Comunicare il calcio con le App

Comunicare il calcio con le App
Tutto Mercato web

Le App, a distanza di pochi anni dal lancio degli smartphone, stanno crescendo in maniera esponenziale.  Anche il mondo del calcio dovrà fare i conti con la convergenza tra il web, il cellulare e la tv che sta producendo la più grande e veloce rivoluzione dei modi di comunicare della storia dell’uomo.

Facciamo qualche esempio: la App Tutto Mercato web, sembra avere il gradimento dei tifosi. Grazie a con questo programma è possibile rimanere costantemente aggiornati sulle trattative in corso delle varie società alla ricerca della rosa perfetta anche se gli utenti non sembrano spaventati dall’improbabilità di un controllo serio sulla consistenza delle chiacchiere di mercato. La verità a questo livello non interessa. Vi è infatti un’altra App molto gettonata che consente al fan del calcio una gestione simulata di una squadra di calcio con tanto di campionato virtuale: iFantacalcio.

E come resistere al brivido di conoscere con quale tipo di scarpa un campione ha fatto goal? Niente paura c’è Nike Goal, un’applicazione che fornisce informazioni su tutti i campionati professionisti.

Anche l’Uefa, di solito refrattaria alla tecnologia (vedi moviola come aiuto all’arbitro), è sbarcata nello store virtuale della Apple, con una App che consente ai tifosi di sapere tutto sulla Champion’s League. Ma tra le applicazioni scaricabili non troviamo solo il Calcio ad altissimo livello. Con Tutto Lega Pro, si può sapere praticamente ogni cosa del calcio della serie C.

Nike Goal

Qual è la funzione applicativa più gettonata dai tifosi? Non ci sono ancora statistiche ufficiali ma sembra che il massimo interesse rimanga l’aggiornamento costante dei risultati e classifiche, il tutto in tempo reale. Una funzione che parecchi programmi promettono ma che viene velocizzata dalla App Live Score: con essa il tifoso può rimanere in contatto con l’evento sportivo ovunque si trovi; l’aggiornamento dei risultati è molto veloce anche se spesso le partite live in diretta promesse improvvisamente scompaiono dallo schermo. Nessuna rivoluzione è perfetta e, per fortuna, la strada davanti ai nuovi strumenti di comunicazione è ancora piena di problemi e di sorprese.Possiamo fare alcune considerazioni generali: attualmente le App veramente utili per la crescita del calcio sono rimaste al palo di partenza rispetto a quelle che ne massimizzano la ludicità. Per capirci, l’applicazione che consente di sapere tutto sulle Regole del Calcio, pur con schemi illustrativi molto cattivanti non è tra le più gettonate. Per non parlare di App parascientifiche sulla salute, sull’alimentazione dello sport, sull’economia del calcio, sull’etica sportiva… Per ora questi aspetti fondamentali sono trascurati. Come sempre succede nelle rivoluzioni in corso i desideri alla base della piramide delle nostre emozioni hanno il sopravvento sulle funzioni più seriose (e quindi meno piacevoli). Probabilmente è chiedere troppo a un giovane di scaricarsi App che lo aiutino a non diventare un cretino o uno sprovveduto.

Tuttavia se veramente le app sono la vera comunicazione del futuro ci si dovrà arrivare.

Antonio Bramclet

Sono nato in un invisibile paesotto del quale ho dimenticato il nome. Dopo l’adolescenza ho studiato musica laureandomi con una tesi intitolata “Il tamburo e le passioni della post modernità”. Preso atto dell’impossibilità di trovare un lavoro in Italia, ho fatto per anni il suonatore di bongo nei nightclub club di Malindi. Poi mi sono trasferito in Madagascar come accompagnatore di turisti tristi, desiderosi di conoscere piante esotiche dal nome impossibile. Qui ho cominciato a fare false recensioni di mostre ed eventi, recuperati via internet, mai visti di persona. Il piacere di rivivere con la scrittura le cose del mondo non mi ha più abbandonato.
Antonio Bramclet

Latest posts by Antonio Bramclet (see all)

Leave a Reply

Your email address will not be published.