Brando Giorgi e lo stile Giosbrun

Brando Giorgi e lo stile Giosbrun

Brando Giorgi per GiosbrunNel 2012 Giosbrun sceglie Brando Giorgi come suo testimonial. Dopo aver fatto quattro chiacchiere con lui si capisce anche molto bene perché. Brando Giorgi è solare, semplice, disponibile e soprattutto bello. Di una bellezza non più giovanissima ma che quasi mette in soggezione, in grado di trasmettere tutto il fascino di un uomo curato che predilige il casual, come lui stesso ci racconta, ma bada ai dettagli. Un uomo che al pari del brand di cui si fa portavoce, è espressione di antichi valori, come la famiglia che rappresenta il suo punto di riferimento e il valore più importante, la passione per il lavoro che ama, le proprie origini, i figli di cui parla con estremo amore.

Dopo un’iniziale carriera come fotomodello per D&G e per Valentino, nel ’92 si aprono le porte del cinema e della televisione. Debutta accanto ad Eva Grimaldi nel film “ Cattive ragazze” e l’anno dopo la notorietà lo colpisce grazie al film “Abbronzatissimi-un anno dopo” a fianco di Valeria Marini.
Dopo il debutto in teatro nel 1999, la sua fama cresce grazie a soap opera di spessore quali “Vivere” in cui si rende noto al grande pubblico nei panni del dott. Falcon e in seguito con “Incantesimo 3”.
Brando Giorgi 2Dello stile dei suoi personaggi Brando ci racconta come in realtà gli somiglino un po’ tutti seppur esasperando in molti casi alcuni lati del suo carattere che non gli appartengono. Carismatico e affidabile, ai suoi ruoli da “buono” e al suo stile molto classico si contrappone un personaggio che Brando ricorda con molta tenerezza quale quello del vecchio conte in punto di morte interpretato nel film “Il sangue e la Rosa”. Ma la tv ne consacra la bravura anche in ruoli meno affini al suo personaggio in cui interpreta un camorrista come “Io non dimentico”.
Dopo la sua partecipazione a “Notti sul ghiaccio” e “Moglie a pezzi”, fa un passo indietro dichiarando che di questi tempi non si può rinunciare ad un ruolo di 9 mesi in tv: è la volta di “Cento vetrine”.

Brando Giorgi 3
Sportivo, dinamico e amante dello sport, di Giosbrun parla così: “Nella vita ordinaria amo vestire in tutti i modi, pur privilegiando lo stile casual ammiro i dettagli. Mi piace giocare con Giosbrun e accostare i colori più glamour alle righe creando delle combinazioni dal classico al denim in cui l’alta qualità mantiene la priorità assoluta”. Nonostante il suo amore per i colori sostiene che mai sarebbe riuscito ad accostare liberamente e senza alcun consiglio un pantalone di velluto rosso fragola ad una giacca quadrettata stile principe di Galles.
Ma Brando Giorgi è un uomo di stile e lo si nota. Ama i prodotti sartoriali e riconosce nello stile Giosbrun un marchio di alta qualità in grado di tirar fuori la personalità di chi veste e di instaurare un legame simbiotico con la sua clientela. Per lui, che in perfetta sintonia con il messaggio dell’atelier, rappresenta il prototipo di uomo raffinato nella sua modernità, Giosbrun è simbolo di tendenza, di eleganza ma soprattutto di classe.

Quella che indubbiamente, ad un uomo di grande successo come lui, tutti riconosciamo.

Brando Giorgi 5

Testo di Lia Giannini

Redazione

In molte redazioni online, spesso, non si conoscono i veri autori degli articoli. MyWhere vuole presentare i suoi collaboratori e far sì che la bellezza della scrittura non racconti solo di viaggi o tecnologia ma anche di quella “mano invisibile” che rende la comunicazione così efficace. Vai alla pagina Redazione per conoscerci.
Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.