I Personaggi di Antonio Albanese

I Personaggi di Antonio Albanese

Il Capodanno del Teatro EuropAuditorium ha come protagonista Antonio Albanese, il Re della comicità made in Italy, con “Personaggi” in scena la sera del 31 dicembre con brindisi di fine anno e il pomeriggio del 1° gennaio, ore 16,30.

Bologna - 29/10/2005 - Antonio Albanese (nel quadro dell'analista di gestioni integratee) sul palco del teatro delle Celebrazioni durante la prima di "Psicoparty" (Roberto Serra / Iguana Press)
Bologna – 29/10/2005 – Antonio Albanese (nel quadro dell’analista di gestioni integratee) sul palco del teatro delle Celebrazioni durante la prima di “Psicoparty” (Roberto Serra / Iguana Press)

Lo spettacolo “Personaggi” nel corso del tempo si è arricchito delle nuove maschere create da Antonio Albanese, divenendo la summa dei suoi spettacoli teatrali. Che cosa hanno in comune i mille volti con i quali Antonio Albanese racconta il presente? L’umanità.

La realtà diventa teatro attraverso Epifanio, L’Ottimista, il Sommelier, Cetto La Qualunque, Alex Drastico e Perego, maschere e insieme prototipi della nostra società, visi conosciuti che si ritrovano nel vicino di casa, nell’amico del cuore, in noi stessi.

10/10/2005 - Antonio Albanese durante lo spettacolo "Psicoparty" (nel quadro del Ministro della Paura) al teatro Gentile di Fabriano (Roberto Serra / Iguana Press)
10/10/2005 – Antonio Albanese durante lo spettacolo “Psicoparty” (nel quadro del Ministro della Paura) al teatro Gentile di Fabriano (Roberto Serra / Iguana Press)

Lo spettacolo “Personaggi” riunisce alcuni tra i volti creati da Antonio Albanese: dall’immigrato che non riesce a inserirsi al Nord, all’imprenditore che lavora 16 ore al giorno, dal sommelier serafico nel decantare il vino, al candidato politico poco onesto, dal visionario Ottimista “abitante di un mondo perfetto” al tenero Epifanio e i suoi sogni internazionali. Personaggi appunto che in questi anni abbiamo imparato a conoscere e ad amare, dove la nevrosi, l’alienazione, il soliloquio nei rapporti umani e lo scardinamento affettivo della famiglia, l’ottimismo insensato e il vuoto ideologico contribuiscono a tessere la trama scritta da Michele Serra e Antonio Albanese. In scena uomini del Sud e del Nord, uomini alti e bassi, grassi e magri, ricchi e poveri, ottimisti e qualunquisti. Maschere irriverenti e grottesche specchio di una realtà guardata con occhio attento a carpirne i difetti, le abitudini e i tic.

Una galleria di anti-eroi che svelano un mondo fatto di ossessioni, paure, deliri di onnipotenza e scorciatoie, ma dove alla fine anche la poesia trova posto.

Un recital che racconta, con corrosiva comicità e ritmo serrato, un mondo popolato da personaggi tipici del nostro tempo, dal pensiero contemporaneo interpretato con dirompente fisicità.

Informazioni:
Prezzi: 31 dic. platea 62 € – balconata 42 € Brindisi di fine anno offerto da Gino Fabbri Pasticcere
1 gen. platea 35 € – balconata 25 € (ci sono riduzioni per convenzionati e bambini)

Prevendite biglietti presso la biglietteria del teatro EuropAuditorium in Piazza Costituzione 4 a Bologna (apertura dal lunedì al sabato ore 15-19), presso TICKETONE e i punti prevendita VIVATICKET e con carta di credito su www.teatroeuropa.it
051 37.25.40 |  info@teatroeuropa.it

Redazione

In molte redazioni online, spesso, non si conoscono i veri autori degli articoli. MyWhere vuole presentare i suoi collaboratori e far sì che la bellezza della scrittura non racconti solo di viaggi o tecnologia ma anche di quella “mano invisibile” che rende la comunicazione così efficace. Vai alla pagina Redazione per conoscerci.
Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.