Grande successo per Arezzo Back in Time

Grande successo per Arezzo Back in Time

La storia esce dai libri e conquista il pubblico. Sono oltre 100.000 i visitatori stimati per Arezzo Back in Time il primo grande evento multi-epoca realizzato in Europa che da venerdì 29 a domenica 31 luglio ha permesso a grandi e piccini di essere protagonisti del passato.

Un’invasione pacifica e festosa di pubblico ha partecipato alla 3 giorni no-stop durante i quali, 24 ore su 24, circa 1000 figuranti e 50 gruppi di rievocatori storici, hanno offerto un vero e proprio viaggio nella macchina del tempo tra giochi e spettacoli che si sono susseguiti senza sosta. 

“Arezzo Back in Time è una scommessa vinta – commenta Marcello Comanducci, assessore ai grandi eventi del Comune di Arezzo e anima della manifestazione – Un progetto ambizioso che puntava ad unire cultura e divertimento proponendo al visitatore tutto il fascino di un’esperienza nuova e mai vista prima basata sulla idea di vivere da protagonisti differenti epoche storiche. Ringrazio tutti coloro che hanno creduto e supportato questo progetto”.

“Abbiamo riportato la storia nei luoghi dove la storia è stata fatta – dichiara il vice sindaco del Comune di Arezzo Gianfrancesco Gamurrini –. La nostra città è uno scrigno di bellezza. Un evento come Arezzo Back in Time mette in evidenza, in modo originale e nuovo, lo straordinario patrimonio culturale che abbiamo e la nostra  identità. E il pubblico ha premiato l’impegno di chi, con passione e idee, ha saputo organizzare quella che è stata davvero una grande festa”.

Nel corso dei 150 spettacoli previsti, avrete la possibilità di immergervi nell’Età romana (Anfiteatro), nel Medioevo (Fortezza) e nel Rinascimento (Piazza Vasari).

Nelle tre aree storiche, i reenactors popoleranno realmente il campo, dormendo e mangiando in tenda così da ricostruire il vivere quotidiano di quell’epoca. Ogni sera a partire dalle 18 fino alle 23 in ciascuna cittadella tematica saranno messi in scena veri e propri spettacoli, mentre negli stessi spazi durante l’intera durata della manifestazione sarà possibile svolgere attività didattiche.
Cortei continui con esibizioni di musici e sbandieratori si muoveranno fra i banchi di artigiani e commercianti in abito storico, a popolare “Le vie della storia”, collegando le diverse aree, con speciali punti a tema eno-gastronomico.

Arezzo Back in Time si presenta come un evento unico dove ricostruzioni puntuali si coniugano al divertimento permettendo a chiunque di essere protagonista e di assistere alle rappresentazioni, che si susseguiranno senza sosta. Dalla vita degli accampamenti militari a quella civile, dal mercato ai giochi, dalle mostre di abiti a quelle di armi, per tre giorni la storia esce dai libri e torna ad essere quotidianità.
A rendere spettacolare l’evento sarà anche il continuo susseguirsi di giostre, tornei, spettacoli di giullari, bandiere, fuoco e spada negli spazi delle Età moderne e di giochi sportivi e gladiatori e cerimonie nella parte antica.

Molte le attività previste nei 3 giorni: i più piccoli potranno ad esempio sperimentare l’alfabeto etrusco o scoprire gli antichi giochi romani mentre i più grandi avranno addirittura modo di indossare un’armatura rinascimentale.

Insomma, un evento che non tradirà le attese e che emozionerà i visitatori permettendo loro di vivere esperienze uniche.

Oltre ad assistere alle rivisitazioni storiche di Arezzo Back in Time, avrete la possibilità di visitare le bellezze di uno dei comuni più belli della Toscana. Arezzo è un piccolo tesoro dall’anima antica che mette insieme storia, cultura, arte e filosofia. Nonostante parte della città medievale sia stata distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale, il centro di Arezzo conserva splendidi monumenti, chiese, palazzi e musei rinascimentali. Dalla Basilica di San Francesco con al suo interno gli affreschi di Piero della Francesca, alla Fortezza Medica, dall’Anfiteatro Romano fino ad arrivare alla Chiesa di San Francesco col famosissimo Crocifisso di Cimabue.

Info: www.arezzobackintime.it

Ingresso Gratuito

Alcune immagini dell’evento

Arezzo back in time 2

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.