con curiosità, potrà assistere prima di alcuni film in Concorso.

Tra le celebrità attese, da Hollywood arriveranno alla cittadella del cinema Jane Fonda e Robert Redford che, oltre a presentare il film “Our Souls at Night” riceveranno il Leone d’oro alla carriera. In veste di regista George Clooney, poi Jennifer Lawrence e la coppia Javier Bardem e Penelope Cruz, che presenterà “Loving Pablo”.

Quest’ultimo film si inserisce nel Fuori Concorso, insieme ad altre diciannove opere. A rappresentare l’italia vedremo DIVA di Francesco Patierno e Il colore nascosto delle cose di Silvio Soldini.

Altre 19 pellicole nella categoria Orizzonti; la sezione sarà aperta da Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli; Cosimo Gomez firma la commedia grottesca Brutti e Cattivi con Marco D’Amore, Claudio Santamaria e Sara Serraiocco;  Edoardo Winspeare con La vita in comune. A seguire il film d’animazione Gatta Cenerentola di Alessandro Rak.

Un’ulteriore novità: per la prima volta aprirà e chiuderà le serate di Venezia 74, un “padrino”, come è stato definito, Alessandro Borghi, presente a Venezia anche in veste di attore.

Non ci resta che attendere per scoprire a chi spetterà il Leone d’oro del 2017. Vi lasciamo l’elenco di tutti i film divisi in sezioni.

Giulia Chellini

Giulia Chellini

Silenziosa scrutatrice, appassionata di arte e restauro; spesso sogno ad occhi aperti il mondo come dovrebbe essere per dimenticare il mondo come è..ed intanto perdo l’autobus. Fotografo dettagli insignificanti, cerco quadrifogli nei prati e parlo con i gatti. Penso che lo scopo della vita sia racchiuso nella parola “scoprire”: luoghi, cose e persone.
Giulia Chellini

Leave a Reply

Your email address will not be published.