Alba e angeli al duomo di Siena

Alba e angeli al duomo di Siena

Dal 9 aprile a Siena, partirà l’evento Prima Lux, l’alba degli angeli, dove si potrà ammirare l’alba dall’alto del Facciatone del duomo insieme a un capolavoro della pittura medievale: la Maestà di Duccio Buoninsegna. L’evento, promosso dall’Opera della Metropolitana con l’organizzazione di Opera – Civita Group,  intende unire la bellezza della natura con quella dell’arte, in una magica esperienza, visiva e spirituale allo stesso tempo.

Maestà Prima Lux

Il capolavoro di Duccio, infatti, sarà commentato da  Francesca Fumi Cambi Gado, storica dell’arte e scrittrice, che prendendo spunto dalla lettura di alcuni brani tratti dal suo racconto di fantasia  “La Foglia d’oro. Il segreto della Maestà di Duccio”, condurrà gli spettatori in un percorso meditativo sull’essenza degli angeli, portatori della parola e della luce di Dio.

L’ora dell’alba, il sorgere del disco solare, prefigura il trionfo di Cristo sulle tenebre: il cielo che in quel momento si fa tutto d’oro sembra prospettare, tramite quegli invisibili messaggeri,  le gioie del Paradiso.

1783 Prima Lux

Per chi non vuole perdere questa magica occasione, gli appuntamenti saranno il 9, 16, 23  e 30 aprile alle ore 06,00 al Museo dell’Opera e dopo le gioie dello spirito, ci saranno anche quelle del palato, perché al termine della visita sarà offerta anche la colazione.

Quindi, cominciate a… caricare la sveglia!

Per informazioni e prenotazioni 0577/286300 oppure opasiena@operalaboratori.com dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00.

Giuliana D’Urso

Romana di nascita e toscana di adozione, dopo 21 anni vissuti tra Firenze, Sesto Fiorentino e Prato, ormai non so più neanche quale accento prevale!  Sebbene sia cresciuta in una famiglia di artisti – mio nonno era pittore e mosaicista di professione e mio padre e mia zia lo erano per diletto – dell’arte mi sono interessata più all’aspetto teorico che pratico, laureandomi in Lettere con indirizzo storico-artistico. Fortuna volle che avessi  studiato  anche l’inglese, grazie al quale, di fatto,  riesco  a mantenermi, poiché con Giotto, Raffaello e compagnia bella si campa ben poco in Italia, specialmente se vuoi insegnare. Da brava gemelli sono molto curiosa e vorrei fare 3000 cose, e sempre da brava gemelli ne inizio diverse ma ne porto a conclusione solo alcune.  C’è comunque una cosa che non lascio mai a metà: i dolci!!! Soprattutto quelli con la panna…
Giuliana D'Urso

Leave a Reply

Your email address will not be published.