Dagli Impressionisti a Picasso sfonda quota 180 mila

Continua il grande successo della mostra “Dagli Impressionisti a Picasso. I capolavori del Detroit Institute of Arts” al Palazzo Ducale di Genova. A 277 giorni dalla sua apertura, i visitatori hanno raggiunto quota 180 mila, con una media, in queste ultime settimane di circa 12 mila persone.

Un risultato importate quindi, che autorizza a ipotizzare un bilancio totale di 200 mila visitatori al 10 aprile 2016, data di chiusura della mostra. Una mostra che ha colpito un po’ tutti, non solo gli abitanti della fortunata città di Genova. Secondo alcuni dati, i visitatori arrivano per il 60% dal capoluogo ligure e per il restante 40% da altre regioni italiani o dall’estero.

Numeri importanti insomma, ma i dubbi al riguardo erano pochi (https://www.mywhere.it/arriva-italia-detroit-institute-of-art/).

Il tesoro artistico che questa rassegna espone è davvero straordinario: da Monet a Degas, da Van Gogh a Matisse, da Renoir a Kandinsky, da Cezanne a Gauguin e Modigliani e naturalmente Picasso. “Dagli Impressionisti a Picasso. I capolavori del Detroit Institute of Arts”, ci offre un panorama storico-artistico del periodo che va dall’Impressionismo fino a Picasso. I dipinti raccontano non solo dell’impatto rivoluzionario dei movimenti artistici sorti nel vecchio continente tra il 19′ e il 20′ secolo, ma ci permette di capire e analizzare la passione collezionistica americana che per prima ne comprese l’enorme valore e che, al tempo della riproducibilità delle opere d’arte, seppe valorizzarla a livello mondiale.

Durante la conferenza stampa di presentazione avvenuta il 25 settembre scorso, l’ambasciatore americano John Phillips aveva dichiarato: “Questa rassegna è il vero gioiello culturale di Detroit. Nel 2014 la galleria ha realizzato numeri da record in America, speriamo di fare grandi risultati anche in Italia”. Possiamo dire che le aspettative dei curatori americani siano state ripagate alla grande.

Da elogiare anche la città di Genova, che ha colto un’occasione importante, e  che si è dimostrata ancora una volta una città d’arte, storia e cultura.

Insomma, avete tempo fino al 10 aprile per ammirare i capolavori del Detroit Institute of Arts, e, vista la grande affluenza di pubblico durante tutto l’arco della mostra, gli orari d’apertura per le visite sono stati prolungati: da venerdì 18 marzo si potrà visitare nei giorni del venerdì e del sabato dalle 9 alle 22:30 (chiusura biglietteria ore 21:30), mentre la domenica dalle 9 alle 21 (chiusura biglietteria ore 20)

Prevendita dei biglietti tel: +39 010.9280010

info www.impressionistipicasso.it

Arriva a Roma la Detroit Institute of Art

Picture 195

Picture 195

Picture 001

Picture 001

Paolo Riggio

Roma e Prati, mare e montagna e campi da pallone da piccolo, laurea in cinema alla Sapienza, città europee e scuola di giornalismo sportivo Mario Sconcerti da grande. Scrivo e continuo a giocare a calcio da quando ho ricordi, mi considero un calciofilo. La mia altra grande passione è il cinema che ritengo la rappresentazione più autentica del mondo, lo sguardo di chi analizza al microscopio i contesti della nostra vita e le sue storie offrendocene una visione diversa dalla nostra.
Paolo Riggio

Leave a Reply

Your email address will not be published.