Adidas Originals = Pharrell Williams

Adidas Originals = Pharrell Williams

Succede molto spesso ormai nel mondo della moda: le iniziative di co-branding sono praticamente all’ordine del giorno. E’ per questo che all’inizio dell’anno Adidas, il marchio Leviatano di sneakers e sportwear nonchè principale competitor di Nike, ha ufficializzato la collaborazione con l’icona pop Pharrell Williams, vero e proprio esempio di celebrity che diventa brand di se stesso. Soltanto in seguito a una fase di teaser, Adidas ha reso pubblico il logo ufficiale ed i primi prodotti della collezione. Che oggi in realtà sono diventate quattro, ben organizzate in pack e riconoscibili: Solid, Tennis I, Tennis II e l’ultimissima Polka Dot. Inoltre, Adidas Originals = Pharrell Williams ha appena rilasciato i nuovi scatti della campagna pubblicitaria, questa volta incentrata sul pack Polka Dot.
pharrell-previews-his-upcoming-collaborations-with-adidas-originals-0Le immagini, a cura del giovane fotografo Ryan McGinley, ritraggono dall’alto lo stesso gruppo di Millenials di varie etnie che già nelle precedenti divulgazioni avevano trasmesso, attraverso pose simboliche, messaggi di tolleranza e uguaglianza. Per chi non avesse le idee chiare riguardo al concetto di Millenials, specifico che si tratta di un segmento di consumatori individuato su base mista, demografica e psicografica, caratterizzato dalla giovane età, da una buona cultura di base, da una mentalità aperta e da un discreto potere d’acquisto. Passano molto tempo online e possono dedicarsi agli acquisti in modo più spensierato, non avendo ancora a che fare con mutui o figli da crescere.
Chiudendo qui l’inciso e tornando alla campagna pubblicitaria, ecco che questa volta il gruppo di Millenials appare unito a formale un grande cuore, che ha lo scopo di esprimere l’importanza dell’amore, del rispetto e della forza generata dall’accettazione incondizionata.
Insomma, dopo le collaborazioni con Kanye West e Nigo, per Adidas è stata la volta di intraprendere una nuova avventura con un cantante dalle mille risorse anche in fatto di moda. La capsule collection per Adidas ha fatto emergere il lato pop-art della sua personalità, il suo stile iconico, originale e casual. Qualche tempo fa, Pharrell Williams stesso ha postato sui propri profili Facebook e Twitter un’immagine che lo ritraeva in mezzo ad un arcobaleno fittissimo di sneakers Superstar: probabilmente molte delle tonalità presenti non verranno neanche mai messe in commercio, ma, come trovata comunicazionale, lo scatto ha avuto davvero un gran successo. Effettivamente, sono proprio le sneakers il cavallo di battaglia di questa edizione limitata, rilasciata alla distribuzione in modo graduale dallo scorso Ottobre fino a fine Dicembre, in tre differenti manche.
0442f459a767a5bbd411754228e9c2b8e11838ceAlcuni dei pezzi sono dunque già in vendita in certi Adidas store selezionati e sul sito ufficiale, all’indirizzo adidas.com/pharrell, dove potrete trovare alcune versioni di Stan Smith, oltre alle sempreverdi leather jacket del marchio tedesco (realizzate, udite udite, in nappa italiana). I primi tre colori in commercio pare siano i preferiti del cantante: rosso mattone, nero e blu elettrico. Le sneakers di questa collezione si distinguono dalle tradizionali sia per la monocromia che, ovviamente, per la presenza del logo ufficiale della collaborazione. Inoltre, sono state realizzate con un cuoio di altissima qualità, che ne garantisce performance migliori.
Certo, data l’unicità e la cura dei dettagli, non possiamo aspettarci prezzi particolarmente abbordabili. O meglio, alle sneakers un pensierino potremmo anche farlo, dal momento che 150 euro non sono una cifra così fuori mercato. Per la giacca invece, c’è da risparmiare niente di meno che 1000 euro esatti. Nonostante questo, e non ci stupisce, la variante blu elettrico è già sold out online.

Silvia Valesani

Silvia dal 1993, Sagittario ascendente Leone. Non che abbia particolare fede nell’astrologia, ma diciamo che, dati alcuni tristi precedenti, Paolo Fox è rimasto uno dei pochi uomini cui conferisco credibilità.
Studio moda, ho sempre voluto farlo. Studio moda a Firenze, anzi. Il che risulta ancora più poetico e umano. Lo so che Milano è la capitale italiana del Fashion, che è snodo principale e crocevia di personaggi influenti, ma ho scelto il compromesso di un’istruzione completa in una città la cui palette cromatica vada oltre la scala di grigi. Per Milano ci sarà tempo.
Silvia Valesani

Latest posts by Silvia Valesani (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.