Compleanno al Vinitaly per Masciarelli

Al Vinitaly 2016 non ho voluto perdere l’occasione di andare a visitare lo stand delle Tenute Agricole Masciarelli. Azienda nota, anche se non antichissima, (nata nel 1981 a Martino sulla Marrucina in provincia di Chieti), dall’intuito imprenditoriale di Gianni Masciarelli, figura simbolo del panorama enologico italiano e protagonista dell’affermazione della vitivinicultura abruzzese moderna.

MARINA CVETIC nel vigneto
MARINA CVETIC nel vigneto

La Masciarelli Tenute Agricole si è affermata infatti, nello spazio di appena un trentennio, tra le realtà di maggiore spicco e prestigio nel panorama vitivinicolo italiano, e non solo. Vorrei andare a visitare le cantine ed i vigneti che si espandono per circa 300 ettari distribuiti su 13 comuni nelle 4 province abruzzesi (Teramo, L’Aquila, Pescara e Chieti), ma soprattutto il seicentesco Castello di Semivicoli, divenuto dopo il lungo restauro un relais de charme in un paesaggio collinare di ulivi (infatti l’azienda ha anche una piccola produzione di olio extravergine di oliva) e vigneti che sono diventati punto di riferimento dell’enoturismo abruzzese.

Spero di potervene raccontare al più presto.
Ma intanto allo Stand del Vinitaly quest’anno l’azienda ha accolto i visitatori in una speciale veste “vintage” con una galleria fotografica recuperata dagli archivi aziendali in onore sia del 50esimo anniversario della manifestazione sia dei 35 anni dell’azienda, fondata da Gianni Masciarelli nel 1981.
Erano presenti allo stand le nuove annate de il Villa Gemma Bianco 2015, (inedito blend di tre autoctoni: Trebbiano d’Abruzzo, Pecorino e Cococciola); la linea Gianni Masciarelli; l’annata 2009 del Montepulciano d’Abruzzo ISKRA appena divenuto DOCG Colline Teramane. Chiaramente protagonista è stato il Villa Gemma Rosso 2008 (92 punti Wine Spectator) della classifica di Opera Wine.

MC Riserva Trebbiano RID_VillaGemma_MONTEPULCIANO

L’Evento “Degustazione Gusto & Stile” che si è tenuto martedì 12 aprile allo stand del Vinitaly veniva presentato da Stevie Kim, Managing Director di Vinitaly International con 5 Produttrici Italiane: Marilisa Allegrini, Raffaella Bologna, Francesca Planeta, Marina Cvetic, Elena Walch, Members of Le Donne del Vino.

Alla degustazione quest’anno c’erano, oltre alle nuove annate di tutti i suoi marchi (Villa Gemma, Castello di Semivicoli, Marina Cvetic, Gianni Masciarelli, Linea Classica e la linea BIO Valori), le ultime new entry nel suo portfolio di distribuzione come i Porto di Quinta Nova. Ma in onore anche dell’articolo scritto dalla nostra collega (https://www.mywhere.it/champagne-laurent-perrier-vs-vranken-pommery/) avrei voluto degustare anche lo Champagne André Jacquart, ma il tour de force alcolico che dovevo ancora affrontare non me l’ha permesso!

La degustazione al Vinitaly di MASCIARELLI
La degustazione al Vinitaly di MASCIARELLI

Comunque ho solo rimandato perché mi sono ripromessa di andarli a trovare per brindare insieme a loro una nuova tappa, ed un importante compleanno, della storia aziendale Masciarelli.

Fabiola Cinque

Napoletana fino alla milionesima generazione (dal 1.400), nobile d’animo ma non più per albero genealogico, viaggiatrice e curiosa delle bellezze e delle stranezze del mondo riporto tutte le mie impressioni attraverso tutti i sensi che abbiamo e che vogliamo usare. Di estrazione e definizione “fondista”. Azzurra di nuoto per tutte le distanze più lunghe e massacranti che vi possono venire in mente. La fatica è il mio karma. Mai nulla regalato, tutto conquistato. La comunicazione e la pubblicità sono la mia anima, la moda la mia vita presente e futura. Vivo in un paese bellissimo dal quale desidero sempre di allontanarmi, per tornare e riassaporare i profumi ed i sapori. La mentalità e l’amore sono anglosassoni, ma d’altronde si sa, i Borboni sono stati dominati dai francesi come gli inglesi e gli spagnoli, quindi le mie origini ed il mio essere è globale, sono bastarda dentro.
Fabiola Cinque

Leave a Reply

Your email address will not be published.