Aurora Mazzucchelli e Antonia Klugmann. Quando la cucina diventa solidale

Aurora Mazzucchelli e Antonia Klugmann. Quando la cucina diventa solidale
Ravioli di Parmigiano, profumo di lavanda e mandorla – Rapa rossa uova di trota

Due cuori e quattro mani, due donne, due personalità, due modi diversi di concepire la cucina ma con una comune anima trainante, la passione. Aurora Mazzucchelli, miglior Chef donna 2012 per Identità Golose e Antonia Klugmann unite insieme per i bambini del Rwanda, domenica 14 ottobre. Una cena per pochi, 50 i posti disponibili, che vede un menù d’eccezione studiato ensemble da queste due madrine della cucina italiana. Origini diverse, emiliana Aurora e friulana d’adozione Antonia, hanno concepito il percorso culinario come un viaggio verso le scoperte delle proprie regioni di provenienza, stando attente ai propri territori e alle eccellenze delle materie prime. Cucina di pensiero e d’emozione, le loro. Con Aurora si percorrerà la strada dell’interiorità, del concetto di racchiuso, di maternità e protezione con i “Ravioli di parmigiano, profumo di lavanda e mandorla. Una proiezione del mondo “dentro” che protende verso l’esterno con amorevolezza ed energia, un’emilianità, la sua, che non tarda a farsi scoprire nell’aspetto e nel gusto, un carattere, quello sul piatto, che emerge lento e profondo e implode rilasciando profumo di lavanda. Con Antonia, la strada è intuitiva ed essenziale, una ricerca incessante fatta di nuovi accostamenti e sensazioni contemporanee che raggiungono la massima essenza con la “pancia di maiale e kren” e la “rapa rossa e uova di trota”.

Un braccio di ferro senza competizione, un passaggio di scettro tra un piatto della rivisitata tradizione di Aurora e l’inarrestabile ricerca di Antonia, uno scambio di idee tra donne di cucina che sanno condire un piatto con l’ingrediente dell’amore. C’è da chiedersi se ci sia una cabala che le porti ad essere insieme anche in questa occasione, che abbia fatto sì che la Mazzucchelli passi lo scettro alla Klugmann, nominata da pochi giorni miglior Chef donna del 2013 per identità Golose, se non sia casuale che entrambe hanno un nome che inizia con la lettera A, prima lettera dell’alfabeto, iniziale della parole Amore e vocale assoluta per donne Alpha.

La cucina è condivisione, è un atto d’amore che parte dal cuore, è una ricerca inesauribile di possibilità, è un gesto, in questo caso, di estrema solidarietà che Aurora Mazzucchelli e Antonia Klugmann hanno deciso di compiere insieme.

Aurora Mazzucchelli e Antonia Klugmann

5 Ottobre 2012

per Antonia Klugmann foto di Michele Bella e Marco Roncone

DOMENICA 14 OTTOBRE 2012 – ORE 20.30
RISTORANTE MARCONI
VIA PORRETTANA, 241
40037 SASSO MARCONI (BO)

Per informazioni e prenotazioni
:
Ristorante Marconi
+39.051.846216
info@ristorantemarconi.it
www.weloverwanda.org

 

Blue G.

Se Dio creò l’arte, il diavolo creò gli artisti, se Dio creò l’amore, il diavolo creò il sesso, se Dio creò il cibo sicuramente il diavolo creò i cuochi e se Dio creò la donna allora il diavolo creò Blue. Scrivo perché non potrei fare nient’altro, o forse si, potrei mangiare continuamente, ma questa è un’altra storia.
Blue G.

Latest posts by Blue G. (see all)

3 Responses to "Aurora Mazzucchelli e Antonia Klugmann. Quando la cucina diventa solidale"

  1. bebe naif   9 Ottobre 2012 at 17:46

    che cosa bellissima! mi sembra che una cosa del genere dimostri che i tempi stanno cambiando – sul fronte della competizione, alleanza, invidia, simpatia- oppure sono le donne, ancora una volta, capaci di una simile revolution???

    Rispondi
    • Blue   9 Ottobre 2012 at 18:04

      Io credo che le donne abbiamo capito che fare sistema sia la strada giusta per crescere. Queste due chef ce lo dimostrano unendosi per una causa così nobile. La cucina , ancora una volta, riesce a dare messaggi forti.

      Le donne sono capaci di una così fantastica rivoluzione
      bacio

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.